Corsa – Team Building Venezia

Un nuovo ed entusiasmante team building a Venezia per tutti coloro che sono alla ricerca di un qualcosa di frizzante ed energico sia sotto il profilo mentale che fisico. La corsa che proponiamo non dev’essere intesa come una classica maratona, in quanto non lo è!!

La nostra formula è una concentrazione di attività fisica ed intellettuale che riflettono la storia e la cultura di Venezia.

Una gara davvero incredibile dove i concorrenti nelle varie tappe ricevono dallo staff degli indizi che poi durante la gara dovranno saper risolvere con specifica attinenza alla storia e alle tradizioni di Venezia.

Sei pronto per la sfida?

Questa attività avrà come scopo principale di aiutarti a superare i tuoi limiti. I limiti sono creati dalla tua mente e vedi solo ciò che la tua mente vuole vedere.

Corri quando devi correre, fermati e pensa quando devi ragionare e pensare… poi lascia andare il tuo istinto… lui saprà dove portarti.

Crea la tua storia e rendila unica

D’ora in poi dovrai costruire la tua storia a Venezia. Dovrà essere una storia particolare diversa dalle altre, una storia che metterà in risalto le tue caratteristiche.

Durante questo gioco, poiché è un gioco, dovrai dimostrare e affinare determinate abilità e dimostrare un sentimento di solidarietà verso i tuoi compagni di avventura.

Dovrai cercare di creare un legame altruistico tra di voi.

Verranno formate delle squadre e ogni squadra avrà il proprio leader. Il leader non avrà un compito facile perché dovrà portare la sua squadra alla vittoria.

Avrai un budget a disposizione che gestirai al meglio. Con questo budget dovrai superare una serie di test. Lo utilizzerai per acquistare, noleggiare o per viaggiare con mezzi di trasporto pubblici o privati.

Per vincere, e non sarà cosa facile, TU leader dovrai portare la tua squadra per prima al traguardo ma dovrai altresì fare in modo che la tua squadra abbia completato in modo esaustivo e corretto tutte le prove che le sono state assegnate.

Che aspetti? – Unisciti a noi in questa entusiasmante corsa e affina le tue abilità di leader che poi dovrai essere in grado di riportare queste nozioni all’interno della tua azienda.

Nome*:
Cognome*:
Telefono*:
E-mail*:
Numero Persone*:
Data Servizio*:
Budget Evento (Euro):
Maggiori informazioni:
Trascrivi il codice
Trascrivi il codice

Medico della Peste – Caccia Al Tesoro Venezia

Corre l’anno 1630 e l’ennesima epidemia di peste ha steso un velo di morte su tutta la città. Un perfido personaggio si aggira tra le calli di Venezia. E’ tra le poche persone che possono circolare e gode di un permesso speciale per far visita agli appestati, perché si spaccia per un medico della peste. Ma questo losco personaggio non esercita in modo etico la sua professione. Si nasconde sotto la sua famosa maschera per rimanere nell’anonimato e per poter compiere i suoi crimini derubando e a volte uccidendo i suoi pazienti.

Il governo della Serenissima Repubblica non può tollerare oltre questo scandalo. Il corrotto medico della peste deve essere smascherato e arrestato.

Si tratta di vivere una vera e propria spy story del passato. I partecipanti dovranno risolvere una serie di enigmi e di seguire alcune tracce che porteranno a identificare il malvagio dottore della peste.

Il Medico della peste, per proteggersi dall’epidemia, indossava una tunica nera lunga fino alle caviglie, guanti, scarpe, un bastone (necessario per l’esamina dei pazienti contaminati senza toccarli, tenere lontano le persone e per togliere i vestiti agli appestati), un cappello a tesa larga e una maschera a forma di becco ricurvo con due aperture per gli occhi e due lenti di vetro con all’interno essenze aromatiche composte da: fiori secchi, lavanda, timo, mirra, ambra, foglie di menta, canfora, chiodi di garofano, aglio e spugne imbevute di aceto che agivano da filtro e che avrebbero dovuto impedire la trasmissione del virus e, soprattutto, formare una barriera per la trasmissione dell’odore acre.

Chi sarà questo Medico della peste?

Questa caccia al tesoro è adatta a un pubblico eterogeneo e ideale per aziende che vogliono fare interagire i propri collaboratori mediante il gioco, il divertimento e la coesione di squadra.

Il team building sarà suddiviso in squadre e, ad ognuna, previa introduzione dei nostri attori, sarà consegnata una mappa del percorso oltre a vari quesiti che ogni squadra dovrà rispondere. Vincerà il gioco la squadra che avrà terminato tutto il tragitto nel più breve tempo in modo corretto e avrà risposto a tutte le domande assegnate. Nelle varie tappe, una sorpresa vi attenderà!!!

Per concludere in bellezza la giornata a Venezia, organizzeremo un pranzo o una cena in una trattoria tipica veneziana alla scoperta della cucina veneta.

Nome*:
Cognome*:
Telefono*:
E-mail*:
Numero Persone*:
Data Servizio*:
Budget Evento (Euro):
Maggiori informazioni:
Trascrivi il codice
Trascrivi il codice

Caccia Al Tesoro – Firenze La Culla Del Rinascimento

Siamo nel 1500 alla corte dei Medici. La bella Eleonora di Toledo, moglie di Cosimo I de Medici non riesce più a trovare la splendida collana che ha ricevuto in dono da suo marito Cosimo I il giorno del suo matrimonio. Siete pronti a risolvere questo enigma con la nostra caccia al tesoro?

La corte è sconvolta: chi sta tramando contro la famiglia dei Duchi? Chi è il responsabile di tutto?

Faide che tramano contro il Duca di Firenze stanno escogitando una vendetta per essere stati esclusi dal potere e stanno organizzando in segreto una rivolta per cacciarlo dalla città.

Qui entriamo pienamente nella psicologia dell’intrigo. Chi ha fatto scomparire il prezioso gioiello deve essere sicuramente una persona in grado di creare una situazione densa di messaggi ambigui, oscuri e opachi. Che sa tessere delle ragnatele dove le vittime cadono inconsciamente dentro.

Lo spirito di un gruppo di persone che lavorano in un’azienda qui è paragonato allo spirito dei cittadini che hanno a cuore la salvaguardia del buon governo della loro città. Sono quindi disposti a scendere in campo e formare delle squadre che dovranno risolvere la situazione studiando e mettendo in atto una strategia per riuscire a svelare i colpevoli.

Coesione e formazione con la nostra caccia al tesoro a Firenze

Anche questo team building che organizziamo tra le vie di Firenze diventa un’occasione di formazione ma, soprattutto di svago perché, come oramai è stato pienamente dimostrato, attraverso il gioco e lo svago si possono acquisire o rafforzare dei valori che in altre situazioni non sarebbe possibile.

Durante la caccia al tesoro i partecipanti avranno modo di scoprire la città attraversando le sue piazze, le strade e i quartieri più importanti. Firenze è la culla del rinascimento e qui si trovano le maggiori testimonianze storiche del periodo. E’ stata una potenza finanziaria e mercantile, i banchieri fiorentini prestavano il loro denaro ai regnanti di tutta Europa.

Quale migliore scenario, quindi, per organizzare una divertente attività di team building che permetterà di rafforzare lo spirito di gruppo. Dopo una giornata trascorsa giocando e ammirando dei monumenti di straordinaria bellezza, tutti i partecipanti potranno conservare dei ricordi indelebili e indimenticabili.

Durata: 2 ore circa

Nome*:
Cognome*:
Telefono*:
E-mail*:
Numero Persone*:
Data Servizio*:
Budget Evento (Euro):
Maggiori informazioni:
Trascrivi il codice
Trascrivi il codice

Rafting – Team Building Tra Le Montagne Del Veneto

Team building rafting quale occasione di formazione ma soprattutto di svago che con il gioco si possono acquisire o rafforzare dei valori che in altre situazioni non sarebbe possibile.

I partecipanti avranno modo di scoprire il favoloso scenario circostante della valle del Trentino sud-orientale, confinante con le province di Vicenza e Belluno e, ad ovest-est, contrassegnato dal fluire del fiume Brenta.

Quale migliore scenografia per organizzare una divertente attività di team building di rafting a stretto contatto con la natura che permetterà di rafforzare l’identità, la cooperazione, la sinergia e lo spirito di un team aziendale con un forte orientamento all’obiettivo.

Il rafting è una discesa fluviale su un particolare gommone, fatto di un materiale estremamente resistente, inaffondabile e autosvuotante chiamato raft. L’equipaggio governa l’imbarcazione tra le rapide grazie alle pagaie e a capo del raft vi è una guida esperta che coordina le operazioni e conduce nella discesa esperti e meno esperti.

Diversi sono i gradi di difficoltà nella navigabilità. Il grado con cui è classificato il fiume Brenta, è un grado II (medio – non difficile); torrente con ostacoli facili da evitare e ben visibili. La linea di discesa da seguire è evidente anche se richiede qualche ampia manovra stimolando emozione e soddisfazione ma nessuna paura.

È il mezzo più sicuro e avventuroso per scoprire la Valle racchiusa tra terrazzamenti in pietra, piccoli paesi aggrappati alle rocce e scorci naturali di rara bellezza.

Coadiuvato da guide esperte Federazione Rafting

L’attività sarà gestita da guide esperte appartenenti alla Federazione Italiana Rafting, nonchè utilizzato materiale tecnico omologato secondo le più recenti normative comunitarie.

Prima di imbarcarsi, oltre all’abbigliamento, la guida fornisce un breve briefing teorico spiegando le manovre fondamentali per la discesa e le misure di sicurezza da adottare. Per noi, prima ancora del divertimento, viene la sicurezza di tutti i partecipanti.

Diversi sono i percorsi: dalle escursioni in acque più tranquille, adatte a persone di tutte le età, a percorsi più impegnativi, per chi non è alla prima esperienza e vuole un qualche cosa di più impegnativo.

Servizi aggiuntivi all’attività fluviale:

  • Sala riunioni fino a 100 posti per eventi formativi indoor;
  • Aree attrezzate per pic nic;
  • Area riservata per barbecue anche autogestiti;
  • Aperitivo sportivo post attività o tappa spritz a metà percorso rafting;
  • Light lunch o grigliate con chef su prenotazione;
  • Servizi, spogliatoi e docce calde.
Nome*:
Cognome*:
Telefono*:
E-mail*:
Numero Persone*:
Data Servizio*:
Budget Evento (Euro):
Maggiori informazioni:
Trascrivi il codice
Trascrivi il codice

Ritiro Spirituale: Esperienza Sciamanica Nel Deserto

Se non avete mai sperimentato un ritiro spirituale; ossia un’esperienza sciamanica nel deserto del Marocco, è ora di farlo!!

Un tempo il fuoco era l’unica fonte di luce e di calore. L’uomo si sedeva attorno al fuoco sotto il cielo stellato per cuocere il cibo e per scaldarsi dalle freddure della notte. Sedersi attorno a questo elemento primordiale significava riposarsi dopo una giornata di caccia e di duro lavoro.

Era un rito che incuteva sicurezza e tranquillità in un ambiente naturale pieno di pericoli e di insidie. Un momento dedicato al riposo della mente e del corpo – un momento che induceva alla meditazione.

Accendere il fuoco significava interrompere le attività lavorative giornaliere e di staccare completamente. Un momento in cui tutto si fermava e si riprendeva contatto con il nostro mondo interiore.

Ritiro spirituale con esperienza sciamanica nel deserto del Marocco per un incentive aziendale unico e di successo

Nel nostro ritiro spirituale ricreiamo queste magiche atmosfere e instauriamo momenti di simbiosi con l’ardore delle fiamme.

Con l’arrivo dell’illuminazione elettrica abbiamo perso totalmente la sensazione di stare davanti a una fiamma.

La vita moderna ci ha portati ad essere continuamente distratti da un’infinità di stimoli esterni. Il mondo dell’intrattenimento (soprattutto tv e internet) è talmente pieno di proposte che gli attimi dedicati a noi stessi, alle nostre aspirazioni interiori e alla pace con noi stessi praticamente non esistono più.

Sedersi attorno al fuoco osservando le fiamme ardere nel silenzio del deserto può ricondurci a quella pace interiore che abbiamo quasi del tutto perso.

Questo rito antico lo abbiamo appreso direttamente dalle tribù Berbere che hanno saputo mantenere vivi questi rituali. Noi lo insegneremo a voi sedendoci tutti insieme attorno a delle fiamme alternando canti e balli antichi per liberare lo spirito, seguito da un’intensa meditazione per mantenerci presenti all’esperienza. Ascolteremo il silenzio del deserto e a piedi nudi sentiremo la sabbia trasmetterci magiche energie che da millenni corrono al suo interno.

Nome*:
Cognome*:
Telefono*:
E-mail*:
Numero Persone*:
Data Servizio*:
Budget Evento (Euro):
Maggiori informazioni:
Trascrivi il codice
Trascrivi il codice

Viaggi Incentive Aziendali: Marocco

Se stai pensando ad un incentive fuori dal comune ti consigliamo di affidarti a noi. Oltre alle solite mete tradizionali noi, di Venice Sunset, incentive house super premiata per i temi e le destinazioni proposte per le organizzazioni aziendali più famose al mondo, proponiamo delle mete fuori dal comune ma, soprattutto, delle esperienze che in genere non vengono prese in considerazione per i viaggi incentive aziendali.

Tra i tanti paesi, da alcuni anni proponiamo anche il Marocco. Tradizione, arte e magia sono tra i tanti motivi che ci hanno spinto a proporre questa meta come incontro motivazionale.

Viaggi incentive aziendali motivazionali in Marocco

Il Marocco è un paese straordinario situato nella parte occidentale dell’Africa settentrionale. Presenta un territorio variegato che va dalle dune sahariane alle splendide vette dell’alto Atlante per terminare sulla costa Atlantica. Un luogo di paesaggi sconfinati avvolti da un’aria tersa che ne vivacizza i colori e dove le notti assumono un’atmosfera particolare sotto un cielo stellato limpido e magico.

In Marocco possiamo visitare le medine più affascinanti del continente africano. Antichi centri che si trovavano sulle rotte dei carovaniere percorse da commercianti e da nomadi con i loro carichi di merci preziose. Le più importanti sono Fès (con la medina più grande dell’intera Africa). La città vecchia è costituita da una miriade di vicoli dove solo i loro abitanti sanno muoversi con sicurezza. Fès è la città nobile, dove esiste un centro di studi islamici molto importante e dove si può trovare un artigianato di fine fattura.

Per non parlare della famosissima città rosata Marrakech, infatti i bastioni in terra battuta che la circondano si presentano con questo colore. È sempre stata meta di artisti e intellettuali che vi ritornavano spesso o addirittura vi si trasferivano attratti dal suo fascino. L’atmosfera che si respira è unica. Accanto al tradizionale souq e alla famosissima Jemaa el-Fna sono sorti eleganti negozi che trasmettono il fascino della tradizione misto alla modernità.

Queste sono solo delle piccole descrizioni per farvi capire la bellezza di un paese che conserva la sua ricca tradizione ma che è anche proiettato verso un grande futuro. La gentilezza e la raffinatezza del suo popolo saranno sicuramente degli elementi che vi doneranno un indelebile ricordo che conserverete per il resto della vostra vita con le nostre proposte di viaggi incentive aziendali.

Nome*:
Cognome*:
Telefono*:
E-mail*:
Numero Persone*:
Data Servizio*:
Budget Evento (Euro):
Maggiori informazioni:
Trascrivi il codice
Trascrivi il codice

Barca A Vela Oceanica

Una proposta di notevole interesse per tutti gli amanti del mare e dell’open air. Una barca a vela oceanica con una portata massima di 20 ospiti estremamente veloce ed equipaggiato di ogni comfort per la navigazione in giornata oppure con più giorni a disposizione per la visita delle meravigliose isole della nostra Penisola.

Questo yacht ha una lunghezza di 21 metri, armata a sloop (imbarcazione con un solo albero dotata di un unico strallo di prua al quale viene inferito il fiocco che, insieme alla randa, costituisce la velatura) e albero di 28 metri. E’ dotata di 6 cabine matrimoniali, 4 bagni e una cabina per l’equipaggio dotata di servizi.

La barca a vela è in grado di navigare in modo veloce con qualsiasi condizione meteo senza tralasciare l’aspetto sicurezza in quanto equipaggiata con dotazione ai massimi livelli come: Radar, Epirb “trasmettitore radio indicante la posizione di emergenza”; Satellitare;  Ssb “sistema radio per la trasmissione a distanze molto lunghe”; Ais “per evitare collisioni in mare con altre barche” e Cartografico. La sua importante superficie velica la caratterizza per la velocità coniugando però il notevole comfort di bordo che ne permette esperienze di navigazione esaltanti.

Ogni cabina è dotata di aria condizionata, un’ampia zona cucina e ponte in legno di teck (Flush Deck); ossia una coperta perfettamente piana senza tuga sopraelevata che rende il piano di cammino molto agile.

Barca a vela oceanica per tours ed escursioni isole Italiane

La barca a vela oceanica viene offerta in servizio charter (noleggio) completo di equipaggio. Un’esperienza esaltante per gli appassionati del mare in quanto permette diverse modalità di escursioni giornalieri alle isole vicine al punto di imbarco e sbarco (Formia – LT), oppure con una navigazione di almeno tre giorni vi è la possibilità di vistare diverse isole, scorci costieri, o navigazione in mare aperto alla scoperta di paesaggi idilliaci.

Il punto di imbarco non è lontano dalla Capitale, pertanto facilmente raggiungibile con treni ad alta velocità o treni regionali con partenza dalla Stazione Termini con un viaggio di poco più di un’ora, o con transfer privati e speciale assistenza per tutta la durata del viaggio.

Invia la tua richiesta, specificando le tue necessità, di sicuro troveremo la formula più adeguata alle tue esigenze.

Nome*:
Cognome*:
Telefono*:
E-mail*:
Numero Persone*:
Data Servizio*:
Budget Evento (Euro):
Maggiori informazioni:
Trascrivi il codice
Trascrivi il codice

Barca A Vela Roma

Proponiamo un bellissimo Veliero come barca a vela Roma e Provincia per corsi di team building connessi alla vela, per cui con Skipper e altro personale atto a questa attività, corsi Mindfulness, e con la possibilità di noleggio per uscite in giornata nelle isole circostanti oppure con più giorni a disposizione verso altre isole più lontane con la navigazione a vela.

Il veliero in legno ha 2 alberi di 19 metri, una lunghezza di circa 24 metri, di ottima qualità costruttiva ed ha ottenuto l’importante certificazione marittima di sicurezza “Classe A”. E’ dotato di spazi importanti sia a poppa che a prua e può ospitare massimo 15 persone (ospiti e personale di bordo).

Gli spazi interni sono ben divisi: nella zona sottocoperta di prua vi sono 5 cabine matrimoniali con letto alla francese (cm. 200×140), bagno privato e, 3 delle 5 cabine, all’occorrenza possono diventare cabine triple mediante l’aggiunta di un letto a castello. Ogni cabina è munita di porta che divide la zona letto dalla zone servizi. Il bagno ha un lavabo, una doccia e un wc con tipologia a sciacquone.

La Dinette ha un grande tavolo da 12 persone con attorno degli ampi divani, televisore Lcd per videoconferenza e impianto stereo.

Nella zona di poppa, si trova la cucina con piano cottura a 4 fuochi, forno ventilato, microonde, friggitrice, dispensa con celle frigo, lavastoviglie e lavatrice.

Nella zona esterna la barca ha 12 materassini prendisole sulla tuga di prua equipaggiata con tendalino; un tavolo esterno per 12 persone a poppa anch’essa con tendalino; un comodo divano a poppa, una amaca e 2 canoe per 2 persone.

Equipaggiato anche con scaletta reale per la discesa a mare, doccia esterna, aria condizionata, acqua calda e fredda e gruppo elettrogeno.

Vi è anche la possibilità di pernottare a bordo con capienza massima di 10/13 persone e senza pernotto per massimo 15 persone.

Noleggio e team building in barca a vela Roma

Oltre all’attività di team building con barca a vela Roma, il veliero viene concesso anche con servizio Charter (noleggio) completo di personale.

Il punto di imbarco e sbarco si trova nel porto di Formia (LT), che dista poco più di un’ora di treno dalla Stazione Termini di Roma con treni locali o ad alta velocità.

Per info e dettagli, invia la tua richiesta specificando il tipo di servizio richiesto:

Team building vela;

Corsi mindfulness;

Charter, se in giornata o con più giorni a disposizione.

Nome*:
Cognome*:
Telefono*:
E-mail*:
Numero Persone*:
Data Servizio*:
Budget Evento (Euro):
Maggiori informazioni:
Trascrivi il codice
Trascrivi il codice

Barca A Vela Napoli

La barca a vela Napoli che vi proponiamo è ideale per l’organizzazione di varie feste sia a Napoli che nelle isole vicine. All’interno ha un ristorante con una capienza di 120 persone. Uniche sono le rifiniture in legno e il design moderno di tutto lo scafo. Le sale sono sviluppate nella parte superiore della barca con divani e tavoli e, nella sala interna, con cena a placé in quanto tutti gli ospiti sono seduti, pertanto anche in caso di maltempo, l’evento non sarà annullato. Rende unico questo gioiello del mare le rifiniture in legno di pregio e il design moderno che si adatta ad ogni tipo di evento.

Il tuo evento business su una barca a vela Napoli

La barca è ideale per l’organizzazione di eventi business, conferenze, congressi, feste aziendali, feste private e riunioni di lavoro con staff altamente preparato e in grado far fronte a qualsiasi esigenza logistica. All’interno dello scafo, sono presenti servizi di audio e video per la presentazione del proprio brand o per la riunione di lavoro e la festa privata.

I menu proposti dallo Chef di bordo, sono rigorosamente preparati in loco con ingredienti sempre freschi e con le migliori ricette culinarie della tradizione napoletana e campana.

E’ fattibile, pertanto, cene a lume di candela con la barca ormeggiata nel Golfo con sfondo il Golfo di Napoli, Castel Dell’Ovo, Castel Sant’Elmo e il Vesuvio, oppure pranzare e/o cenare con la barca salpata per la visita delle migliori isole napoletane e campane come i Faraglioni di Capri, Ischia, Positano, Procida, e la Costiera Amalfitana e Sorrentina.

Per l’intrattenimento degli ospiti, possiamo organizzare su questa barca a vela Napoli vari tipi di proposte, così pure fornire altro personale specifico che si prenderà cura dei vostri ospiti.

Nome*:
Cognome*:
Telefono*:
E-mail*:
Numero Persone*:
Data Servizio*:
Budget Evento (Euro):
Maggiori informazioni:
Trascrivi il codice
Trascrivi il codice

Mindfulness Aziendale

Le pratiche meditative sono oramai uno strumento ottimale per il raggiungimento di alcuni importanti obiettivi all’interno dell’azienda. In questo post parliamo della Mindfulness aziendale che è un processo che coltiva la capacità di portare attenzione al momento presente mediante la consapevolezza e l’accettazione del tempo attuale.

Questi metodi nascono dall’antica psicologia Buddista che sostiene che la felicità non dipende da quello che stiamo vivendo ma da quanto siamo profondamente e consapevolmente immersi in quell’esperienza, e la gratificazione della persona dipende proprio da questa conoscenza. Essi sono oramai diventati parte integrante della nostra cultura. Il buddismo, non consiglia un cambiamento delle nostre realtà esterne, piuttosto, ci impone un cambiamento del nostro livello cognitivo ed emotivo al fine di correggere quegli errori che la nostra mente commette in quanto non allenata e disciplinata. Al di là della moda attuale, questo importante strumento per la conoscenza e lo sviluppo del sé e il raggiungimento della consapevolezza, ha portato gli esperti della crescita personale ad applicarla alla formazione aziendale.

Ognuno di noi ogni giorno deve rapportarsi con la sofferenza interiore che impedisce il mantenimento del benessere psicofisico. La Mindfulness aziendale pone in noi consapevolezza e attenzione alle cose attuali, cercando di eliminare la sofferenza e gli stati d’animo negativi attraverso la comprensione e l’accettazione di un lavoro attivo sui nostri stati mentali. Cerca inoltre di sopperire dallo stato di disequilibrio e dolore che stiamo vivendo ad uno di maggiore percezione di benessere psicologico mettendo in relazione la mente/corpo.

Chi di noi non è tormentato dallo stress e da innumerevoli problemi nella sfera privata e lavorativa?

Corsi propedeutici di Mindfulness aziendale per Dirigenti

Ma il compito primario di ogni persona è quello di raggiungere un equilibrio psicofisico nella propria esistenza che ci permetta di vivere dei momenti di gioia del momento presente, senza farci influenzare dai problemi del passato e dall’ansia delle prospettive future. Perché la nostra esistenza è qui e ora. Uno dei principali concetti di questa disciplina, riguarda la connessione tra mente/corpo, ossia apprendere e riconoscere i vari segnali che il nostro corpo invia alla sfera cognitivo-emotiva al fine di capire e razionalizzare in modo corretto il loro significato. Lo stato di consapevolezza che coinvolge le varie regioni del cervello può essere essenziale per creare un buon equilibrio e benessere. E’ stato infatti dimostrato che praticanti con molti anni di meditazione, hanno sviluppato delle abilità cognitive maggiori rispetto ai non praticanti – mantenendo maggiore attenzione alle cose che producono benessere e con più difficoltà di svincolarsi dalle distrazioni con il conseguente beneficio di aumento della memoria, del sonno, della serenità e non ultima della produttività, ragion per cui induciamo questa pratica ai Dirigenti di aziende e alle cariche direttive che ogni giorno devono lottare con sempre maggiore enfasi.

Dal momento che la maggior parte di noi trascorre molte ore della propria esistenza nell’ambiente di lavoro, risulta chiaro che lo sforzo maggiore per trovare un equilibrio e una serenità lo dobbiamo applicare nel miglioramento dei rapporti con i nostri colleghi.

Noi, di Venice Sunset, con la nostra consolidata esperienza nell’organizzazione di eventi aziendali e nella creazione di attività di team building, negli ultimi anni abbiamo sperimentato che queste attività di team building di mindfulness aziendale sono estremamente efficaci per la crescita personale dell’individuo e per il miglioramento dei rapporti all’interno di team aziendali.

Un evento o incentive aziendale organizzato su tale tema, ha sempre riscontrato un enorme successo facendo scoprire ai partecipanti un mondo nuovo. Anche persone molto scettiche, hanno constato che, alla fine dell’evento, sentivano di aver vissuto un’esperienza nuova ed entusiasmante.

Sicuramente le pratiche meditative necessitano di un percorso molto lungo, ma imparare a conoscerle durante un evento aziendale può essere un’esperienza unica che può essere poi coltivata anche dopo, sia nella vita privata sia come training aziendale.

Come si svolge:

Lo scopo della meditazione è quello di gestire lo stress lavorando sul proprio “sé” e concentrandosi sul momento presente “qui e ora”.

Importanti nelle pratiche meditative sono la postura e la concentrazione sulla respirazione. I pensieri, le sensazioni fisiche e le emozioni devono essere osservate da “un io non giudicante; che è la parte di noi e ne è la conseguenza diretta di tutti i nostri problemi”.

L’ambiente è importante, ma non deve essere necessariamente silenzioso, perché la meditazione dobbiamo essere in grado di farla in qualsiasi luogo se vogliamo trarne i benefici.

Un modo nuovo da scoprire! O scoprire il mondo migliore che è sempre stato all’interno di noi!

Nome*:
Cognome*:
Telefono*:
E-mail*:
Numero Persone*:
Data Servizio*:
Budget Evento (Euro):
Maggiori informazioni:
Trascrivi il codice
Trascrivi il codice

Carico Di Spezie – Caccia Al Tesoro Venezia

Molteplici sono le attività di team building che organizziamo a Venezia e, in virtù di ciò, che continuamente pensiamo a dei format completamente nuovi ed inediti al fine di proporli ai nostri clienti. Questi format però, hanno sempre come valore aggiunto il divertimento, la scoperta della nostra città e, non ultimo, creare coesione per tutti i partecipanti al fine che questi possano conoscersi meglio, interagire tra di loro in modo benefico e riprodurre successivamente quanto appreso in questo gioco nei vari uffici aziendali per la risoluzione dei vari problemi che continuamente emergono. Il format che vi proponiamo è una caccia al tesoro a Venezia dal titolo UN CARICO DI SPEZIE, e si snoda nel Sestiere di Cannaregio, ancora oggi uno dei più affascinanti della città, dove si trova il primo e il più vecchio Ghetto Ebraico europeo del 1516. Nel tragitto vi saranno altri punti di interesse storico-artistico da scoprire.

Programma caccia al tesoro carico di spezie

Un carico di spezie è scomparso dai magazzini della Serenissima Repubblica. Stiamo vivendo un’epoca in cui le spezie avevano il valore dell’oro e delle pietre preziose. Il Maggior Consiglio ha dato l’ordine di reclutare dei volontari da dividere in squadre. Questi valorosi dovranno scoprire dove il carico di spezie è stato nascosto!

Una gara a squadre contro il tempo e contro gli avversari, alla ricerca del tesoro, ma non solo! Una serie di indovinelli, puzzle ed enigmi da risolvere usando tutta la vostra intelligenza; un modo totalmente nuovo per scoprire una delle città più affascinanti del mondo!

Non serve nient’altro che tanta voglia di scoprire, di giocare, delle scarpe comode e desiderio di divertirsi.

Lo scopo della caccia al tesoro è di far interagire i partecipanti con gli animatori che condurranno il gioco attraverso anche prove dinamiche e pratiche.

Punto di incontro caccia al tesoro carico di spezie Stazione Ferroviaria di Santa Lucia e fine della caccia al tesoro a Piazza San Marco dove verrà decretata la squadra vincente che avrà terminato nel minor tempo e, ovviamente, avrà risposto a tutti gli enigmi e trovato il preziosissimo tesoro di spezie.

Il gioco ha una durata di circa 2,5/3,00 ore.

Lingue: Italiano e Inglese (altre lingue con assistente con costo a parte)

Oltre al gioco, per sugellare questo momento magico, possiamo provvedere alla cena in un ristorante tipico della città.

Nome*:
Cognome*:
Telefono*:
E-mail*:
Numero Persone*:
Data Servizio*:
Budget Evento (Euro):
Maggiori informazioni:
Trascrivi il codice
Trascrivi il codice

Executive Leadership Coaching

Il coaching (affiancamento e guida) è una metodologia atta allo sviluppo personale nella quale un esperto supporta un persona a raggiungere un determinato obiettivo personale e/o professionale. L’executive coaching è rivolto a Manager aziendali, Dirigenti, Amministratori di società, Direttori Generali, CEO, ma altresì a Impiegati direttivi per facilitarne l’uso della comunicazione, il miglioramento e il raggiungimento di obiettivi aziendali mediante un’interazione positiva sulle persone o sul team con tecniche mirate di executive leadership coaching.

I cambiamenti epocali dell’ultimo decennio come la trasformazione digitale e la globalizzazione economica hanno completamente sradicato il classico modo di approcciarsi con la clientela; questi, tuttavia, sono destinati a produrre ulteriori variazioni di grande impatto negli anni a venire. Pertanto, è di vitale importanza far fronte a questa metamorfosi mediante l’utilizzo di persone altamente qualificate a recepire, valorizzare e trasmettere nuovi modi di approccio. L’executive Coach è una figura professionale che prepara l’azienda a recepire questi rinnovamenti e la supporta a raggiungere gli obiettivi che si è prefissata; a pianificare nuove strategie commerciali; apporre delle modifiche strutturali all’interno dell’azienda; migliorare la comunicazione tra i vari reparti a volte troppo ermetici e inclini all’ascolto, al fine di un bene comune: valorizzare il brand aziendale e incrementarne il business.

Tecniche specifiche per Top Managers

I benefici di executive leadership coaching sono molteplici: acquisire o aumentare la propria consapevolezza; migliorare la relazione con i colleghi, i subalterni, i clienti e tutto il team aziendale; imparare a riconoscere i comportamenti che creano beneficio ma altresì che possono creare delle limitazioni; accrescere la propria autostima; gestire la tensione sia in azienda che nella vita privata; sviluppare o migliorare le proprie conoscenze e competenze; preservare il proprio benessere fisico e mentale mediante attività collaterali che creano benessere, in quanto è cosa nota che la felicità interiore sviluppa dei processi chimici benefici per il nostro corpo.

Stiamo parlando dei seguenti neurotrasmettitori che ci aiutano ad essere felici e a migliorare il nostro approccio con gli altri: dopamina, serotonina, ossitocina ed endorfine.

  • La dopamina si propaga nel nostro corpo quando raggiungiamo un obiettivo. Pertanto posticipare non aiuta il nostro benessere, al contrario, lo riduce in quanto inibisce in noi stessi l’autostima. E’ quindi di vitale importanza porsi degli obiettivi di breve, media e lunga scadenza al fine del loro raggiungimento;
  • La serotonina è un’agente chimico che ci rende significativi e importanti. Gli psicofarmaci sono atti a questo processo anche se per essere felici dobbiamo cercare altre vie come la gratitudine che viene liberata dal nostro corpo mediante la valorizzazione di cose positive; l’autocelebrazione (fare vedere agli altri cose proprie come foto, video ecc. ecc.); il sognare ad occhi aperti, fare all’amore e avere un’esposizione giornaliera al sole;
  • L’ossitocina crea intimità e fiducia e favorisce l’inizio di relazioni sane. Un abbraccio, per esempio, riduce lo stress cardiovascolare e favorisce il nostro sistema immunitario. Negli eventi di team building che realizziamo, costantemente induciamo al tocco anche tra sessi uguali in quanto questi contatti sono benefici, creano fiducia e abbassano l’ormone dello stress (cortisolo);
  • Le endorfine, simili alla morfina, funzionano da analgesico e sedativo in quanto riducono la percezione del dolore e ci fanno arrabbiare di meno. Pertanto, fare sport e ridere in compagnia crea un effetto dirompente per il nostro corpo;
  • Anche la molecola dell’epinefrina (adrenalina) crea nel nostro organismo una scossa energizzante naturale contro la stanchezza psicofisica.

Effetti benefici con Executive Leadership Coaching

Per aiutarti a sviluppare degli effetti benefici, non esitare, contattaci ora per apprendere nuove metodologie e migliorare il tuo ego.

Nome*:
Cognome*:
Telefono*:
E-mail*:
Numero Persone*:
Data Servizio*:
Budget Evento (Euro):
Maggiori informazioni:
Trascrivi il codice
Trascrivi il codice

Beach Volley a Venezia

La pallavolo da spiaggia o meglio conosciuta con il nome di beach volley è un gioco di squadra che si effettua sulla spiaggia mediante due squadre avversarie che si misurano sul campo predisposto di sabbia diviso da una rete. Il beach volley a Venezia che proponiamo, è un gioco molto inteso e coeso e ha lo scopo di coinvolgere un team aziendale suddiviso da due squadre a gareggiare e sfidarsi tra di loro mediante il gioco, la strategia e la conoscenza reciproca al fine di far vincere la propria squadra, per poi successivamente riprodurre questo effetto benefico nei vari uffici aziendali per la risoluzione dei problemi quotidiani.

Team building aziendali con attività specifica di beach volley a Venezia

La tecnica del beach volley è quella di inviare la palla al di sopra della rete per farla cadere dall’altra parte del campo rivale cercando di fare opposizione allo stesso obiettivo della propria squadra avversaria. Ogni squadra ha a disposizione tre tocchi, comprensivi del tocco del muro. La palla è messa in gioco con un servizio, cioè un colpo del servitore diretto sopra la rete al campo avversario. Lo scambio continua fino a quando la palla tocca terra in campo, fuori dal campo (out), o una squadra fallisce nel tentativo di attacco. Alla squadra che ha vinto lo scambio conquista un punto (rally point system – regola pallavolistica per garantire l’assegnazione del punteggio ad ogni servizio). Se è la squadra che riceve a vincere lo scambio, oltre al punto guadagna il diritto a battere il servizio successivo. Il giocatore di servizio deve cambiare ogni volta che si verifica questa combinazione.

Il beach volley a Venezia ha origini californiane e dalle Isole Hawaii e oggigiorno questo sport è diventato molto popolare ed efficace in particolar modo per gare attinenti ai team building aziendali.

Questo team building può essere fatto sia a Venezia che Jesolo.

Nome*:
Cognome*:
Telefono*:
E-mail*:
Numero Persone*:
Data Servizio*:
Budget Evento (Euro):
Maggiori informazioni:
Trascrivi il codice
Trascrivi il codice

Ballo Mascherato

Il Carnevale di Venezia è stato raccontato da scrittori e artisti di tutte le epoche. Durante questo gioioso periodo dell’anno i “forestieri”, compresi nobili di alto lignaggio, arrivavano numerosi in città per abbandonarsi ai divertimenti più sfrenati e a qualche celata lussuria che non era permessa durante tutto il resto dell’anno. Tutti i teatri e tutti i ridotti erano aperti. Le calli, le malvasie, i “magazeni” e Piazza San Marco erano pieni di gente. Maschere, musica e giochi creavano un’atmosfera della quale si parlava in tutte le corti d’Europa con il clou della serata per il ballo mascherato.

Durante il periodo di carnevale, i nobili veneziani primeggiavano per gli elegantissimi balli che davano nei loro stupendi palazzi sul Canal Grande. Queste eleganti e antiche atmosfere possiamo viverle ogni anno partecipando a uno dei balli più esclusi.

Un ballo mascherato a Venezia di assoluto prestigio

Il ballo mascherato avrà luogo Sabato 18 Febbraio 2023 in una location di assoluto prestigio collocata nel cuore di Venezia. La magia e l’atmosfera del Ballo del Doge con la creazione di costumi suntuosi, magnifiche maschere e un’atmosfera da mille e una notte.

Dress code per la serata è quindi rigorosamente l’Abito d’Epoca che potrà essere noleggiato in un suntuoso Atelier vicino a Piazza San Marco il quale ospita oltre 1.500 costumi d’epoca disegnati e creati appositamente per la serata. Per coloro i quali avessero già il loro Abito d’Epoca, lo stesso potrà essere utilizzato per la serata, a condizione che gli abiti siano adornati anche da tutto il resto come: scarpe, calze, ecc.

Oltre alla partecipazione al ballo, offriamo anche la possibilità di un’esperienza più completa: un soggiorno di quattro giorni e tre notti con un programma incentrato sull’arte e sul secolo d’oro che rese Venezia una delle mete più ambite della nobiltà europea. Sarà un percorso esclusivo per conoscere la storia, i Palazzi e la moda del 1.700 e concludere in bellezza in una delle più suntuose location della città con il “Ballo del Doge” edizione 2023.

La nostra proposta luxury include hotel categoria 4 o 5 stelle, ristoranti di qualità, trasporti privati, accoglienza all’Aeroporto o alla Stazione Ferroviaria di Venezia e un consulente della nostra società a vostra completa disposizione per tutta la durata del vostro soggiorno.

Invia ora la tua richiesta per non essere escluso da questo evento glamour.

Nome*:
Cognome*:
Cellulare*:
Email*:
Numero Persone*:
Data del Ballo*:
Costume Uomo*:
Costume Donna*:
Taglia Costume Uomo
Taglia Costume Donna
Accessori*:
Richiesta Aggiuntiva:
copy the code below
copy the code below

Noleggio Yacht a Venezia

Proponiamo questo meraviglioso noleggio yacht ormeggiato a Venezia ideale per la realizzazione dei vostri desideri più esclusivi come: location di eventi, shooting, team building o tour privati.

L’imbarcazione è un elegante yacht a motore, lungo 30,00 metri e largo 7,00 metri, che può ospitare fino a 47 persone (più due di equipaggio e due hostess). Raggiunge i 14 nodi di velocità e grazie alle sue moderne dotazioni garantisce il massimo confort a bordo, sia da ferma che in navigazione. Ristrutturata di recente, è un’imbarcazione elegante e raffinata con interni spazioni e un ampio e confortevole ponte esterno. Il restyling degli interni è stato pensato per creare un’atmosfera calda e accogliente, un sofisticato alternarsi dei toni bianchi e blu che ricordano l’abbraccio tra sole e mare. Il mezzo è dotato delle ultime tecnologie per garantire ai suoi ospiti il massimo comfort e una navigazione in piena sicurezza, qualsiasi sia l’occasione del vostro soggiorno a bordo.

Ampi Spazi

Dotata di tre ponti e confortevoli spazi perfetti per ogni tipo di evento o semplicemente per una giornata di relax solcando le onde della laguna. L’ampio ponte sole panoramico è l’ideale per rilassarsi in compagnia ammirando le incredibili architetture e la sorprendente natura della laguna, mentre il fly è attrezzato con un bancone bar a disposizione degli ospiti per rendere più piacevole il soggiorno a bordo.

Lo Yacht è caratterizzato da un’ampia sala lounge di 50 mq che permette di organizzare cene placé per 24 coperti e a buffet per 45 persone.

Per vivere pienamente e intensamente il vostro evento fino a tarda notte o per gustarvi la magia notturna di Venezia con la possibilità di dormire a bordo, realizzando eventi di qualsiasi genere, animazioni, feste private, meeting di lavoro per la presentazione dei propri prodotti, viaggi incentive per i collaboratori o i clienti della società, cene e team building con corsi specifici. Lo Yacht è dotato di 9 cabine doppie, di cui sei twin e tre matrimoniali, ognuna con bagno privato.

Servizi di Bordo

Per rendere unico e speciale il vostro evento, l’imbarcazione offre un’ampia gamma di servizi aggiuntivi volti a soddisfare ogni necessità: dal catering personalizzato di alto livello allo chef privato, dall’organizzazione di dj-set alla musica dal vivo.

Noleggio Yacht a Venezia

Lo yacht può essere noleggiato dal mattino alla sera o anche per cene a tema e feste serali (dal pomeriggio a notte inoltrata).

Il carburante per il noleggio yacht è incluso nel prezzo per percorsi in laguna entro le 4 ore di navigazione.

Lo yacht è disponibile anche per la navigazione verso altre destinazioni e viene noleggiato in prevalenza a gruppi.

Nome*:
Cognome*:
Telefono*:
E-mail*:
Numero Persone*:
Data Servizio*:
Budget Evento (Euro):
Maggiori informazioni:
Trascrivi il codice
Trascrivi il codice

Sui Passi Di Casanova – Caccia Al Tesoro Venezia

Proponiamo un’inedita caccia al tesoro dal nome sui passi di Casanova e liberamente ispirata al roccambolesco personaggio veneziano Giacomo Casanova, conosciuto come il più grande seduttore della Repubblica della Serenissima. Un personaggio eclettico amante di una vita agiata che non sempre si poteva permettere tra teatri, bische con la perdita di ingenti somme al Ridotto e Casini con cene suntuose e incontri galanti con la bella di turno. Più che per la bellezza, Casanova possedeva una personalità irresistibile e oratorie superiori che lo fecero eccellere nelle corti europee.

L’incontro con i partecipanti avverrà davanti alla Stazione Ferroviaria Santa Lucia di Venezia dove verranno spiegate le regole del gioco, consegnate le buste con il nome assegnato ad ogni squadra e decretato un Capitano che sarà responsabile del proprio gruppo e lo coordinerà durante tutto il tragitto. Le buste consegnate conterranno il programma, il regolamento del gioco, i vari enigmi e la mappa del percorso che ogni gruppo dovrà scrupolosamente seguire per arrivare al finale.

Una caccia al tesoro entusiasmante con sui passi di Casanova

Durante il percorso ci saranno quattro stazioni dove i partecipanti troveranno i nostri attori teatrali vestiti con abiti veneziani come Colombina, Marco Polo e altri ancora che accoglieranno i partecipanti per fare loro delle domande sulla vita di Casanova e ad ogni domanda indovinata il gruppo riceverà dei punti che saranno sommati a tutte le altre prove e contabilizzati alla fine per decretare il gruppo vincente.

Tutto il gioco avverrà in zone tipicamente suggestive della città, pertanto oltre che creare una forte coesione, interesse e un crescendo di emozioni tra i partecipanti di ogni squadra, i gruppi avranno la possibilità di conoscere Venezia sotto un profilo storico culturale e in parte la sua storia millenaria.

Non sono previsti premi almeno che non siano richiesti direttamente dal Cliente con costo a parte.

La fine del gioco sui passi di Casanova sarà in Piazza San Marco.

Nome*:
Cognome*:
Telefono*:
E-mail*:
Numero Persone*:
Data Servizio*:
Budget Evento (Euro):
Maggiori informazioni:
Trascrivi il codice
Trascrivi il codice

Incentive Valencia

La città ideale per organizzare il tuo incentive Valencia in qualsiasi periodo dell’anno. Il tempo, quasi sempre soleggiato, permette di viverla all’aperto e di organizzare delle interessanti attività di team building. La luce e il calore di Valencia rispecchiano tutte le caratteristiche della nostra tanto amata Spagna che oramai spessissimo ci accoglie per l’organizzazione dei nostri eventi aziendali, tanto che possiamo dire che sia in nostro secondo Paese.

Come in ogni articolo vogliamo in breve descriverla: Valencia è la terza città della Spagna per numero di abitanti dopo Madrid e Barcellona e si trova sulla costa sud orientale. Venne fondata dai romani nel 138 a.c., dopo la caduta dell’impero romano fu invasa dai Visigoti e nel 711 passò sotto il dominio arabo. Dopo alterne vicende Valencia fu conquistata nel 1238 da Giacomo di Aragona. Da questo momento in poi la città inizia a vivere un periodo di sviluppo economico e culturale tanto da rimanere nella memoria come il secolo d’oro. Con la scoperta dell’America il centro dei commerci si spostò sulla costa atlantica – di conseguenza, la città visse un periodo di declino per ritornare a fiorire dal 1800 in poi.

Incentive Valencia nei quartieri più à la mode

Ci vorrebbero a disposizione molti giorni per organizzare un perfetto incentive aziendale a Valencia, ma noi ve la faremo conoscere anche in poco tempo. Visiteremo il monumento più famoso, vale a dire la splendida cattedrale che si erge sulle basi di un tempio romano e una moschea (pare che all’interno sia custodito il Sacro Graal). Ci inoltreremo in uno dei più affascinanti quartieri, il Barrio del Carmen, che si sviluppa intorno al Convento del Carmen Calzado. E’ uno dei quartieri più frequentati della città sia di giorno che di notte. Certamente non perderemo la visita all’elegantissimo e sfarzoso mercato delle seta (Patrimonio dell’Umanità).

Potremmo organizzare una cena in un bel ristorante sullo splendido lungomare che porta alle spiagge bagnate da un mare limpido premiato dalla Bandiera blu Europea. Una cena naturalmente con la mitica Paella Valenciana fatta con la carne oppure con il pesce. Per concludere con il classico dolce a base di mandorle e miele vale a dire il gustosissimo torrone!

Che altro dire se non che organizzare un fantastico incentive Valencia!!

Nome*:
Cognome*:
Telefono*:
E-mail*:
Numero Persone*:
Data Servizio*:
Budget Evento (Euro):
Maggiori informazioni:
Trascrivi il codice
Trascrivi il codice

Strategie Commerciali – Incrementare Le Vendite

Il venditore è una delle pietre miliari di un’azienda per il suo contatto diretto con il cliente. E’ colui che deve avere una conoscenza completa del prodotto in modo da poter trasmettere tutti i vantaggi e il valore in esso contenuti. La forza vendita va accuratamente selezionata, formata e, quando fornisce alti volumi di vendita, premiata! Il nostro supporto di strategie commerciali vi aiuterà a valorizzare la vostra forza vendite.

I viaggi premio sono sicuramente i più apprezzati in quanto permettono di fornire nuovi stimoli attraverso la scoperta di nuovi paesi, città e paesaggi. Durante i viaggi premio la forza vendita è stimolata a comunicare e a collaborare, rafforzando lo spirito di squadra. Il clima di serenità e di spensieratezza vissuto durante un incentive aziendale da noi organizzato fa aumentare il valore del tuo brand, valore che poi la tua forza vendita riuscirà a trasmettere ai clienti.

E’ assolutamente fondamentale stimolare continuamente i talenti della forza vendita. Un sistema efficiente del calcolo della quantità e della qualità della vendita effettuata durante l’anno permetterà di premiare i venditori più brillanti nella dovuta maniera.

Tips di strategie commerciali

Una buona azienda deve essere in grado di motivare la propria forza vendita e il proprio personale, questo perché un forte senso di appartenenza permette di raggiungere la maggior parte degli obiettivi prefissati. Durante la routine di tutti i giorni, purtroppo, questo può riuscire molto difficile, sicuramente in un ambiente rilassato e in un clima di vacanza tutto può risultare più facile e fluido. Un’adeguata comunicazione durante un incentive aziendale organizzato in una splendida meta, riuscirà a instaurare quelle sinergie positive uniche.

Venice Sunset organizza dei perfetti incentive aziendali specifici per i venditori, con team building tematici elaborati da personale competente. Il gioco e la spensieratezza permetteranno di rafforzare lo spirito di squadra e di definire la leadership personale. Le soluzioni e le mete che proponiamo sono molteplici e si basano sulla nostra esperienza vissuta direttamente sul luogo.

Il nostro network ci permette di avvalerci di professionisti che collaborano con noi da anni. Ogni evento o incentive aziendale è comunque direttamente seguito dal nostro personale che con il proprio supporto coordinerà le migliori strategie commerciali per incrementare le vendite.

Nome*:
Cognome*:
Telefono*:
E-mail*:
Numero Persone*:
Data Servizio*:
Budget Evento (Euro):
Maggiori informazioni:
Trascrivi il codice
Trascrivi il codice

Cena Di Gala A Venezia – Cena Gala Aziendale Di Natale

Il periodo di Natale è il momento giusto per organizzare un cena di gala a Venezia. Quando le strade vengono addobbate a festa e il clima si fa più fresco, inizia a crearsi quella tipica atmosfera che rende gli animi più caldi e disponibili a ritrovarsi in ambienti intimi, eleganti ed accoglienti. E’ il momento ideale per riunire tutte le forze aziendali per trascorrere delle ore indimenticabili e festeggiare i successi conseguiti durante l’anno. E’ anche il momento ideale per rafforzare la coesione del gruppo e un momento di incontro tra management e tutte le risorse aziendali.

La scelta della location, del menu e dell’intrattenimento richiede professionalità ed esperienza. Noi di Venice Sunset ci occupiamo di questo da molti anni e siamo quindi in grado di organizzarvi uno splendido e indimenticabile evento. Per l’occasione studiamo menu di alta cucina che richiamano sapori tradizionali. Allestiamo scenografie eleganti con addobbi floreali semplici, ma nello stesso ricercati, che esprimono attraverso il linguaggio dei fiori tutto ciò che si vuole comunicare durante la serata.

Ogni anno durante il periodo natalizio aziende molto importanti si affidano a noi per organizzare le loro cene di Natale a Venezia. Sicuramente la città offre uno scenario unico che permette di creare un’atmosfera che richiama le fastose feste che organizzava l’antica nobiltà. Sale finemente affrescate faranno da cornice al vostro evento rendendolo unico e indimenticabile.

Cena di gala a Venezia con melodie antiche

Sicuramente l’intrattenimento durante una cena di gala di Natale è fondamentale. Possiamo organizzare degli interventi con attori in costume o musicisti che, durante l’evento, allietano gli ospiti con melodie antiche e contemporanee. Oppure allestire dei casinò con i classici giochi in voga durante la Serenissima per trascorrere dei momenti allegri. Per completare la serata, poi, creiamo dei momenti dedicati completamente alle danze più sfrenate.

Come agenzia di eventi a Venezia, il giorno della cena di gala, proponiamo anche delle attività di team building come una caccia al tesoro tradizionale oppure un interessante tour culturale per scoprire i più importanti monumenti della città.

Che dire.. Possiamo garantivi che, al ritorno, avvolti dall’oscurità della notte, attraversando i canali all’interno di piccoli motoscafi, vi renderete conto dell’unicità dei momenti vissuti durante un’elegante cena di gala a Venezia.

Nome*:
Cognome*:
Telefono*:
E-mail*:
Numero Persone*:
Data Servizio*:
Budget Evento (Euro):
Maggiori informazioni:
Trascrivi il codice
Trascrivi il codice

Incentive Siviglia

Ogni volta che organizziamo un nuovo incentive aziendale a Siviglia il cuore ci si riempie di gioia. Amiamo profondamente questa splendida città che ci sa sempre regalare delle nuove emozioni. Sarà il fascino del sud della Spagna, con la sua cultura ricca di tradizione e di fusione di popoli, sarà il suo tempo caratterizzato dalla luce e dal sole splendente, sarà il suo cibo e i suoi impareggiabili monumenti… un incentive Siviglia è unico e ineguagliabile.

Incentive Siviglia alla scoperta della penisola iberica

Costruita sulle sponde del Guadalquivir, Siviglia è collocata nella parte sud occidentale della penisola iberica. E’ considerata la quarta città della Spagna per numero di abitanti che supera il 1.500.000. Oltre ad essere un centro culturale ed artistico rilevante è anche una città con un tessuto economico e sociale molto importante, quindi perfetta per organizzare un incentive aziendale.

I Tratessi furono i primi abitanti seguiti per un breve periodo dai cartaginesi per poi passare sotto il dominio dei romani che resero tutta la zona florida con il suo centro a Italica. Nel 712 tutta la regione divenne un califfato arabo con capitale Cordoba, solo nel 1147 con la dinastia degli Almohadi Siviglia divenne capitale. Nel 1248 Ferdinando III di Castiglia riconquistò la città cristianizzandola e eleggendola sede della corte, iniziò così la trasformazione di tutte le moschee in chiese. Un nuovo periodo di splendore Siviglia lo conobbe con la scoperta delle Americhe e con la creazione della Casa de Contratactiòn che deteneva il monopolio delle merci che provenivano dalle Americhe. Con l’occasione dell’esposizione universale del 1992 una parte della città fu completamente ristrutturata in stile avanguardista.

La splendida architettura di Siviglia con influenze islamiche

Con questa breve descrizione della storia di Siviglia è facile intuire come l’architettura della città si sia sviluppata con uno stile unico. E’ quasi impossibile descrivere l’emozione che si prova di fronte ad opere come la maestosa e imponente Cattedrale di Siviglia (la più grande cattedrale in stile gotico costruita sulle fondamenta della moschea Aljama) o il raffinato Alcazar, splendido esempio di architettura mudéjar (affascinante stile con influenze islamiche). Per il tuo viaggio incentive a Siviglia imperdibili poi sono i giardini dell’Alcazar anch’essi in stile arabo poi rivisitati in chiave rinascimentale; è come stare all’interno di un piccolo paradiso dove si può passeggiare tra terrazze, laghetti ed eleganti fontane.

Durante il vostro incentive Siviglia ci immergeremo insieme nel perenne clima di festa che la caratterizza percorrendo le sue tipiche strade e i suoi parchi. Ci faremo travolgere dalla spettacolarità e dalla sensualità del flamenco e dalla delizia delle tapas nelle tipiche taverne.

Siviglia ci aspetta!!!!

Nome*:
Cognome*:
Telefono*:
E-mail*:
Numero Persone*:
Data Servizio*:
Budget Evento (Euro):
Maggiori informazioni:
Trascrivi il codice
Trascrivi il codice

Viaggi Incentive Esempi: Nuove Mete Da Scoprire

Anche per il 2019 la classifica delle mete per l’organizzazione di incentive aziendali sono piuttosto scontate. Pare che Londra rimanga saldamente in prima posizione come destinazione più popolare seguita da Parigi, Barcellona e Berlino.  Noi di Venice Sunset proponiamo tutte le mete classiche, ma ricerchiamo anche nuove destinazioni di cui non si sente parlare molto spesso. Per farvi un esempio quest’anno abbiamo iniziato a proporre Bilbao, Colmar e Breslavia… le avete mai prese in considerazione per il vostro evento aziendale?! Per scoprirlo continua a leggere il nostro post di viaggi incentive esempi.

Viaggi incentive esempi all’insegna di paesaggi incantevoli e inaspettati

Avete mai sentito parlare di Breslavia? Questa splendida cittadina viene chiamata la “Venezia polacca”; questo perché si sviluppa sul fiume Older e sui suoi numerosissimi affluenti e conta quasi cento ponti come la nostra meravigliosa Venezia. Breslavia con i suoi festival e concerti è anche una destinazione ottimale per un evento incentive improntato sulla cultura.

Che dire poi di Bilbao? Tutti sappiamo che ospita uno dei musei di arte contemporanea più famosi al mondo il “Guggenheim” ma, forse, non tutti sanno che in questa città le autorità hanno investito ingenti somme di denaro per riqualificarla e per darle un’impronta green. Anche Bilbao è una città d’acqua perché si affaccia sul fiume Nerviòn che sfocia sul Golfo di Biscaglia. Bilbao è anche la meta ideale per un incentive aziendale con un tema eco-sostenibile ed enogastronomico.

E Colmar con le sue incantevoli casette colorate costruite lungo i canali? Oppure la valle del Riesling sul Fiume Mosella con il suo ottimo vino? Sicuramente non avete mai preso in considerazione delle destinazioni come la Croazia, la Slovenia oppure il Montenegro. Queste piccole repubbliche offrono la visita di caratteristiche cittadine e di paesaggi mozzafiato che vengono preservati con molta cura tanto da considerare la tutela dell’ambiente una delle prerogative fondamentali delle politiche governative.

Eventi aziendali alla scoperta delle capitali emergenti

La programmazione di Venice Sunset non finisce qui! Oltre alle mete più gettonate per un incentive aziendale come Mosca e San Pietroburgo, vi consigliamo anche le nuove capitali emergenti dell’Europa dell’est come Budapest, Zagabria e Sofia. Sono solo alcuni esempi di città che emanano un’energia particolare grazie ad una popolazione giovane con tanta voglia di rivalsa. Senza contare che danno la possibilità di organizzare un evento incentive di lusso a costi ragionevoli. Segui i consigli che ti abbiamo dato in questo articolo di viaggi incentive esempi.

Nome*:
Cognome*:
Telefono*:
E-mail*:
Numero Persone*:
Data Servizio*:
Budget Evento (Euro):
Maggiori informazioni:
Trascrivi il codice
Trascrivi il codice

Incentive Bilbao

Bilbao è una delle destinazioni alternative per il tuo incentive aziendale di successo. Un incentive Bilbao nella città Basca per eccellenza con una sua forte cultura identitaria e con una lingua propria. Custodisce antiche tradizioni, ma, nello stesso tempo, è lanciata verso un futuro dominato dall’attività di giovani artisti e creativi. Diventata improvvisamente famosa per il museo Guggenheim, realizzato dall’architetto canadese Frank Gehry, negli ultimi anni le autorità hanno deciso di rinnovarla completamente in una versione green e di sostenibilità. Con un passato dominato da un industrializzazione pesante, ha saputo affrontare nuove sfide bonificando interamente il fiume che la attraversa, allestendo quasi 100 km di verde e rinnovando completamente la rete della metro.

Le fonti storiche fanno risalire la nascita di Bilbao al 1300 quando Ferdinando di Castiglia decretò la nascita della località del nord della Spagna. E’ nel 1500 che viene creato il consolato di Bilbao e il porto inizia a svilupparsi grazie agli intensi scambi commerciali divenendo il centro più importante della Biscaglia. Grazie allo sfruttamento delle miniere di ferro si sviluppo anche il settore della grande industria. Durante la guerra civile fu pesantemente bombardata dalle milizie Franchiste e fu espugnata come Barcellona.

Come anticipato l’attrazione più importante di Bilbao è il tanto discusso museo Guggenheim. Il magnifico esempio del decostruttivismo è stato costruito nel 1997 e ha sollevato un infinità di critiche nella comunità basca sia per il suo costo che per la sua avveniristica architettura. All’interno custodisce collezioni permanenti e temporanee di arte contemporanea. Altro importante museo all’interno di un bell’edificio neoclassico è il museo delle belle arti all’interno del quale sono esposte opere dell’arte spagnola, basca e europea del periodo che va dal medioevo ai nostri giorni. Ma Bilbao ospita anche altri eccellenti espressioni di architettura come il Ponte Zubizuri di Santiago Calatrava e l’Atrium del centro culturale di Azkuna Zentroa disegnato da Philippe Starck.

Il tuo incentive Bilbao in una città di antiche tradizioni proiettata al futuro

Ma Bilbao non è solo architettura è anche espressione di un’eccellente tradizione culinaria. Visiteremo il Mercado de la Ribeira, tipico mercato coperto con una superficie di 10000mq dove più di 200 negozietti vendono i più svariati prodotti della gastronomia locale e magari ci gusteremo un pintxos sulla terrazza panoramica.

Cosa dire di più se non organizzare un meraviglioso incentive Bilbao e vivere di persona la tipica atmosfera dei paesi Baschi.

Nome*:
Cognome*:
Telefono*:
E-mail*:
Numero Persone*:
Data Servizio*:
Budget Evento (Euro):
Maggiori informazioni:
Trascrivi il codice
Trascrivi il codice

Viaggio Incentive Barcellona

Barcellona è la seconda città della Spagna dopo Madrid. Caratterizzata da un clima estremamente mite è adatta per organizzare un viaggio incentive Barcellona in qualsiasi periodo dell’anno. La città offre tutti i vantaggi e le comodità di una grande metropoli con il valore aggiunto di affacciarsi sul mare. Si differenzia da tutte le altre città spagnole tanto, che con la sua realtà a se stante, ne è impareggiabile. Anche Barcellona, come tutta la Spagna, offre un frenetica vita notturna che ti coinvolge di un’energia vitale unica.

Barcellona è il capoluogo della Catalogna ed è una comunità autonoma. Dista solo 150 km dal confine francese e dalla catena dei Pirenei. La leggenda vuole che la città sia stata fondata dal padre di Annibale. Di certo si sa che è stata fondata dai romani e che, a partire dal X secolo, grazie allo sviluppo di floridi commerci, inizia a prosperare diventando uno dei maggiori porti del Mediterraneo. Nel 1137 il Conte divenne Re di Aragona e la città la capitale del Principato di Catalogna. Dal IV sec. iniziò un periodo di declino economico che la escluse dal ricco commercio con le Americhe. Solo nel 1800 la città conobbe uno sviluppo industriale di grosse proporzioni, che portò ricchezza e le permise di estendersi e abbellirsi. Dopo la guerra civile fu sottoposta a una dura repressione per aver difeso strenuamente la repubblica.

Viaggio incentive Barcellona nell’eclettico mondo di Gaudì

Barcellona si inizia a scoprire dal Barrio Gotico, un quartiere che si sviluppò nel medioevo e presenta ancora la struttura urbanistica romana che si estende in una miriade di viuzze. È uno dei luoghi più misteriosi e affascinati della città che, con il calare della sera, si anima della tipica movida. Ma ciò che rappresenta Barcellona è la Rambla, simbolo della modernizzazione del 1800, considerato il tempio del commercio della città. Naturalmente il simbolo di Barcellona è la Sagrada Familia, opera modernista del genio di Gaudì. L’eclettico artista lasciò un segno indelebile anche con la realizzazione di alcune ricche case borghesi come la Casa Battlò e la casa Milà. Sicuramente da non perdere il quartiere alternativo e vitale di Barceloneta (antico Barrio di pescatori).

Riassumere in poche parole i motivi per organizzare il tuo viaggio incentive Barcellona risulta quasi impossibile, ci vorrebbero pagine e pagine di attenta scrittura. Quello che possiamo dire in poche righe… condividi con noi l’amore per la Spagna e divertiti organizzando un incentive aziendale con noi a Barcellona!

Nome*:
Cognome*:
Telefono*:
E-mail*:
Numero Persone*:
Data Servizio*:
Budget Evento (Euro):
Maggiori informazioni:
Trascrivi il codice
Trascrivi il codice

Incentive Madrid

Madrid è una delle città più affascinati della Spagna per organizzare il tuo incentive aziendale. Madrid è vita e calore! Il posto giusto per incentivare l’empatia tra le persone. Sicuramente è una delle capitali europee dove la bellezza dei suoi monumenti e dei suoi musei è resa più affascinante dal calore e dalla vitalità dei suoi abitanti. I giorni trascorsi in questa pulsante città ti arricchiscono e ti fanno assaporare un unico senso di libertà e di gioia. Un incentive Madrid veramente unico e pieno di vitalità.

Tutto il significato di Madrid si esprime in una sola parola “MOVIDA” un vivere continuo tra la notte e il giorno.

Il nome Madrid deriva da “Magerid” che significa “terra ricca d’acqua” in quanto gli arabi la identificarono come una zona ricca d’acqua per costruire una fortezza intorno all’ 865. Nel 1083 Alfonso VI di Castiglia conquistò la città ma è solo nel 1561 che Filippo II decise di insediarvi la corte dando inizio a uno sviluppo urbanistico e demografico che continuerà fino ai nostri giorni.

Incentive Madrid tra cultura e movida

Un incentive aziendale a Madrid è anche arte. Qui si trova il museo del Prado, una delle più importanti pinacoteche del mondo e, come il Louvre, inaugurato con l’obiettivo di rendere fruibili a chiunque i capolavori esposti. Impossibile elencare le opere dei famosissimi artisti che si possono ammirare. Si rimane estasiati (solo per citarne alcuni) dai dipinti di Velasques, Goya, Raffaello e Caravaggio.

Altro motivo di orgoglio della città è il museo Reina Sofia dove sono esposte opere che vanno dal novecento ai nostri giorni, con artisti come Picasso, Mirò e Dalì. L’opera più famosa che ospita il museo è il “Guernica” di Picasso, ma vi sono innumerevoli altri capolavori, solo per citarne alcuni: “ragazza alla finestra di Dalì”, la “Riunione informale” di Santos. Da non perdere poi una visita al Palazzo Reale e alla Cattedrale dell’Almudena.

Se nel tuo incentive a Madrid una visita culturale è d’obbligo, non bisogna mai farsi prendere dalla stanchezza perché poi c’è la sera e la notte da vivere. Un ricco aperitivo per le vie della movida e una tipica cena madrilena come il “concido” un gustoso stufato di verdure, carne e insaccati. Mangiarlo è un vero e proprio rito che si svolge in tre tappe: prima la zuppa, poi i ceci con le verdure… in ultima la carne.

Che dire…. Ven con nosotros a Madrid!

Nome*:
Cognome*:
Telefono*:
E-mail*:
Numero Persone*:
Data Servizio*:
Budget Evento (Euro):
Maggiori informazioni:
Trascrivi il codice
Trascrivi il codice

Team Building Giochi

La Campania è una Regione che offre moltissime attrattive turistiche di notevole importanza. Vale il detto per Napoli “vedi Napoli e poi muori” in quanto è una città che ti lascia a bocca aperta con i suoi scorci che si proiettano sul mare, il suo centro storico intriso di storia millenaria con i suoi palazzi che si affacciano su corti di estrema bellezza e le strade del centro storico strette e piene di enigmi. Tuttavia, in Campania vi sono altresì altri centri di estrema importanza e bellezza come l’isola di Capri avvolta di mistero, la Costa Amalfitana con i suoi paesi arroccati su ripidi pendii che si affacciano sul mare Tirreno, il Vesuvio con le case che sembrano adagiate sul letto del vulcano, il piccolo paese di Pompei con i suoi scavi millenari e moltissimi altri. Tutte zone di estrema bellezza per la creazione di team building giochi istruttivi e divertenti.

La Campania è anche una Regione dove si possono creare notevoli team building aventi diverse tematiche che spaziano dall’attività sportiva, alla pratica open air, o eventi strettamente connessi con l’acqua, il tempo libero o esperienze propedeutiche formative per piccoli o grossi gruppi.

Team building giochi in tutta la Regione Campania

I molteplici eventi che proponiamo sono: TREKKING; ESCURSIONI; SNORKELING; APNEA; ORTO; VIGNA E CANTINA; PESCA SPORTIVA, GIOCHI E SFIDA; VELA. Queste possono essere tranquillamente proposte per tutta la Regione Campania con particolare interesse per l’area della Penisola Sorrentina, Positano, Amalfi, Capri, Pompei, Gragnano, Castellammare di Stabia, Monti Lattari, zona Agro Nocerino Sarnese, Vesuvio, Cilento e Avellino.

La nostra Società è specializzata nella creazione di team building giochi formativi ed eventi aziendali. I nostri collaboratori vi consiglieranno e vi assisteranno per la soluzione più consona ed appropriata per la vostra società facendosi carico di tutti quei minuziosi particolari per la buona riuscita dell’evento; oltre al fatto che, durante l’evento, ci sarà sempre nostro personale in loco che vi assisterà fino al termine. La vostra felicità è la nostra gratificazione per avervi fatto vivere momenti unici.

Nome*:
Cognome*:
Telefono*:
E-mail*:
Data Servizio*:
Budget Evento (Euro):
N° Persone*:
Attività*:
Maggiori informazioni:
Trascrivi il codice
Trascrivi il codice

Incentive Aziendali

Per degli incentive aziendali tra storia e fiaba? Venite a Breslavia!

Organizzate i vostri incentive aziendali a Breslavia, troverete un’atmosfera permeata di fantasia. La città è dominata da piccoli e simpatici omini sempre impegnati a fare qualcosa. Al momento sono 170 sparsi per tutta la città, ma sono destinati ad aumentare! La simpatica tradizione di disseminare la città di piccole statue nasce negli anni ‘80. In quel periodo un gruppo di pacifisti, detto “Alternativa Arancione”, protestava contro la dittatura comunista e iniziò a disseminare in città delle piccole statue raffiguranti degli gnomi. Terminato il periodo della tirannia le statue sono state mantenute e conservate e ora accolgono con simpatia i turisti.

Breslavia è una delle città più grandi della Polonia. Il suo nome polacco è Wroclaw si affaccia sul fiume Oder ed è il capoluogo della Slesia. La fortuna della città è dovuta alla sua posizione strategica collocata tra un importante crocevia che collega il mar Baltico all’Europa meridionale. Pare che sia stata fondata nel X sec. dal Duca di Boemia Vratislav I, un importante sviluppo però lo conobbe tra il XII e il XVI sec. Nel 1702 (anno della fondazione dell’Università) entrò a far parte della Prussia per ritornare polacca alla fine della seconda guerra mondiale.

Incentive aziendali con atmosfere di altri tempi

Breslavia ora risplende per accogliere i vostri incentive e attività di team building. I suoi principali edifici storici sono stati ricostruiti e ora si presenta con un’architettura ordinata mista tra antico e moderno. Il cento storico si presenta con i colori brillanti dei palazzi che circondano la Piazza del mercato in cui domina imponente il maestoso Municipio. Altri monumenti importanti sono la Piazza del Sale e l’Isola della Cattedrale. Breslavia è anche sede di una delle più importanti Università della Polonia.

Il motivo principale per organizzare un incentive aziendale a Breslavia è che conserva ancora una dimensione umana e si respira un’atmosfera accogliente e amichevole. Breslavia può essere una soluzione alternativa per il tuo incentive. Dopo una classica colazione polacca a base di salumi, prosciutto cotto, formaggi e uova, trascorreremo ore liete tra divertenti attività di team building e passeggiate per finire la giornata con delle tipiche cene a base di zuppe e piatti di carne.

Breslavia con i suoi colori e il suo calore vi aspetta!

Nome*:
Cognome*:
Telefono*:
E-mail*:
Numero Persone*:
Data Servizio*:
Budget Evento (Euro):
Maggiori informazioni:
Trascrivi il codice
Trascrivi il codice

Incentive Danzica

Danzica può essere un’idea per il tuo incentive o viaggio aziendale che esula dalle solite mete. Danzica è una bella città costruita sulle sponde del fiume Motława, un ramo del delta della Vistola e dista un chilometro dal mar Baltico. Ha costruito la sua ricchezza sul commercio, sui cantieri navali e sul commercio dell’ambra, la resina fossile venduta in tutte le boutique della città. Un incentive Danzica tra passato e presente.

La sua storia è travagliata tra periodi di splendore e di guerre. Nel 1440 Danzica si unì alle città Anseatiche di Elbing e Thorn e fino al XVII sec crebbe velocemente diventando una delle città più importanti del mar Baltico. Verso la fine del XVII secolo entrò a far parte del regno di Prussia e, a parte la pausa napoleonica, rimase tedesca fino alla fine della prima guerra mondiale. Nel 1919 con il trattato di Versailles si creò la Città Libera di Danzica che comprendeva la città, il porto, e un piccolo territorio circostante. La zona era governata da un commissario nominato dalla Società delle Nazioni. Nel 1939 fu occupata dalla Germania e visse triste vicissitudini come tutto il resto della Polonia. Con la fine della seconda guerra mondiale ritornò allo stato Polacco.

Danzica esprime tutto il fascino e l’eleganza delle città polacche e conserva un enorme patrimonio storico culturale. Quasi completamente distrutta durante la seconda guerra mondiale è stata poi ricostruita recuperando i suoi splendidi monumenti che vanno dallo stile gotico, rinascimentale e manierista.

Danzica è anche simbolo di libertà e cambiamento epocale, non dimentichiamo che proprio qui iniziò la protesta del sindacato libero di Solidarność capeggiato dal suo leader Lech Walesa che dopo il periodo di messa al bando dal governo comunista nel 1989 riuscì a traghettare il paese dal totalitarismo alla democrazia.

Incentive Danzica tra libertà, benessere e successo

Uno spunto per un incentive Danzica nasce da una frase scritta sulla porta d’Oro (famoso monumento in centro storico). Su questo monumento ci sono delle statue che rappresentano la libertà, il benessere e il successo; ed è scritta una frase in latino piena di significato “La concordia fa crescere gli stati piccoli, la discordia fa crollare quelli grandi”. Quale mood più motivante potreste trovare per un incentive aziendale di successo!!!!

Nome*:
Cognome*:
Telefono*:
E-mail*:
Numero Persone*:
Data Servizio*:
Budget Evento (Euro):
Maggiori informazioni:
Trascrivi il codice
Trascrivi il codice

Riesling Mosella

Se volete programmare un incentive al di fuori degli schemi tradizionali, scegliete la strada del vino di Riesling Mosella in Germania. Consigliamo l’unicità di questo territorio per la bellissima vista delle terrazze dove viene sapientemente coltivata la famosa vite a bacca bianca. Questa è la valle Mosella che si snoda tra le città di Coblenza e Magonza. Tutto questo fa da cornice allo scorrere del Fiume Mosella che nascendo in Francia e percorrendo da milioni di anni la valle della Renania meridionale (detta anche del Palatinato) ha modellato anse scoscese fornendo terreno ideale per la coltivazione delle vigne.

La tratta più affascinante della Weinstrasse è sicuramente l’ansa di Bremm (qui si trova l’omonimo caratteristico villaggio) dove i terrazzamenti sono ripidissimi, tanto che sembra impossibile la loro lavorazione. Proseguendo incontriamo il Castello di Cohem che sovrasta l’omonimo villaggio; la sua fondazione in stile romanico risale al 12° sec, fu poi distrutto dalle truppe francesi nel 1689 e ricostruito da un ricco industriale berlinese alla fine del 1800 come residenza privata in stile neogotico.

Incentive Riesling Mosella tra natura e percorsi gastronomici

Un motivo decisamente importante per organizzare il tuo incentive sulla valle del Mosella è la pista ciclabile che si snoda per 250 km tra borghi e vigneti da Perl a Coblenza. Coblenza è una delle più antiche città della Germania; conobbe un considerevole sviluppo grazie alla tasse doganali che provenivano dal permesso di poter navigare il fiume. Proprio qui il fiume Mosella incontra il Reno.

Per capire a fondo cos’è l’atmosfera che si respira organizzando un incentive sulla valle di Riesling Mosella è necessaria una visita al villaggio Bernkastel-Kues con le sue caratteristiche casette a graticcio dall’incomparabile bellezza e curate nei minimi dettagli.

Oltre a farvi visitare le bellezze architettoniche della regione vi costruiremo un percorso enogastronomico scoprendo le migliori cantine dove viene prodotto il già citato Riesling Renano, uno dei vini bianchi più famosi nel mondo. Il suo aroma e profumo è inconfondibile, delicato con un’acidità importante. Lo testeremo insieme nei luoghi di produzione oppure, alla sera seduti nelle tipiche enoteche e coccolati dalla gentilezza che contraddistingue gli osti di questa regione.

Nome*:
Cognome*:
Telefono*:
E-mail*:
Numero Persone*:
Data Servizio*:
Budget Evento (Euro):
Maggiori informazioni:
Trascrivi il codice
Trascrivi il codice

Tour Strada Romantica Germania

Se state cercando un incentive aziendale all’insegna della natura e delle attività all’aria aperta, la Romantische Straße è sicuramente la scelta ideale. Da Füssen a Würzburg (quasi 370 km) si scoprono i paesaggi più affascinanti della Baviera e del Baden-Württemberg. Il tour strada romantica Germania è un percorso paesaggistico ideato negli anni ’50 per rivalutare la zona con le sue belle cittadine, montagne, laghi e colline.

Se si inizia a percorrerla da Sud, la prima cittadina che si incontra e Fussen. La sua storia risale all’epoca romana e conobbe, grazie alla sua posizione strategica tra l’Italia e Augsburg, un periodo florido durante il XV e XVI secolo. In questo periodo divenne anche famosa per i suoi abili artigiani che costruivano violini e liuti di alta qualità. L’esperienza di una passeggiata attraverso i vicoli del suo centro storico è unica.

Rottenbuch, paesino di 1800 abitanti, vale la pena visitarlo solo per la sua abbazia di RottenbuchMariä e per la chiesa di Geburt (Natività di Maria), uno splendido esempio di rococò.

Imperdibile è la visita ai castelli NEUSCHWANSTEIN E HOHENSCHWANGAU. L’imponente Castello di Neuschwanstein fu fatto costruire da Ludovico II^ di Baviera investendo una considerevole somma di denaro. Ha tutte le caratteristiche del classico castello da fiaba tanto che ha ispirato la Walt Disney per i suoi film. Il Castello di Hohenschwangau invece, è dove Ludovico II^ è cresciuto e dove ha trascorso spensierati momenti con il suo amico Richard Wagner. Landsberg è un altro piccolo gioiellino dell’arte rococò sulle rive del fiume Lech.

La città più importante che troviamo sulla Romantische Straße è Augusta, prende nome dall’imperatore Augusto che la fondò nel 15 sec. a.c. Un importante sviluppo lo conobbe nel 14^ secolo con la potente famiglia di abili imprenditori che furono i Fugger. Augusta ha lasciato la sua impronta nella storia perché, proprio qui, si firmò “La pace di Augusta” con la quale si stabilì ufficialmente la divisione della Germania tra cattolici e protestanti.

Tour Strada Romantica Germania per un incentive nella natura incontaminata

Altre infinite parole potrebbero essere spese per motivarvi a organizzare un incentive tour strada romantica Germania: ma credeteci!! Il motivo principale è rivivere la romantica ed elegante atmosfera creata da Ludwig II^ di Baviera che continua a permeare la regione di magica atmosfera!!

Nome*:
Cognome*:
Telefono*:
E-mail*:
Numero Persone*:
Data Servizio*:
Budget Evento (Euro):
Maggiori informazioni:
Trascrivi il codice
Trascrivi il codice

Incentive Cracovia

Stai cercando un incentive Cracovia alternativo? Segui il nostro consiglio… organizzalo a Cracovia!

Cracovia è un elegante città sulle rive della Vistola nel sud della Polonia vicino al confine con la Repubblica Ceca… ed è stata a lungo la capitale del paese. Oggi è sicuramente un interessante centro culturale, artistico e universitario. Risparmiata dalle distruzioni della seconda guerra mondiale conserva un bel centro storico protetto dall’Unesco. Possiamo garantirvi che è un’esperienza veramente particolare passeggiare per la sua maestosa piazza Rynek nel centro della quale c’è il Mercato dei tessuti (Sukiennice) testimonianza della sua fiorente economia mercantile. Nella stessa piazza si trova l’imponente Chiesa di Santa Maria con le due torri dalle altezze diverse.

Il Castello di Cracovia (Wavel) che si specchia maestoso sul fiume Vistola è una meta sicuramente imperdibile durante il vostro incentive aziendale. E’ un simbolo importante per la nazione polacca perché qui vennero incoronati molti Re. Nel complesso della collina si erge altera la cattedrale di Wavel, il simbolo spirituale della Polonia. Il castello è anche permeato da un alone di magia, infatti, la tradizione vuole che in una caverna vivesse il drago di Wavel che fu sconfitto da un eroico calzolaio che gli fece mangiare una pecora imbottita di zolfo che lo costrinse a bere l’intero fiume di Cracovia (Vistola) fino a scoppiare. Una visita al Museo Czartoryski Cracovia è obbligatoria solo per ammirare uno dei capolavori di Leonardo da Vinci “la dama con l’ermellino”.

Un qualcosa di spettacolare e unico lo possiamo ammirare entrando nelle miniere di sale di Wieliczka dove sono state ricavate una “Cattedrale di Sale“ e 300 km di gallerie con bassorilievi, decorazioni e laghetti. Ma Cracovia è anche un luogo di spiritualità e di riflessione. Spiritualità perché in questa città fu Vescovo Papa Wojtyla, eroico difensore degli ideali cattolici durante il periodo del governo comunista. Riflessione perché nel quartiere ebraico di Kazimierz viveva una fiorente comunità quasi sterminata durante la sanguinaria dominazione tedesca.

Cultura, formazione e divertimento con il nostro incentive Cracovia

Ma il vostro incentive aziendale a Cracovia non sarà solamente cultura e riflessione, vi faremo provare i Piroghi (ravioli ripieni di formaggi o carne), la barszcz (zuppa di barbabietole e ravioli), la chlodnik (una minestra fredda di latte) oppure il gustoso stufato di carne “il bigos” poi coinvolgenti team building, balli e canti allietati da dissetanti boccali di buona birra polacca.

Il nostro Ufficio eventi è a completa disposizione per trovare la soluzione più adatta alle vostre esigenze e per la realizzazione di un incentive Cracovia unico ed inedito.

Nome*:
Cognome*:
Telefono*:
E-mail*:
Numero Persone*:
Data Servizio*:
Budget Evento (Euro):
Maggiori informazioni:
Trascrivi il codice
Trascrivi il codice

Incentive Varsavia

La città di Chopin è un’esplosione di vita diurna e notturna che si sviluppa in tutto il centro della città oltre ad offrire un’ampia gamma di location esclusive per il tuo incentive Varsavia. Una business card per viaggi incentive, formazione per team building e per la creazione di eventi aziendali in grado di offrire varie opportunità ad una clientela variegata.

Varsavia è ben conosciuta per gli eventi che si sono succeduti durante la Seconda Guerra Mondiale che hanno sconvolto gli equilibri dell’Europa e dell’intera umanità. Oggi quei giorni non sono stati dimenticati, ma al contrario sono conservati affinché la città possa risvegliarsi e riproporsi con una nuova immagine. Gli ingenti finanziamenti dell’Unione Europea hanno dato un impulso straordinario all’economia polacca, tanto che oggi è una delle più fiorenti dell’Europa dell’est.

Varsavia, come tutte le altre città della Polonia, ha subito un completo restyling con un’attenzione al restauro di edifici storici e con la costruzione di moderni edifici dal design futuristico.

Nel bellissimo centro storico di Varsavia si trova la piazza del mercato con al centro la statua della Sirenetta quale simbolo della città ed edifici in tinte pastello che ospitano numerosi eleganti caffè. Tutto il centro storico di Varsavia, tuttavia, offre molteplici locali con diverse tipologie e adatti ad eventi aziendali a seconda del numero dei partecipanti e per il tipo di evento che dovranno ospitare. Per delle numeriche non particolarmente eccessive, si può optare per delle soluzioni di piccole/medie cantine o locali trendy dislocate in vari punti della città.

Strutture di massimo rilievo per il tuo incentive Varsavia

Antiche dimore storiche sono state convertite in hotel di lusso dagli spazi importanti e sono state create delle nuovissime strutture contemporanee con ampi spazi e adatte alla ricezione di gruppi numerosi dotati di ogni comfort con ampie sale per riunioni aziendali e per la creazione di eventi aziendali. Da non tralasciare le location adibite a cene di gala e brunch aziendali che sono dislocate in vari punti della città, anch’esse aventi ampi spazi e adatte ad un’ampia accoglienza di persone.

Il nostro Ufficio eventi è a completa disposizione per trovare la soluzione più adatta alle vostre esigenze e per la realizzazione di un incentive Varsavia divertente ed elegante.

Nome*:
Cognome*:
Telefono*:
E-mail*:
Numero Persone*:
Data Servizio*:
Budget Evento (Euro):
Maggiori informazioni:
Trascrivi il codice
Trascrivi il codice

Incentive Francoforte

Francoforte sul Meno (chiamata così per distinguerla da Francoforte sull’Oder) è la meta ideale per la realizzazione di un incentive Francoforte per il settore finanziario. Infatti, è sede della Banca Centrale Europea, della Banca Federale Tedesca ed è il terzo mercato azionario mondiale. Non dimentichiamo che nel 1585 qui nacque la prima borsa valori e alla fine del 1700 i Rothschild iniziarono le loro prime attività.

Come Berlino è una città multiculturale tanto che un abitante su tre ha origini non tedesche. E’ soprannominata anche Mainhattan per il suo sviluppo verticale che ricorda quello di Manhattan. Tale scelta fu optata durante la fase di ricostruzione dopo la sua quasi totale distruzione durante la seconda guerra mondiale.

Francoforte è anche la città dove nacque Ghoete il quale soleva dire “qui mi sento me stesso… qui mi sento uomo”. E’ considerata una delle città più vivibili della Germania e uno centri culturali più importanti d’Europa (dove si tiene un’importante fiera del libro).

Incentive Francoforte nelle location più significative della città

La tappa principale per iniziare il tuo incentive aziendale a Francoforte è la piazza Römerberg, completamente ricostruita dopo la seconda guerra mondiale, è impreziosita da eleganti palazzi costruiti tra il XV e XVII secolo con travature in legno. In questa piazza si trova il municipio o Rathaus “Römer” come viene chiamato dai suoi abitanti; qui venivano nominati gli Imperatori del Sacro Romano Impero.

Considerevoli somme di denaro vengono investite nella cultura. Francoforte, con le sue importanti facoltà di sociologia e di filosofia, è stata ed è tuttora la culla della conoscenza umanistica. E’ doveroso sottolineare che in questa città si sviluppò la famosa scuola sociologico-filosofica di orientamento neo-marxista che prese il nome di “La Scuola di Francoforte” e qui, che alla fine del 1932, approdò Marcuse all’Istituto per la Ricerca Sociale (Institut für Sozialforschung).

Come tutte le città della Germania, anche Francoforte ci tiene alle sue aree verdi. Potrete ammirare il bel parco del Stadtwald o il curatissimo giardino botanico del Palmengarten il quale è stato inaugurato nel 1868 e conserva una bellissima collezione di piante esotiche. In questo meraviglioso giardino è possibile immergersi in un contesto naturale unico ed è possibile assistere a delle rappresentazioni musicali e teatrali.

Che dire! una città ideale per organizzare un incentive Francoforte con un unico mood: finanza, cultura, tradizione e natura!

Nome*:
Cognome*:
Telefono*:
E-mail*:
Numero Persone*:
Data Servizio*:
Budget Evento (Euro):
Maggiori informazioni:
Trascrivi il codice
Trascrivi il codice

Incentive Berlino

Berlino è una città internazionale con una fusione di culture ed etnie che vivono e si rispettano reciprocamente. Questa città, ricca di magia, ha da sempre fatto parlare di sé per la sua voglia di libertà che l’ha resa negli ultimi anni una delle capitali più affascinanti d’Europa, attirando giovani artisti da tutto il mondo. Dimenticati gli anni bui della guerra fredda e la tristezza del muro che la divideva, è ora una delle destinazioni più cool per un evento aziendale o incentive Berlino. Malgrado sia una delle capitali più popolate d’Europa, qui puoi trovare dei quartieri dove la vita scorre con un ritmo più rilassato e dove giovani persone passeggiano serene.

Berlino è forse l’unica città che ha sperimentato due sistemi socio economici totalmente contrapposti; a Ovest con le luci del capitalismo e la comunità degli alternativi e a Est con il lento e cupo sistema comunista.  Ora, con gioia possiamo scoprire i suoi colori attraverso i Murales del quartiere alternativo di Kreuzberg oppure ammirando le opere degli street – artist dell’Est Side Gallery (quel che resta del muro).

Perfino la torre della televisione, imponente esempio dell’architettura della DDR degli anni ‘50, la rende inconfondibile. Una volta raggiunta la sua piattaforma a 203 metri di altezza si può ammirare un panorama mozzafiato. Imperdibile è anche una passeggiata lungo “Unter den Linden” letteralmente “sotto i tigli”; un lungo viale voluto da Federico Guglielmo di Prussia che termina con la maestosa porta di Brandeburgo.

Come tutte le grandi città Berlino è anche cultura e storia, lungo il fiume Sprea si trova “l’isola dei musei” dove sono collocati il Museo Antico (Altes Museum) con le sue opere d’arte d’epoca etrusca, greca e romana; il Museo Bode (Bodemuseum) con una collezione d’arte bizantina; il Museo Nuovo (Neues Museum) con un importante collezione di reperti egizi; infine il Museo di Pergamo che conserva il magnifico altare di Pergamo e la spettacolare porta di Babilonia.

Condividi la nostra passione per questa città con il tuo incentive Berlino

Raccontare Berlino e come raccontare una magia, quindi risulta piuttosto difficile descriverla a parole. Si deve essere predisposti a ricevere l’energia che emana. O la ami o la odi, ma se te ne innamori sarà per la vita come per tutte le grandi storie d’amore.

Organizza il tuo incentive Berlino con noi e condividerai una passione!!

Nome*:
Cognome*:
Telefono*:
E-mail*:
Numero Persone*:
Data Servizio*:
Budget Evento (Euro):
Maggiori informazioni:
Trascrivi il codice
Trascrivi il codice

Incentive Monaco Baviera

Monaco di Baviera è senz’altro la città della birra e del romanticismo. E’ la terza città della Germania dopo Berlino e Amburgo ma sicuramente la più importante della Baviera. Visitandola si respira un’aria diversa dagli altri centri della Germania. Una splendida idea è organizzare il tuo incentive Monaco Baviera. Pur contando quasi 1.500.000 abitanti attraversandola si respira quasi un’aria da tranquillo villaggio.

Imperdibile è la visita alla piazza centrale di Marienplatz dove si trova l’Altes Rathaus (Municipio Vecchio) e il Neue Rathaus (Municipio Nuovo) splendidi esempi di architettura tardo gotica. In particolare il Neue Rathaus è impreziosito dalla torre dell’orologio nella quale è collocato carillon di Glockenspiel con le sue 43 campane e 32 statue che si mettono in movimento due volte al giorno. Sembra un piccolo cofanetto in cui sono rappresentati il matrimonio di Guglielmo V con Renata di Lorena e la “Danza dei Bottai” (Schefflertanz), una danza che celebra la sconfitta della terribile epidemia di peste che colpì Monaco nel 1517.

Monaco è anche la città della birra, quindi, un buon motivo per organizzare il tuo incentive aziendale (si trovano 6 famose fabbriche di birra); questa gustosissima bevanda è sinonimo di allegria e festa. Infatti, qui si celebra una delle feste più imponenti in suo onore. Stiamo parlando dell’OKtoberfest, una festa nata più di due secoli fa per celebrare il matrimonio tra Ludovico I di Baviera e la principessa Teresa di Sassonia nel 1810.

Organizza il tuo incentive Monaco Baviera; trascorreremo insieme dei giorni spensierati tra canti Wurstel e allegria, magari immersi nel meraviglioso Giardino Inglese “Englisher Garten” commissionato dal duca Karl Theodor nel 1789 e considerato tra i più grandi parchi pubblici al mondo.

Incentive Monaco Baviera nelle migliori Pinacoteche

Per un incentive a tema culturale, Monaco di Baviera offre un’area famosa per la sua alta concentrazione di musei che prende il nome di Maxvorstadt o “Kunstreal” (area dell’arte) in questa zona si trovano “l’Alte Pinakotek” nella quale sono esposte innumerevoli opere di Botticelli, Tiziano e Rembrant; la “Neue Pinakothek” e la “Pinakothek der Moderne” con le esposizioni di arte moderna e contemporanea. Come se non bastasse, per la delizia del gusto e dell’eleganza, vi faremo visitare la Residenza di Monaco di Baviera, una residenza reale della dinastia dei Wittelsbach considerata una delle più belle d’Europa.

Che dire… non resta altro che organizzare un fantastico evento in questa meravigliosa città!!

Name*:
Surname*:
Mobile*:
Email*:
Nr. of People*:
Date of Service*:
Budget Event (Euro)*:
Additional Request:
copy the code below
copy the code below

Incentive Amburgo

Amburgo insieme a Berlino è una delle città più cool della Germania, ma è anche sicuramente una delle più ricche e affascinanti. Costruita sui canali come Venezia, è collegata al mare del Nord dal fiume Elba. Uniche sono le passeggiate nelle intricate strade e canali situati nella città portuale detta Speicherstadt (città magazzino) caratterizzata dai suoi inconfondibili magazzini di mattoni rossi. I famosi magazzini Speicherstadt sono alti sette-otto piani, sorretti da palafitte in legno di quercia. Sono un eccellente esempio di architettura tipica delle città anseatiche Questi magazzini servivano per lo stoccaggio di merci di vario genere quali caffè, tè, spezie, cacao, tabacco, rum e tappeti orientali e oggi adibiti per incentive Amburgo.

Sicuramente Amburgo è una meta molto interessante per il tuo incentive Amburgo o evento aziendale. Vale la pena solo per la visita all’Hafencity, si tratta della più imponente rigenerazione urbana di un’area portuale in Europa che, da zona degradata, è diventata con nuovi hotel di design, caffè, negozi e appartamenti di lusso una delle zone più lussuose e alla moda della città. Per non parlare della futuristica nuova sede dell’Opera di Amburgo “filarmonica dell’Elba” che, con la sua elegante proiezione verso il cielo e il mare, riflette l’intera città in uno specchio quasi surreale.

Amburgo è anche musica e cultura. In questa metropoli hanno sede innumerevoli case editrici e case discografiche oltre a un numero consistente di club musicali, non dimentichiamo che i Beatles iniziarono la loro carriera proprio in alcuni locali di questa città. Un incentive aziendale ad Amburgo è sicuramente interessante solo per i suoi 60 musei con tutte le loro importanti collezioni e per la sua atmosfera creativa alimentata dagli innumerevoli artisti che vi abitano.

Incentive Amburgo nei canali della città

Lo staff di Venice Sunset renderà unico il vostro incentive aziendale immergendovi nelle suggestive atmosfere dei canali di Amburgo oppure con indimenticabili gite in barca sui fiumi Elba, l’Alster e Bille. Il mood dell’evento sarà l’acqua come elemento principale di vita e sviluppo. Un incentive sicuramente alternativo e nuovo che renderà soddisfatti i tuoi ospiti.

Name*:
Surname*:
Mobile*:
Email*:
Nr. of People*:
Date of Service*:
Budget Event (Euro)*:
Additional Request:
copy the code below
copy the code below

Viaggi Su Misura Tour Operator

Il vero lusso non è viaggiare, ma farlo con stile – cercando nuove mete e originali esperienze da ricordare e condividere nel tempo con l’ausilio di travel designer competenti e professionali, regolarmente abilitati e non singoli che si improvvisano a questa attività. Il luxury travel è in continua evoluzione. Ospiti facoltosi che delegano le loro fantasie a professionisti esperti del settore affinché il viaggio possa rappresentare quel momento di svago e di relax, unito però a un programma di intenso valore culturale in modo tale che arricchisca la persona e la renda parte integrante alle forti emozioni espresse dal nostro territorio: accommodation in boutique hotel esclusivi, programma di escursioni che rievocano le tradizioni del bel paese, ristoranti stellati dal servizio di classe, tour guidati con professionisti preparatissimi e attenti al dettaglio, nonché transfer di altissimo livello che esaltino l’importanza del cliente al fine di creare suggestivi viaggi su misura Tour Operator.

Come dicevamo, il nostro settore è in continua evoluzione e pertanto lo staff di Venice Sunset è costantemente impegnato nella ricerca di continue novità che il mercato richiede. La nostra agenzia, oltre che ad operare nel settore corporate per la creazione di importanti eventi nel territorio italiano, segue oramai da parecchi anni clienti up level che si appoggiano ad importanti tour operator nord americani.

L’esperienza acquista in questi anni, interagendo con una tipologia di clientela che ricerca la perfezione del dettaglio, ci ha permesso di sviluppare un’estrema abilità nel saper coccolare e proteggere i nostri ospiti (non amiamo chiamarli clienti) affinché il loro viaggio nel nostro paese sia fluido, senza intoppi e pieno di emozioni.

Scegli i nostri Viaggi Su Misura con i migliori Tour Operator in Italia

I nostri servizi variano dai singoli, coppie o travelling family, ossia famiglie appassionate di viaggi con capacità di spesa medio-alta, sono questi i viaggiatori che generalmente si rivolgono ai travel designer per la ricerca sempre più specifica del particolare e del viaggio unico su misura. Anche i bimbi oggigiorno giocano un ruolo di primaria importanza nella famiglia in quanto, anch’essi resi partecipi nella decisione, pertanto protagonisti attivi e non più passivi del viaggio.

Per i clienti che si affidano alla nostra agenzia per la realizzazione dei loro viaggi su misura con i migliori Tour Operator, proponiamo soluzioni ricercate e fuori dal comune e in linea con le tendenza più attuali come: viaggi eco-sostenibili, viaggi dediti alla cura e al benessere della persona, esperienze culinarie ed escursioni private dedicate alla natura e cultura.

Che altro dire se non affidarvi alla consulenza di persone che di questo lavoro hanno fatto la loro ragione di vita con continua dedizione e professionalità.

Nome*:
Cognome*:
Telefono*:
E-mail*:
Numero Persone*:
Data Servizio*:
Budget Evento (Euro):
Maggiori informazioni:
Trascrivi il codice
Trascrivi il codice

Incentive Roma

Roma è una delle città più adatte per il tuo incentive aziendale. E’ la città eterna, ti si presenta di fronte con la sua millenaria storia e le sue innumerevoli testimonianze, dalle antiche rovine ai capolavori rinascimentali e barocchi. Ci vorrebbero pagine per elencare i suoi spettacolari capolavori, come San Pietro, la Cappella Sistina e Villa Borghese. Grandi artisti con le loro opere l’hanno abbellita e impreziosita per renderla una delle più belle capitali al mondo. Ma Roma non è solamente la città dai sontuosi monumenti, è anche l’urbe dei vicoli e delle piazzette dove è possibile immergersi in antiche atmosfere con il nostro incentive Roma.

Il battito pulsante della città con il nostro incentive Roma

Vi faremo conoscere il cuore pulsante di questa magica città, visitando quartieri caratteristici come Trastevere, dove tra gli angusti vicoli si possono scoprire trattorie tipiche romane, mercatini, negozietti e botteghe di artigiani assaporando la genuinità della Roma più autentica.

Vi faremo poi assaporare la gustosa cucina romana fondata su ingredienti di derivazione rurale e contadina, ricca di piatti tradizionali come l’abbacchio, i carciofi alla guida, la trippa alla romana e i saltimbocca alla romana.

Con il nostro viaggio incentive a Roma vogliamo farvi assorbire la sua straordinaria magia. Vogliamo farvela apprezzare come si rivela in tutta la sua autenticità. Perché un brand diventa tale solo attraverso la storia, la coesione e l’autenticità di chi ne fa parte.

A Roma proponiamo i nostri incentive aziendali per far capire come un villaggio possa diventar un centro interattivo di un potente impero. Un esempio che dovrebbe prefiggersi qualsiasi azienda.

Venice Sunset, operando come agenzia di eventi a 360 gradi, è in grado di organizzare un’indimenticabile incentive a Roma, mettendovi a disposizione i più quotati professionisti del settore. La nostra consolidata esperienza permetterà la realizzazione di interessanti tour culturali abbinati a divertentissime attività di team building, tutte coinvolgenti esperienze che culmineranno in indimenticabili cene di gala.

Nome*:
Cognome*:
Telefono*:
E-mail*:
Numero Persone*:
Data Servizio*:
Budget Evento (Euro):
Maggiori informazioni:
Trascrivi il codice
Trascrivi il codice

Cabaret Team Building Venezia

Molteplici sono le aziende italiane e straniere che scelgono sempre più di focalizzarsi sulle risorse umane in quanto consapevoli della loro importanza e del ruolo centrale che ricoprono per l’azienda stessa. Una risorsa che opera in modo professionale focalizzando gli aspetti primari della società che rappresenta, è una carta vincente in quanto di sicuro saprà tutelare al meglio il brand dell’azienda e altresì saprà far fronte a tutte quelle circostanze che quotidianamente si presentano. Venice Sunset, fautore di molteplici team building e di organizzazione eventi su misura, si presenta al cliente con diverse proposte ma sempre con lo scopo primario di creare formazione e coesione di squadra per i partecipanti anche con questo format di cabaret team building Venezia.

I team building hanno da sempre rappresentato un patrimonio per l’azienda in quanto la formazione professionale di successo sia indoor che outdoor riesce a trasmettere al collaboratore la sinergia ideale per affrontare al meglio e dare il meglio di se in qualsiasi momento della giornata nell’ambiente lavorativo.

Coesione e divertimento con cabaret team building Venezia

Questo team building che presentiamo, molto divertente e coinvolgente, permette ai partecipanti di intraprendere ed avvicinarsi alle arti sceniche con leggerezza e simpatia spaziando dalla recitazione alla danza, al mimo e così via. Il progetto prevede di lavorare con scenette varie (a 2-3 e più personaggi), sketch di cabaret (sia parlati che mimati), scene musicali, piccole coreografie di danza, scene di playback musicali ecc. ecc. Una prima parte sarà dedicata al laboratorio teatrale con elementi di recitazione e movimento corporeo; mentre, la seconda parte, è quella preparatoria allo spettacolo finale che comprende un vero proprio varietà con sketch di cabaret, balletti, coreografie, canzoni ecc. Il tutto sarà arricchito con costumi, trucco e piccoli attrezzi di scena che i partecipanti prepareranno per la realizzazione del loro spettacolo.

Adatto da un minimo di 20 pax ad un massimo di 60/70 pax. Rappresentazione indicata per sala interna. Durata 3/4 ore.

Oltre alla realizzazione del team building, possiamo organizzare la cena di gala, il servizio di transfer e soddisfare ogni altra necessità possiate avere.

Nome*:
Cognome*:
Telefono*:
E-mail*:
Numero Persone*:
Data Servizio*:
Budget Evento (Euro):
Maggiori informazioni:
Trascrivi il codice
Trascrivi il codice

Arte Circense Team Building Venezia

L’attività arte circense team building Venezia è un ottimo mezzo di coesione per aiutare tutti gli appartenenti di un’azienda a fare unione di squadra e a conoscersi meglio al fine di acquisire un buon livello di benessere individuale e di equilibrio nella relazione tra tempo lavorativo trascorso all’interno dell’azienda e quello privato. I partecipanti saranno coadiuvati da artisti di strada: giocolieri, trampolieri, maghi, clown e molto altro ancora per poter cimentarsi con le varie arti della magia e della clowneria rendendo il tutto collaborativo e divertente usando le stesse attrezzature che gli artisti usano per i loro allenamenti e apprendendo le stesse mimiche comunicative per attrarre molteplici persone. Il circo, da sempre, con le sue magie e i suoi colori, rappresenta un mondo sospeso tra realtà e incantesimo, pertanto ideale per attività di team building e per tutti coloro che hanno difficoltà di comunicazione e per coloro che la vogliono migliorare implementando nuove strategie di negoziazione, apprendimento e di ricerca per le relazioni sociali.

Apprendere la comunicazione empatica è fondamentale per promuovere e rafforzare la brand reputation dell’azienda. Oggigiorno, la comunicazione è lo strumento che ci consente di avvicinare potenziali clienti per favorirne la memorizzazione del brand, stimolarne il ricordo e non ultimo cercando di farli affezionare come clienti.

E’ possibile svolgere l’attività in qualsiasi periodo dell’anno in Outdoor o Indoor (anche presso gli spazi dell’azienda).

Obiettivi da raggiungere con arte circense team building Venezia

  • Sviluppare equilibrio e precisione;
  • Affinare capacità e abilità;
  • Migliorare la performance;
  • Migliorare la comunicazione con gli altri;
  • Aumentare e sviluppare lo spirito cooperativo del gruppo.

Il lavoro sarà suddiviso in 2 parti:

PRIMA PARTE

  • Attività laboratoriale di arti circensi;
  • Elementi di giocoleria;
  • Esplorare il proprio clown;
  • Mimo e movimento corporeo;
  • Gag e lazzi di clown;
  • Primi accenni alla magia;
  • Qualche effetto di magia e micromagia;
  • Numeri di scena;
  • Preparazione piccole performance di arti circensi.

SECONDA PARTE

  • Improvvisazione;
  • Rapporto con il pubblico;
  • Come preparare uno show;
  • Dinamiche dello stare in scena;
  • Rappresentazione finale performance e spettacolo.

Adatto da un minimo di 15 pax ad un massimo di 30/40 pax. Rappresentazione indicata per posto al chiuso o all’esterno purchè con spazio riparato. Durata 3/4 ore.

Nome*:
Cognome*:
Telefono*:
E-mail*:
Numero Persone*:
Data Servizio*:
Budget Evento (Euro):
Maggiori informazioni:
Trascrivi il codice
Trascrivi il codice

Ballando Team Building Venezia

Oggigiorno i team building sono diventati essenziali per qualsiasi piccola, media o grande azienda che voglia implementare nuove strategie comunicative tra i propri collaboratori al fine di migliorare la comunicazione che spesso manca tra i vari uffici o reparti. Studi scientifici, hanno dimostrato che mediante la formazione extra-aziendale, si riesce a fare esprimere al meglio qualsiasi persona, anche la più introversa. Ballando team building Venezia nasce, per l’appunto, per abbattere le barriere della comunicazione.

Musical di successo con ballando team building Venezia

Il progetto ballando in team consiste nel lavorare con i partecipanti su scene e brani tratti dai più famosi musical conosciuti a livello internazionale. Non si realizzerà un musical in loco ma si prepareranno alcune coreografie e brani tratti dai più famosi come: Grease, Cats, Chicago, Cabaret, Moulin Rouge, Notre Dame de Paris, ecc. ecc. I nostri ballerini e coreografi aiuteranno i partecipanti nella creazione di uno spettacolo vero e proprio a base di danza che potranno sperimentare, mettersi in gioco, imparare e divertirsi attraverso musiche e coreografie semplici e adatti a tutti.

Il lavoro sarà suddiviso in 3 parti:

PRIMA PARTE

La prima parte consiste nell’avvicinare i partecipanti alle tecniche teatrali di base legate al movimento corporeo, rapporto con i compagni, uso dello spazio scenico, elementi di danza e recitazione.

Obiettivi:

  • Sviluppare la capacità percettiva;
  • Stimolare la fantasia;
  • Sviluppare la creatività;
  • Scoprire nuovi piani di comunicazione;
  • Sviluppare un atteggiamento di fiducia in se stessi e negli altri;
  • Far superare eventuali pregiudizi sui limiti e sulle capacità psicofisiche proprie e dei compagni;
  • Aiutare a comunicare e ad esprimersi;
  • Creare sintonia e rispetto;
  • Facilitare il processo di socializzazione all’interno dei singoli gruppi.

SECONDA PARTE

Si inizia a lavorare su alcune scene e brani scelti suddivisi a gruppi imparando balletti e movimenti.

TERZA PARTE

Rappresentazione del lavoro effettuato. Dimostrazione ed esibizione dei partecipanti davanti i propri colleghi.

Adatto da un minimo di 15/20 pax ad un massimo di 50 pax. In caso di un numero maggiore di partecipanti, si necessita la suddivisione di più gruppi con l’aggiunta di qualche coreografia. Rappresentazione indicata per posto al chiuso con sala capiente. Durata 3/4 ore.

Nome*:
Cognome*:
Telefono*:
E-mail*:
Numero Persone*:
Data Servizio*:
Budget Evento (Euro):
Maggiori informazioni:
Trascrivi il codice
Trascrivi il codice

Organizzazione Eventi Roma

Gli eventi aziendali che proponiamo nella città di Roma e nel suo entroterra sono rivolti ai dipendenti e ai manager con lo scopo di rafforzare la coesione del team di lavoro e allo stesso tempo consolidare l’unione di tutto il team aziendale per celebrare tutti assieme l’appartenenza all’azienda e con l’impegno costante di migliorare sempre più il brand attraverso la nostra organizzazione eventi Roma.

Ogni persona trascorre la maggior parte del suo tempo nell’ambiente lavorativo pertanto condividendone la gioia e le problematiche giornaliere. Allo stesso tempo si fa unione di squadra quando si ricevono le notizie negative e altresì ci si rallegra tutti assieme alla ricezione di notizie positive che in qualche modo stimolano al buon esito delle azioni eseguite.

Rafforza la tua immagine con la nostra organizzazione eventi Roma

Venice Sunset, ha una lunga esperienza nell’organizzazione di eventi aziendali proponendo molteplici momenti per festeggiare al meglio i traguardi più importanti. Per quanto riguarda, nello specifico, l’organizzazione di eventi a Roma, proponiamo diverse opzioni per garantire delle situazioni indimenticabili a tutto il team di lavoro che si riunisce a commemorare.

Oggigiorno è di fondamentale importanza presentarsi al meglio sia con i propri partners, i propri finanziatori e i propri clienti in quanto è da questo preciso momento che si recepiscono le potenzialità dell’azienda e del suo staff. Roma è una città ricca di storia e cultura millenaria – pertanto, siamo convinti che questa città possa rappresentare al meglio lo scenario ideale per eventi di prestigio che sappiano unire il gusto e soddisfare i bisogni di ogni realtà.

Il segreto per un’organizzazione impeccabile di ogni evento è il costante e continuo impegno nel ricercare e proporre nuove proposte. Noi, di Venice Sunset, ci impegniamo quotidianamente per captarlo al meglio, al fine di soddisfare ogni richiesta con la cognizione e l’impegno costante di tutto il nostro staff organizzativo affinchè ogni evento sia impeccabile e diverso dall’altro.

Nome*:
Cognome*:
Telefono*:
E-mail*:
Numero Persone*:
Data Servizio*:
Budget Evento (Euro):
Maggiori informazioni:
Trascrivi il codice
Trascrivi il codice

Giacomo Tintoretto Team Building Venezia

Jacopo Robusti alias “il Tintoretto 1519-1594” – è stato un noto eccentrico e conformista Pittore veneziano e massimo esponente della scuola veneziana e del Rinascimento italiano. Il suo soprannome derivò dalla professione del padre Giovanni Battista che lavorava nel campo della tintura delle sete. Era conosciuto anche per i suoi diversi soprannomi come: “il furioso” per la sua enfasi nella pittura animata da molteplici personaggi animati da violenti chiaroscuri; o “il terribile” per il suo carattere energico e la sua determinazione nella pittura continuamente sollecitata da un perenne furore di creatività.

Giacomo Tintoretto Team Building Venezia del Rinascimento

Per un team building che si differenzia dagli altri e per gli amanti della pittura rinascimentale, abbiamo ideato Giacomo Tintoretto team building Venezia che enfatizza lo spietato mondo dell’arte nella Venezia del ‘500. Il Tintoretto sarà la vittima di un perfido scherzo perpetrato dal suo rivale in affari Tiziano Vecellio (Pittore e cittadino della Repubblica di Venezia 1488-1576). Aiutalo nell’impresa che gli permetterà di portare a termine il suo lavoro e ti mostrerà Venezia con gli occhi di un vero ed inedito artista mentre scoprirai contestualmente alcune delle storie e delle leggende più curiose e più intriganti di quei tempi.

La partenza sarà dal bellissimo quartiere ebraico di Campo del Ghetto per toccare successivamente la Chiesa di Sant’Alvise, Madonna dell’Orto, Campo dei Mori, Casa del Tintoretto, Casino degli Spiriti, Palazzo Lezze, Abbazia della Misericordia e la Scuola Grande della Misericordia.

Il percorso coadiuvato da un attore sarà di circa due chilometri con una durata di circa un’ora per un massimo di dodici partecipanti.

Disponibile nelle lingue Italiano e Inglese.

Nome*:
Cognome*:
Telefono*:
E-mail*:
Numero Persone*:
Data Servizio*:
Budget Evento (Euro):
Maggiori informazioni:
Trascrivi il codice
Trascrivi il codice

Veronica Franco Team Building Venezia

La cortigiana Veronica Franco nata e morta a Venezia nel 1546-1591, fu una Poetessa e nota cortigiana avviata dalla madre in giovane età alla stessa sua professione. Durante il rinascimento, la società veneziana riconosceva diversi tipi di cortigiane: la “cortigiana onesta” era considerata la cortigiana intellettuale; la “cortigiana di lume” era paragonata alle prostitute odierne e la “cortigiana dei ceti bassi” che viveva e praticava la professione nei sobborghi vicino al Ponte di Rialto. Veronica, di sicuro era una cortigiana onesta in quanto di buona cultura, raffinata e dai modi soavi che riusciva a far breccia nei salotti di ricchi aristocratici. Si sposò con un ricco medico ma il matrimonio non durò a lungo. Per il suo mantenimento, divenne una cortigiana di alto rango molto nota e molto richiesta. Veronica Franco Team Building Venezia per rivivere i fasti di un tempo.

La Cortigiana Veronica Franco Team building Venezia

Per un insolito team building abbiamo pensato ad un format divertente che riesce a coinvolgere in modo energico i partecipanti attraverso il gioco e l’esplorazione del Sestiere di Cannaregio considerato uno dei più belli della città. I partecipanti dovranno aiutare Veronica alla ricerca del pendente perduto e si dovranno lasciar coinvolgere in una storia cosparsa di realtà e fantasia per scoprire così una Venezia inedita.

Il punto di incontro Franco Team Building Venezia sarà nel Ghetto Ebraico con un itinerario di circa due chilometri che vi farà scoprire il Campo del Ghetto, la Chiesa di Sant’Alvise, Madonna dell’Orto, Campo dei Mori, la Casa del Tintoretto, il Casino degli Spiriti, Palazzo Lezze, l’Abbazia della Misericordia e la Scuola Grande della Misericordia per una durata complessiva di circa un’ora.

Il gioco è per un massimo di dodici persone e può essere svolto sia in Italiano che in Inglese.

Nome*:
Cognome*:
Telefono*:
E-mail*:
Numero Persone*:
Data Servizio*:
Budget Evento (Euro):
Maggiori informazioni:
Trascrivi il codice
Trascrivi il codice

Team Building Roma

Roma è una città cosmopolita e ricca di tanta storia artistica, architettonica e culturale. Con la sua bellezza, la sua storia e i suoi monumenti da tremila anni affascina il migliaia di turisti che vengono da tutto il mondo. Per questo motivo molte aziende vogliono realizzare il proprio team building in questa splendida capitale. Per un team building Roma coeso ed efficace per tutti i partecipanti affinchè possano fare gioco di squadra mediante la sfida e la condivisione del successo ottenuto, proponiamo dei giochi con un Ipad dotato di un’applicazione innovativa costantemente aggiornata per farvi scoprire i luoghi intrinsi di storia di questa bellissima città. Con l’ausilio di questa applicazione su Ipad, avrete la possibilità di scoprire i vicoli, le piazze storiche e i siti archeologici più importanti della città.

Team building Roma con caccia al tesoro con Ipad

I partecipanti saranno suddivisi in squadre, ogni squadra avrà a disposizione un Ipad che visualizzerà venti tappe nelle piazze del centro storico. Ogni team non avrà un percorso preimpostato, ma avrà la possibilità di creare la propria strategia di gioco scegliendo il numero delle tappe e quali percorrere nel minor tempo possibile al fine di ottenere un maggior punteggio da assegnare alla squadra. Il tablet darà anche la possibilità di documentarsi su info di base relative alla storia e sulle caratteristiche del luogo in cui la squadra si trova in quel preciso momento.

Le prove da sostenere per un team building di successo saranno basate su quesiti sull’arte, aneddoti della città, giochi interattivi, puzzle, prove fisiche, degustazione di vino e cibo locale e molto altro ancora.

Altra cosa importante da evidenziare è che le squadre potranno vedere sullo schermo del proprio tablet la posizione delle squadre avversarie e lo Staff potrà visualizzare l’esatta posizione di ogni squadra e potrà anche chattare in diretta in caso la squadra avesse delle difficoltà.

Lingue per team building Roma: Italiano e Inglese. Per altre lingue da prevedere delle Assistenti con costo a parte.

Questo gioco è disponibile anche per Venezia, Milano, Sardegna e Sicilia.

Caratteristiche:

  • Da 10 a massimo di 1000 persone;
  • Ogni squadra è composta da 7/10 pax;
  • Durata: 2/3 ore incluso briefing iniziale da parte dello Staff;
  • Staff: game Master, un assistente logistico, tecnici e runner;
  • Ipad mini con custodia e Sim dati per connessione online.

Esclusioni:

  • Cibo e bevande;
  • Video e/o foto backstage;
  • Premiazioni;
  • Personalizzazione del gioco su mood del cliente oltre all’inserimento di info relative all’azienda;
  • Inserimento logo nella home;
  • Badge e braccialetti colorati per segnalare i team (consigliati).
Nome*:
Cognome*:
Telefono*:
E-mail*:
Numero Persone*:
Data Servizio*:
Budget Evento (Euro):
Maggiori informazioni:
Trascrivi il codice
Trascrivi il codice

Formazione per Aziende

Per il tuo incentive a Firenze proponiamo una performance teatrale condotta da attori professionisti provenienti dal Teatro che sapranno sdrammatizzare la realtà attraverso il gioco e l’ironia, favorendo riflessione e consapevolezza tra i partecipanti. Il Teatro, nella formazione per aziende, è considerato un mezzo vitale per il raggiungimento di obiettivi in quanto è in grado, attraverso l’azione degli attori professionisti, di comunicare i valori aziendali in modo facile, non palloso e accessibile a tutti perchè i partecipanti ne saranno parte attiva.

Formazione per aziende con interazioni teatrali

Attraverso interazioni teatrali, l’azienda può comunicare attraverso l’azione molti messaggi che possono essere convogliati in modo semplice ma efficace ai dipendenti, clienti, fornitori, operatori e collaboratori.

Le nostre proposte teatrali sono le seguenti:

  • Una storytelling aziendale con “Teatro su misura” interpretato da attori professionisti e realizzato su misura sui temi proposti dall’azienda cliente in modo da poter comunicare la mission aziendale. Questo format è adatto per gruppi pari o superiori a 200 persone e può anche essere presentato in più sedi aziendali;
  • Per le cene di gala o meeting interni, presentiamo uno spettacolo di improvvisazione dal titolo “Teatro Imprò” che sarà improntato su temi aziendali specifici proposti dai partecipanti. Questo format, in parte interattivo, è consigliabile per gruppi composti da un minimo di 30 ad un massimo di 200 persone;
  • Per eventi interni finalizzati alla trasmissione di valori, condivisione di conoscenze, creazione di fiducia coinvolgendo tutti gli interlocutori e motivandoli alla partecipazione, proponiamo “Storytelling” con un format consigliabile per gruppi da 50 a 300 partecipanti.
Nome*:
Cognome*:
Telefono*:
E-mail*:
Numero Persone*:
Data Servizio*:
Budget Evento (Euro):
Maggiori informazioni:
Trascrivi il codice
Trascrivi il codice

Viaggi Incentive

Un elemento importante – spesso sottovalutato – dei viaggi incentive è costituito dal tour culturale. Noi invece pensiamo che sia parte integrante del progetto di formazione esperienziale e che vada sempre affiancato a qualsiasi attività di team building. L’importanza del tour culturale crebbe alla fine del XVII secolo quando i giovani delle classi dirigente venivano mandati dalle loro famiglie a conoscere la storia e le tradizioni di altri paesi per completare la loro preparazione culturale.

Viaggi Incentive realizzati sul brand dell’azienda

La conoscenza della storia e dell’architettura di altri tempi e di altri paesi era considerata un elemento fondamentale per dotare gli individui di un vantaggio competitivo che li avrebbe distinti da altri. Venice Sunset ha sempre prestato molta attenzione all’organizzazione del tour durante l’esperienza incentive.

Pensiamo che l’autenticità di un luogo sia determinata dalla storia, dall’arte, dall’architettura, dalla tradizione culinaria e dalla religione. Tutte queste espressioni che contraddistinguono la dimensione di una comunità devono essere tramesse a individui di altri luoghi, in modo tale che la conoscenza della differenza possa solo arricchire e aprire la mente dei soggetti che vivono e operano all’interno di un’azienda.

I nostri tour incentive sono creati su tematiche specifiche a seconda del settore in cui è specializzata l’azienda. Il tour verrà quindi sempre contestualizzato attraverso la ricerca di elementi storici che riconducano i prodotti e servizi dell’azienda al luogo in cui si svolge l’incentive.

Il nostro costante impegno e le nostre competenze nel progettare in modo creativo dei tour personalizzati ci permettono di dare un tocco distintivo al vostro evento incentive. Per il team Venice Sunset conoscere è scoprire; la conoscenza e la scoperta sono formidabili strumenti di crescita.

Nome*:
Cognome*:
Telefono*:
E-mail*:
Numero Persone*:
Data Servizio*:
Budget Evento (Euro):
Maggiori informazioni:
Trascrivi il codice
Trascrivi il codice

Eventi Aziendali Venezia

L’evento aziendale rafforza la coesione e l’amore per un brand e, soprattutto, può essere il momento in cui le vicende delle persone diventano strumento di coesione e creano una storia da comunicare all’esterno. Scegliere di organizzare degli eventi aziendali Venezia può rivelarsi uno strumento di comunicazione e marketing vincente; lo scenario è unico e la città di Venezia è di per se stessa un brand dal valore immenso e riconosciuto indistintamente in tutti i paesi del mondo. Durante il suo periodo di massimo splendore, la Serenissima Repubblica fu esempio di buon governo e una perfetta macchina di organizzazione economica e sociale. L’orgoglio del popolo veneziano di appartenere a un tale Stato era profondo e paragonabile all’attaccamento di una persona al brand dell’azienda in cui lavora.

Eventi aziendali Venezia per rafforzare il brand della tua azienda

Tale messaggio positivo dovrà essere fatto proprio dall’impresa che avrà il compito di comunicarlo ai suoi dipendenti, forze commerciali e consumatori finali. La missione di Venice Sunset è quella di aiutare la trasmissione di questo messaggio in modo fluido, naturale e personalizzato.

Gli eventi aziendali organizzati a Venezia possono essere paragonati a feste organizzate in un ambiente familiare, dove gli insegnamenti del passato portati dalle persone più esperte si fondono alla freschezza delle idee prodotte dalle nuove forze, creando una preziosa collaborazione che ha origine dal passato e si proietta verso un glorioso futuro.

È solo in uno scenario incantato che si possono creare legami profondi tra persone e individui. Venezia ti aspetta per il tuo evento aziendale!

Nome*:
Cognome*:
Telefono*:
E-mail*:
Numero Persone*:
Data Servizio*:
Budget Evento (Euro):
Maggiori informazioni:
Trascrivi il codice
Trascrivi il codice

Cena Di Gala Firenze

L’occasione è speciale: una città senza tempo, un punto di riferimento storico e culturale conosciuto in tutto il mondo. Stiamo parlando di Firenze, una delle città più belle d’Italia che Venice Sunset, che ha al proprio attivo una lunga esperienza nell’organizzazione di eventi aziendali, sfilate di moda, congressi ed eventi promozionali, ha scelto come milieu per l’organizzazione di una raffinata cena di gala Firenze. Le location prescelte sono i palazzi storici della città, ambienti ricchi di fascino e intrisi di storia, che rappresentano il contesto ideale per un convivio elegante e di alto livello.

Organizziamo la tua cena di gala Firenze in contesti unici

La cena di gala a Firenze è organizzata con l’ausilio di chef di fama internazionale o, in alternativa, è disponibile un servizio di catering efficiente e perfettamente organizzato con il servizio esclusivo di camerieri che saranno a disposizione per tutta la serata. I menu sono curati nel minimo dettaglio: non solo ogni pietanza, ma anche ciascun ingrediente è accuratamente selezionato per offrire ai commensali prodotti di alta qualità e, di conseguenza, un’indimenticabile esperienza del gusto.

Il servizio comprende anche degli optional aggiuntivi, come ad esempio la possibilità di apporre il logo dell’azienda ospite sul menu al tavolo oppure di animare la cena con musica o spettacoli a tema con ambientazioni moderna o del passato il tutto comunque in accordo con il mood della serata. Su specifica richiesta, inoltre, Venice Sunset mette a disposizione un servizio di sicurezza e di hostess dedite all’accoglienza degli ospiti nonché un servizio di transfer di classe dalla stazione ferroviaria della città, dall’aeroporto oppure da qualsiasi altro punto di arrivo.

Con Venice Sunset la vostra cena di gala a Firenze sarà un evento elegante, esclusivo, curato in ogni dettaglio e studiato in base alle vostre esigenze. Incluso, naturalmente, il budget che si ha a disposizione.

Nome*:
Cognome*:
Telefono*:
E-mail*:
Numero Persone*:
Data Servizio*:
Budget Evento (Euro):
Maggiori informazioni:
Trascrivi il codice
Trascrivi il codice

Eventi Aziendali Napoli

Gli eventi aziendali corporate, ossia quelli rivolti ai dipendenti, sono momenti importanti perché hanno un duplice scopo: da un lato, infatti, mirano a rafforzare la coesione del team di lavoro dall’altro, rappresentano un’ottima occasione per celebrare l’impegno profuso per rafforzare il senso di appartenenza a un’azienda. Un’azienda, del resto, è un pò come una famiglia: si trascorre in ufficio gran parte del proprio tempo, si condividono gioie e dolori, si cerca di stemperare i malanimi e si fa squadra nei momenti in cui c’è bisogno di unire le forze. I nostri eventi aziendali Napoli sono il giusto connubio per festeggiare insieme.

Momenti unici per i tuoi eventi aziendali Napoli

Venice Sunset, ha una lunga esperienza nell’organizzazione di eventi aziendali, propone diversi momenti per celebrare al meglio i traguardi più importanti nel caso di eventi corporate. E non solo. Per quanto riguarda, nello specifico, l’organizzazione di eventi aziendali a Napoli, Venice Sunset propone diverse opzioni per garantire momenti indimenticabili sia a tutto il team di lavoro che si riunisce a festeggiare sia in caso di eventi trade – ossia rivolti ai partners commerciali dell’azienda – e di eventi consumer, cioè aperti al pubblico.

Presentarsi al meglio, infatti, che si tratti di farlo con i propri partners e finanziatori o con il grande pubblico, è fondamentale per offrire una buona impressione dell’azienda e di chi lavora al suo interno. Napoli, città ricca di storia e di cultura, rappresenta lo scenario ideale per eventi di prestigio che sappiano incontrare il gusto e soddisfare le esigenze di ogni realtà, piccola o grande che sia.

Il segreto per un’organizzazione impeccabile, infatti, è uno solo e Venice Sunset si impegna quotidianamente per intercettarlo al meglio, al fine di soddisfare ogni esigenza: la consapevolezza che ogni evento è diverso dall’altro.

Nome*:
Cognome*:
Telefono*:
E-mail*:
Numero Persone*:
Data Servizio*:
Budget Evento (Euro):
Maggiori informazioni:
Trascrivi il codice
Trascrivi il codice

Incentive Firenze

Firenze, patrimonio dell’umanità dell’Unesco, è sicuramente una delle città ideali in Italia per organizzare il tuo incentive aziendale.

Nel Medioevo è stata un importante centro artistico, culturale, commerciale, politico, economico e finanziario. Grazie al mecenatismo della famiglia dei Medici, che divenne una delle più potenti famiglie del ‘500, fu possibile lo sviluppo del Rinascimento italiano.

Inutile dire che qui, grazie agli scrittori come Dante, Petrarca e Machiavelli, nacque la cultura e la lingua italiana e grazie agli artisti come Artisti come Michelangelo, Donatello e Botticelli, si arricchì di opere artistiche uniche al mondo.

Firenze è stata anche fermento di ribellioni e tensioni, per anni palcoscenico di lotte interne tra Guelfi e Ghibellini, un destreggiarsi continuo tra il potere papale e quello imperiale.

Incentive Firenze tra passato e presente

Capire la storia per proiettarsi verso il futuro; anche in questa città noi applichiamo questo metodo di formazione ai nostri incentive aziendali. Se Venezia fu patria di scaltri mercanti, Firenze fu anche la patria di astuti banchieri. Non dimentichiamo che qui nel 1252 fu coniato il Fiorino d’oro, praticamente la prima moneta aurea dell’Europa occidentale. Tale moneta aveva un valore costante sia per il peso che per la lega, per questo motivo si diffuse in tutta Europa e nel bacino del Mediterraneo.

I nostri programmi incentive a Firenze non prevedono solo storia e studio, ma anche svago, gioco e spensieratezza. Passeggeremo lungo l’Arno per immergerci in paesaggi suggestivi e unici. Poi vi faremo gustare la tipica cucina toscana. Vi faremo assaporare crostini e salumi, pappardelle alla lepre, tagliatelle al cinghiale e gli immancabili pici. Senza naturalmente saltare la ribollita e la famosa fiorentina.

Nome*:
Cognome*:
Telefono*:
E-mail*:
Numero Persone*:
Data Servizio*:
Budget Evento (Euro):
Maggiori informazioni:
Trascrivi il codice
Trascrivi il codice

Incentive Venezia

Per essere insostituibili bisogna sempre essere diversi” Coco Chanel – Vuoi che il tuo incentive Venezia risulti un’esperienza indimenticabile? Allora devi farlo nella città lagunare!

Unica, insostituibile, lenta e complicata, può essere paragonata ad un’amante in grado di donarti sensazioni uniche. Per questo Venezia è la città ideale per organizzare il tuo incentive aziendale.

Non è facile spiegare la sensazione che si prova attraversando i canali e ammirando gli antichi palazzi che si specchiano sull’acqua. È altrettanto impossibile raccontare la spettacolarità di un tramonto sulla laguna quando l’azzurro e il rosso infuocato avvolgono tutta la città, esaltando ancora di più il suo mistero e la sua regalità.

Per secoli, Venezia è stata un esempio eccellente di amministrazione politica, economica e commerciale. La sua flotta navale dominò l’Adriatico trasportando spezie e tessuti preziosi che poi venivano venduti in tutta Europa.

Sagge nozioni del passato per la creazione di efficaci Incentive Venezia

I nostri incentive aziendali a Venezia nascono da questi spunti: presente, passato e futuro. Partiamo dai preziosi insegnamenti dei nostri padri: regole antiche e sagge che possono essere applicate nel contesto attuale.

Qualsiasi tipo di attività di team building che vogliate organizzare a Venezia risulterà unica, solo per il fatto di ambientarla in uno scenario originale. Una semplice caccia al tesoro tra calli e campielli risulterà estremamente più coinvolgente.

Qualsiasi tipo di evento serale, che sia una cena di gala in un palazzo storico o una cena in un ristorante tipico, vi farà rivivere il sapore antico che solo Venezia – città senza automobili – è in grado di rievocare.

Nome*:
Cognome*:
Telefono*:
E-mail*:
Numero Persone*:
Data Servizio*:
Budget Evento (Euro):
Maggiori informazioni:
Trascrivi il codice
Trascrivi il codice

Agenzia Comunicazione: Una nuova emozione

Il nostro motto di agenzia comunicazione è ascoltare per comunicare!! Si tratta di una conquista e di una volontà di instaurare un rapporto duraturo nel tempo con i nostri clienti. Come tutte le relazioni, due soggetti devono avere il modo di conoscersi, capirsi e interpretarsi. La nostra agenzia comunicazione è il collante ideale affinchè ciò avvenga.

Agenzia comunicazione per condividere emozioni

Aiutare un’azienda a comunicare il proprio brand richiede l’impegno di capire il cliente e di consigliare la strategia migliore per raggiungere gli obiettivi prefissati. Questo presume una particolare sensibilità che può essere solo innata. Poi il rigore e la precisione nell’organizzare un evento aziendale viene con l’impegno e il metodo. I passaggi per la creazione e la pianificazione di un evento sono sempre gli stessi:

  1. Budget;
  2. Ascolto delle esigenze del cliente;
  3. Elaborazione del progetto;
  4. Feedback finale.

Noi inseriamo un passaggio in più: l’elaborazione del gusto. Cosa significa? L’unico vantaggio competitivo che nessun paese è ancora riuscito a toglierci è il particolare modo di esprimere una sofisticata eleganza. Un modo d’essere che si incarna in un marchio di inestimabile valore il “Made in Italy”. Ma non vogliamo solo parlare di eleganza, ma anche di fantasia e calore tipici del popolo italiano.

Gli sforzi della nostra agenzia comunicazione è quello di permeare l’evento aziendale con la fantasia e l’eleganza del nostro paese. La nostra decennale esperienza ci permette di poter organizzare un evento in qualsiasi luogo della Penisola. Ma non solo: siamo in grado di organizzare eventi in città come Lisbona, Berlino, Madrid e Granada.

Naturalmente, per coinvolgere il target di riferimento, focalizziamo la nostra massima attenzione sull’aspetto emozionale del brand stesso.

Ogni nostro evento si sviluppa accompagnato dalla realizzazione di piattaforme digitali in grado di raccontare il brand attraverso linguaggi nuovi e tradizionali.

Nome*:
Cognome*:
Telefono*:
E-mail*:
Numero Persone*:
Data Servizio*:
Budget Evento (Euro):
Maggiori informazioni:
Trascrivi il codice
Trascrivi il codice

Incentive Napoli

Napoli è scompigliata, caotica… elegante. “Vedi Napoli e poi muori” dice il famoso detto. Ed è la pura verità.

Arrivi e con il suo caos ti sconvolge, ma appena inizi a viverla ti conquista.

Poi scopri i suoi scorci particolari e meravigliosi. Infine arrivi a Posillipo e rimani incantato dalla vista del golfo dominato dall’imponenza regale del Vesuvio.

I suoi vicoli, così ordinatamente caotici, sono lo specchio dell’anima del popolo napoletano la cui eleganza è avvolgente, rassicurante ma, soprattutto, intrigante.

Viaggi incentive Napoli per la valorizzazione del vostro brand

Ecco perché Napoli è la città ideale per la sede del vostro incentive aziendale.

Un luogo unico per aprire la propria anima e rafforzare la coesione e la comunicazione tra le risorse umane. La luce e i colori intensi di Napoli favoriranno il rafforzamento delle relazioni. Se le regole dell’incentive sono creare, emozionare, divertire, motivare e ricordare; qui realizzerete il vostro obiettivo.

Un viaggio incentive a Napoli deve includere anche delle visite culturali. Vi faremo conoscere la sua storia e i suoi monumenti, comprese le botteghe artigiane e i mercati rionali senza scordarci Il Castel Nuovo, conosciuto con il nome di Maschio Angioino, Galleria Umberto I e Piazza del Plebiscito.

Vi faremo anche scoprire la sua contemporaneità. Perché la metropolitana di Napoli non è anonima come lo sono quasi tutte, ma è un’istallazione di arte contemporanea permanente e la stazione Toledo è stata definita come di stazione metro più bella d’Europa.

Il nostro compito è di accompagnarvi nella scoperta di quest’atmosfera incantata. Ogni momento sarà unico e irripetibile. Il ricordo che conserverete dei giorni trascorsi a Napoli vi darà l’energia positiva per rafforzare il vostro lavoro di squadra.

Nome*:
Cognome*:
Telefono*:
E-mail*:
Numero Persone*:
Data Servizio*:
Budget Evento (Euro):
Maggiori informazioni:
Trascrivi il codice
Trascrivi il codice

Yoga Della Risata

Ogni giorno una notevole pressione viene vissuta dai Dirigenti, nonché dall’esecutivo di ogni azienda al fine di aumentare la produttività ed il conseguente fatturato e rispondere in modo efficace alla competizione del mercato globale. Tutto questo si traduce però con il costante aumento di molteplici malattie, un conseguente aumento dei costi da parte dell’azienda e un scarso rendimento di ogni lavoratore.  Lo yoga della risata che proponiamo aumenta la produttività e l’energia dei collaboratori, favorisce il lavoro di squadra, rinforza l’autostima e, di conseguenza, la leadership, oltre ad aiutare a migliorare i rapporti interpersonali a tutti i livelli organizzativi, sostituendo la mancanza di fiducia con un atteggiamento positivo nei confronti dei colleghi e dei subalterni.

Team building a Napoli efficace e divertente con yoga della risata

Un team che non collabora, che non ha obiettivi comuni, che non comunica in maniera adeguata, avrà serie difficoltà di interazione con il mondo interno ed esterno. La risata è un potente strumento che consente di interagire con i propri colleghi e stringere un forte legame con le persone con cui si ride abitualmente. La risata fa superare le differenze e permette di sentirti parte di qualcosa di più grande. La nuova scienza delle emozioni ha rivelato fatti sorprendenti circa la comunicazione umana. Negli ultimi decenni, una scoperta rivoluzionaria mostra che il cervello umano è dotato di cellule nervose speciali chiamati “neuroni specchio“ che imitano il comportamento e le emozioni delle persone con cui ci relazioniamo. Ad esempio, se vediamo qualcuno che è triste, si inizia ad avere tristezza. Se qualcuno sorride, sorridiamo anche noi, anche senza volerlo. Se siamo circondati da persone felici, la felicità del gruppo colpisce tutti. Se entriamo in contatto con persone scontrose, l’energia rischia di affievolirsi. Una delle parti più importanti del team building è sostenere un ambiente proattivo in modo che possa migliorare l’energia del gruppo. Questa tecnica aiuta a scaricare lo stress fisico, mentale ed emotivo e, allo stesso tempo, aiuta le persone a sentirsi meglio rapidamente con un conseguente aumento della produttività e un minor costo per le aziende.

Nome*:
Cognome*:
Telefono*:
E-mail*:
Numero Persone*:
Data Servizio*:
Budget Evento (Euro):
Maggiori informazioni:
Trascrivi il codice
Trascrivi il codice

Intrattenimento Eventi Aziendali

Per una serata di gran classe è fondamentale prevedere un’animazione che sia conforme al mood dell’evento stesso. L’animazione gioca un ruolo importante, pertanto la scelta dev’essere oculata ovviamente tenendo in considerazione le specifiche richieste che ci pervengono dal Cliente, ma soprattutto noi, come organizzatori, dobbiamo essere in grado di percepire tale richieste coniugando la nostra esperienza e professionalità proponendo soluzioni pertinenti.
La location per intrattenimento eventi aziendali, come valore aggiunto, dovrebbe avere un tema storico o inspirato a tradizioni e leggende di culto in grado di valorizzare i nostri attori in abiti d’epoca che eseguiranno performance con musiche di altri tempi.

Idee originali per l’intrattenimento eventi aziendali

Un esempio potrebbe essere una cena con ambientazione teatrale che coniuga uno spettacolo teatrale o musicale durante la serata. Una cena con una perfetta interazione di teatro, musica ed intrattenimento per convogliare tutti gli ospiti in coinvolgenti emozioni che durante la degustazione dei piatti saranno resi partecipi in prima persona. I nostri attori e musicisti sapranno trasmettere forti eccitazioni rendendo l’atmosfera della serata magica e senza tempo con una proiezione tra passato e presente. Durante la cena, sono previste attività teatrali interattive con una performance che sarà parte integrante della cena con fusione di momenti teatrali e musicali. La cena può essere realizzata con una tematica che richiama la storia delle nostre canzoni classiche napoletane.
La cena per l’intrattenimento di eventi aziendali a Napoli sarà nelle lingue Italiano e Inglese.
Per i nostri eventi, siamo in grado di proporre molteplici soluzioni che variano a seconda della richiesta specifica del Cliente o, in mancanza di essa, saranno da noi proposte focalizzando il core della serata.

Nome*:
Cognome*:
Telefono*:
E-mail*:
Numero Persone*:
Data Servizio*:
Budget Evento (Euro):
Maggiori informazioni:
Trascrivi il codice
Trascrivi il codice

Sperlonga

La villa dell’Imperatore Tiberio

Sperlonga è un borgo medievale situato in Lazio, nella provincia di Latina. Nel paese vi sono parecchi cenni storici risalenti all’età romana con le parecchie ville tra cui qui quella dell’Imperatore Tiberio. Il paese si è sviluppato intorno ad un castello che comprendeva una piccola chiesa dedicata a San Pietro (patrono dei pescatori) collocato sul promontorio di San Magno, becco dei monti Aurunci, con un dislivello di 65 metri sul livello del mare, oltre all’abitato dell’XI secolo circondato da mura e con due porte ancora esistenti (Portella o Porta Carrese e Porta Marina) con affisso lo stemma della famiglia Caetani (originari di Gaeta con un importantissimo ruolo a Roma, nello Stato Pontificio e nell’antica Repubblica Marinara di Pisa).

Molteplici sono i monumenti di interesse storico come la Chiesa a due navate di Santa Maria di Spelonca con all’interno una tela con la Madonna Assunta e una statua lignea di Leone I, detto anche Leone Magno (45^ Vescovo di Roma e Papa); la cappella di San Domenico con un altare del settecento e la volta affrescata; la chiesa di San Rocco del XV secolo; il Palazzo Sabella che ospitò l’antipapa Clemente VII in fuga nel 1379 dalla città di Agnani situata nella provincia di Frosinone, la cui facciata fu completamente rinnovata del XVI secolo. La Torre Centrale o Truglia del XVI secolo, oggi sede del Parco naturale regionale Riviera di Ulisse; la Torre di Nibbio nel castello baronale di fronte la piccola piazza centrale del paese e la Torre di Capovento situata a tre chilometri da Sperlonga, oltre al Museo Archeologico nazionale e il Parco nazionale Riviera di Ulisse.

La Mykonos del Mediterraneo

Sperlonga è oggi meta di un turismo proveniente da ogni parte del mondo per il suo particolare litorale ricco di spiagge pulite ed un mare blu cristallino, il centro storico impreziosito con case imbiancante con calce bianca che le fa assomigliare a una Mykonos del mediterraneo e  le tipiche viuzze strette del borgo medievale. Molteplici sono le strutture ricettive del paese oltre alla Darsena per il turismo nautico che offre una notevole capacità di ormeggio al porto. Nel periodo estivo nel Litorale Pontino, vengono organizzati eventi e molto altro.

Spello

Un borgo medievale tra montagne e colline

Spello è un borgo medievale adagiato su uno sperone del Monte Subasio a circa trentacinque chilometri da Perugia e a cinque chilometri dalla vicina città di Foligno. Il territorio si estende tra montagna, collina e pianura con un terreno molto fertile adatto alla coltivazione di cereali, viti ed olivi da dove viene prodotto il celeberrimo olio extravergine d’oliva.

Nel borgo, hanno luogo dei mercati settimanali oltre alle numerose manifestazioni folcloristiche come l’Infiorata del Corpus Domini dove artisti si assemblano per le strade e sfoggiano le loro opere devote ad eventi religiosi fatte con petali di fiori, oltre alla festa dell’olio. Queste manifestazioni hanno luogo nei mesi si maggio, giugno, dicembre e gennaio.

Spello è ricco di opere romane e rinascimentali, come la chiesa di Santa Maria Maggiore con all’interno nella cappella della nobile famiglia Baglioni, affreschi del Pittore Italiano Bernardino di Betto Betti, meglio noto come Pinturicchio. I resti dell’Anfiteatro e del Teatro di epoca romana sono all’interno delle mura medievali dove si trova la Porta Consolare e la Porta Urbica perfettamente conservate. Le viuzze del centro sono abbellite da antichi palazzi e castelli le cui strutture sono mutate nei secoli.

Le bellezze di Spello

Molteplici sono le cose da vedere come le mura realizzate in piccoli blocchi parallelepipedi di calcare rosa del Subasio con un’estensione di un chilometro e ottocento metri di cui oltre la metà è ben conservata. Attualmente le porte romane che costituiscono l’accesso alla città sono cinque; le posterule sono tre le quali costituivano dei passaggi pedonali tra l’interno e l’esterno della città e fungevano altresì da funzione difensiva. La Porta Consolare è di età triumvirale; la Porta Urbica detta anche (S. Ventura) per l’attigua chiesa omonima; Porta Venere; Porta dell’Arce, conosciuta anche con il nome dei “Cappuccini” per la vicinanza del Convento dei Cappuccini; Arco di Augusto; l’area del Foro; la raccolta di materiali archeologici visibile presso il Palazzo Comunale; la Domus Romana (mosaico policromo); la Villa vicina alla Porta Consolare; la Villa Rustica Romana suburbana del I-II sec. d.C.; gli ambienti termali della Villa; l’Anfiteatro; l’Edificio Termale e  il Santuario.

Assisi

La città natale di San Francesco

Assisi è situata nella Provincia di Perugia ed è conosciuto per essere la città del celeberrimo Santo San Francesco d’Assisi e Santa Chiara, religiosa italiana e collaboratrice di San Francesco nonchè fondatrice della Monache Clarisse; oltre ad essere una delle città più visitate e conosciute dell’Umbria e meta privilegiata di moltissimi pellegrini provenienti da ogni parte del mondo per la devozione al santo.

Le origini della città sono assai incerte, tanto che si pensa che in origine fosse abitata da una colonia di Umbri stanziata nel centro Italia; successivamente ebbe un influsso Etrusco e Romano da cui si evince dalle vestigia del “municipium” romano denominato “Asisium”, in seguito fu dominata dai Longobardi e, all’incirca verso l’anno mille, acquisì la sua totale indipendenza favorendone un’eccezionale sviluppo grazie ai movimenti monastici in particolar modo quello dei Benedettini (confederazione che aggrega congregazioni monastiche e monasteri autonomi che tramandano la religione del monachesimo di San Benedetto).

San Francesco nacque ad Assisi nel 1182; nel 1202, durante il conflitto con Perugia, fu fatto prigioniero e incarcerato per più di un anno. All’incirca verso il 1206, cominciò il suo servizio verso i poveri vivendo anch’egli come un povero malgrado fosse figlio di una ricca famiglia borghese. Morì in miseria nel 1226 e, a soli due anni dopo la sua morte, fu proclamato Santo da Papa Gregorio IX.

I monumenti di Assisi

Oltre all’aspetto religioso che la città rappresenta, vi sono altresì molteplici monumenti di interesse storico da visitare:

Il Tempio di Minerva ancora oggi ben conservato del I secolo a.C. fu totalmente costruito a carico dei quatuorviri ( collegio di quattro magistrati elettivi nei municipi romani) Gneo Cesio e Tito Cesio Prisco e sembra sia stato dedicato ad Ercole visto il ritrovamento di una lapide votiva;

Il Palazzo del Capitano e del Popolo eretto vicino al Tempio tra il 1212 e il 1305; purtroppo il restauro del 1927, ha compromesso l’aspetto originario della costruzione;

La Chiesa di Santa Maria Maggiore del X secolo e cattedrale di Assisi fino al 1036 con all’interno affreschi del XIV e XV secolo e un sarcofago tardo medievale del IX secolo;

La Rocca Maggiore eretta come castello feudale tedesco e laddove Federico di Svevia, futuro Imperatore Federico II, vi trascorse diversi anni della sua fanciullezza;

La maestosa Basilica Santa Maria degli Angeli fu costruita per l’accoglienza della moltitudine di pellegrini in visita alla Porziuncola, quale originaria cappella dei Santa Maria degli Angeli che San Francesco ebbe in regalo dai frati Benedettini del Subasio.

Gubbio

La città grigia

Gubbio antica città dell’Umbria, è un paesino medievale adagiato alle falde del Monte Ingino in Provincia di Perugia.  Confina a Est con la catena appenninica della regione Marche e ad Ovest dalla valle del Tevere, una zona splendida di bellezze naturali e patrimoni d’arte. Gubbio è anche conosciuto come “città grigia” per i blocchi di calcare con cui è stata edificata che ne danno la tipica sembianza medievale.

A seguito del ritrovamento delle “Tavole Eugubine” (sette tavole bronzee del XV secolo il quale testo in dialetto umbro evidenzia cerimonie di purificazione e di sacrificio), ora conservate nella cappella del Palazzo dei Consoli del XIV secolo quale simbolo della città,  si sono apprese fondamentali conoscenze della storia della città.

Degni di nota anche i palazzi Beni, del Bargello con la celebre fontana e del Capitano del Popolo. Il Palazzo Ducale di epoca rinascimentale ricorda e attesta il periodo trascorso sotto il ducato dei Montefeltro. La Cattedrale Santa Maria Nuova del XII secolo con all’interno la Madonna del Belvedere di Ottaviano Nelli del 1413, la Chiesa e Convento di Sant’Agostino del XIII secolo con affreschi del Nelli, la Chiesa e Convento di San Francesco del XIII secolo, San Giovanni del XII secolo con la sua facciata e il campanile in stile romanico, San Pietro ingrandita nel 1505 e San Domenico anch’essa ulteriormente sviluppata del XIV secolo.

La città non è solo arte e bellezza, ma anche un insieme di prodotti tipici locali come la ceramica artistica frutto della più sapiente conoscenza dell’artigianato umbro che vanta radici molto antiche, il vino di ottima qualità tra cui il Torgiano Rosso, il Rosso di Montefalco e il Rosso dei Colli Amerini, il Sagrantino di Montefalco, il vino Bianco come il Grechetto, l’ Orvieto Classico, il Bianco dei Colli Amerini e dei Colli del Trasimeno, oltre ai rosati, novello e spumanti. L’olio extra vergine di oliva, i tartufi bianchi e neri eccellenza del luogo, nonché un’enogastronomia che propone ancora l’utilizzo di ingredienti poveri come i legumi, i cereali, il frumento, il farro che anche nel passato erano la base per la creazione di molte pietanze. Infine formaggi e dolci artigianali del territorio umbro come il torcolo di San Costanzo e Umbertide, gli zuccherini di Bettona, la rocciata, la ciaramicola e le pinoccate alla perugina.

La corsa dei ceri di Gubbio

Molte sono le manifestazioni ricorrenti in città, ma sicuramente citiamo le due più importanti: la Corsa dei Ceri che si festeggia il 15 maggio, oltre alla rievocazione storica del Palio della Balestra che ha luogo l’ultima domenica di maggio.

Spoleto

Influenze di epoca romana

Spoleto si trova in provincia di Perugia all’estremità meridionale della Valle Umbra o Valle Spoletana (estesa pianura alluvionale nell’antichità occupata dai laghi Clitorius e Umber), sviluppatasi sul basso promontorio collinare del Colle Sant’Elia.

Con le sue influenze di epoca romana, la città è un’elegante signora abbellita dalle tipiche stradine medievali. Fu Ducato longobardo e successivamente un rilevante centro dello Stato Pontificio. Importanti siti si trovano in loco come l’Arco di Druso del 23 d.C. nella chiesa romanica di Sant’Ansano, il Teatro Romano risalente ai primi anni dell’Impero romano, la Basilica paleocristiana del IV secolo di San Salvatore, la Chiesa di San Gregorio Maggiore con la zona absidale e il presbiterio rialzato, la Chiesa di San Domenico e la Chiesa di San Ponziano entrambe del XII secolo, la Basilica di San Pietro con bellissimi bassorilievi che decorano la facciata del duecento, il Ponte Romano a tre arcate conosciuto anche con l’appellativo di “Sanguinario” e l’Anfiteatro del II secolo d.C., oltre alla Cappella Eroli con gli affreschi del Pinturicchio e la Cappella delle Reliquie con all’interno la statua del trecento raffigurante la Madonna con il Bambino.

Il Ponte delle Torri di epoca romana eretto da dieci arcate con un’altezza di ottanta metri e una lunghezza di duecentotrentametri, collega la Rocca del 1352 alle pendici di Monteluco che sovrasta la cittadina. Per gli ancoreti che in queste zone posero le basi a partire dal VII secolo, Monteluco era il monte sacro per eccellenza, infatti vi fondarono il convento di San Francesco e la Chiesa di San Giuliano a pochi chilometri dal centro cittadino.

Il maestoso Duomo costruito nel XII secolo con interni di gran valore con la facciata impreziosita da mosaici bizantini, la Chiesa romanica di Sant’Eufemia del XII secolo affacciata alla scalinata che porta a piazza Duomo con i suoi preziosi ornamenti oltre al Palazzo Aronni e la Chiesa di Santa Maria della Manna d’Oro.

Le feste paesane di Spoleto

Molteplici sono le manifestazioni che hanno luogo: ricordiamo però il Festival dei Due Mondi o Spoleto Festival quale manifestazione internazionale di cinema, teatro, musica, arte, cultura, balletto e spettacolo che ha luogo ogni anno in città.

San Marco D’Alunzio

Haluntium

San Marco D’Alunzio è un borgo medievale di poco più di duemila abitanti. I romani arrivarono nel III secolo a.C. dandone il nome di Haluntium, successivamente divenne città decumana (via che correva in senso est-ovest in epoca romana) e, in età augustea (compresa tra la morte di Cesare 44 a.C. e quella di Augusto 14 d.C.), divenne Municipium Aluntinorum sviluppandone un fiorente commercio di vino e olio. Nel IV secolo a.C., il borgo era abitato da siculi, sicani e da ellenici le cui parziali mura oggi rimaste sono visibili vicino alla porta di S. Antonio, oltre ai templi lasciateci in eredità tra cui il tempio di Eracle successivamente convertito in una chiesa cristiana. Divenne dominio dei bizantini con il nome di Demenna nel IV secolo d.C. di cui ne rimane traccia con gli affreschi preservati nel Museo di Arti Figurative Bizantine e Normanne.

La cultura araba impose le proprie tradizioni nel IX secolo con l’invasione della città, lo sviluppo dell’agricoltura e dei commerci e la costruzione di una moschea vicino all’odierna chiesa Matrice. Fu intitolata San Marco con l’occupazione dei normanni del 1061 dove Roberto il Guiscardo eresse un possente castello attorno al centro abitato. Nel 1081, fu dominio di Ruggero e dipendente dal Regio Demanio; successivamente l’inespugnabile castello divenne la residenza degli Altavilla dal 1090 al 1112.

Comunità ebraiche, latine e greche convissero dal XIII al XIV secolo; Re Federico d’Aragona la donò al fratello Sancio nel 1320 e successivamente nel 1398 Re Martino di Sicilia la concesse ad Abbo Filangieri la cui dinastia finì nel 1507.

Molti sono i luoghi di interesse storico come le ventidue chiese e il tempio di Ercole del quale rimangono dei blocchi in pietra tufacea; San Teodoro o Badia piccola del XVI secolo con pianta a croce greca latina e all’interno magnifici stucchi di Giacomo Serpotta; il monastero delle Benedettine del 1545, oggi museo bizantino-romano con al piano terra tre absidi della Cappella dei Quattro Dottori (San Giovanni Crisostomo, San Gregorio Nazianzeno, San Basilio Magno e Sant’Attanasio) dell’XI secolo con affreschi bizantini. Nel museo parrocchiale vi sono arredi sacri, reliquiari in legno, una Vergine Odigitria in legno policromo, una statua lignea della Maddalena dell’XVII secolo e una tela della Deposizione dell’XVIII secolo. La chiesa della Madonna Annunziata fu eretta sui resti di un tempio pagano con all’interno affreschi bizantini e una statua della Madonna in marmo bianco di Carrara del XV secolo; la chiesa di Madre di San Nicolò con la facciata a tre portali in marmo rosso locale; Santa Maria delle Grazie con monumento funerario della potente famiglia dei Filangieri; la chiesa settecentesca di San Basilio; la chiesa seicentesca dell’Ara Coeli con portale con colonne scanalate e decorazioni floreali; la Cappella di Gesù Cristo  abbellita da pregiati stucchi e un Crocefisso ligneo seicentesco di scuola spagnola; la chiesa di San Salvatore o Badia Grande per il monastero delle suore benedettine fondato dalla regina Margherita di Navarra con portale in marmo aluntino con colonne con angeli e puffi e all’interno importanti affreschi.

La pignolata di San Marco D’Alunzio

San Marco D’Alunzio stupisce anche sotto l’aspetto culinario con maccheroni al tegamino e pasta rigorosamente fatta in casa, la tipica produzione del salame, lattupitte (frittelle di pasta di pane poco lievitata), grigliate di carne e di pesce oltre alla pasticceria con i tipici cannoli siciliani, la pignolata e i biscotti al latte e al vermouth.

Novara di Sicilia

Incantevoli paesaggi e scorci naturali

Novara di Sicilia è un borgo medievale abbellito da incantevoli paesaggi e scorci naturali situato nella provincia di Messina con una popolazione di poco più di mille abitanti. Il borgo è adagiato su un’incantevole vallata tra i monti Nebrodi e Peloritani con la Rocca del Leone e la Rocca Salvatesta con i suoi 1.340 metri di altitudine affacciata a Sud, e a Nord il Mar Tirreno. Il nome “Noa” di origine “sicana” significa “maggese” ossia la produzione di frumento che caratterizzò la colonizzazione greca. Con l’avvento dei Romani fu trasformato in Novalia (campo di grano) e per gli Arabi fu Nouah (giardino, orto, fiore), Nucaria e Nora nel medioevo fino all’attuale Novara.

Da un pezzo di carta ritrovato indicante la data del 23/06/1884, attesta il restauro della Matrice (Parrocchia di Santa Maria Assunta) e del completamento del Campanile del 1720 oltre alla trascrizione dello stemma oggi usato dal Comune con cui evidenziava la conformazione dello stesso: (albero di noce con sotto la scritta “Novara”, posto al centro delle seguenti iniziali: “V. N.”; il tutto all’interno di uno scudo sagomato, inserito in uno scudo accartocciato, sormontato dalla corona civica le cui iniziali stanno per “Universitas Novariae”). Lo stemma era il timbro ufficiale del Comune  e veniva apposto su un particolare documento dei viaggiatori residenti che dovevano recarsi in altre località durante le epidemie; questo fungeva da garanzia che dette persone erano immuni.

Novara di Sicilia è un insieme di piccole case accozzate, vicoli e viuzze sormontati da archi, decori alle facciate, suntuosi palazzi, chiese, strade in acciottolato stretto di pietra arenaria che ne danno la tipica impronta del paesino medievale.

Il castello Saraceno, oggi un ammasso di rovine, era adagiato su un burrone da cui si gode la maestosa vallata verso il mare con all’orizzonte le isole Eolie. Il Duomo, del XVI secolo, ha una facciata monumentale ed un’ampia scalinata; all’interno due navate con colonne monolitiche in pietra, l’abside è coronata da un coro ligneo del settecento e l’altare del Sacramento è in marmo decorato a smalto, il battistero con cupoletta in legno ed una bella statua dell’Assunta con un importante crocifisso in legno.

La Chiesa di San Francesco del XIII secolo con il suo tetto-soffitto realizzato in modo semplice e spartano; vicino alla chiesa si trova l’imponente Villa Salvo con lo stemma del casato, non lontano la Chiesa dell’Annunziata del XVII secolo a tre navate con colonne in pietra a sezione quadrata e all’interno un organo a canne del ‘700 oltre ad altre importanti opere.  La Chiesa di Sant’Ugo Abbate del XVII secolo preserva un reliquario ligneo, la giara di Sant’Ugo (vaso arabo), un crocifisso ligneo e un bel dipinto raffigurante l’Annunciazione del 1570, oltre alla Chiesa di San Nicolò del XVII secolo di recente restauro e, nella parte sottostante del borgo, le Chiese di San Giorgio Martire del settecento e Sant’Antonio Abate del cinquecento, ambedue a tre navate e con altri capolavori ben conservati all’interno.

Tra gli edifici pubblici segnaliamo il Palazzo Municipale (ex Oratorio di San Filippo Neri), il Palazzo Stancanelli e il Palazzo Salvo Risicato. La Casa Fontana del ‘700 circondato da uno sbarramento murario, il Teatro Comunale con facciata decorata con scorniciati in pietra e all’interno tre livelli di palchi a forma di anfiteatro.

Novara di Sicilia e i tipici formaggi

Anche il cibo gioca un ruolo importante nel borgo come il formaggio pecorino stagionato per otto mesi “maiorchino”, la ricotta infornata, le provole, i succulenti dolci, la pasta “ncasciada” condita con ragù di vitello e castrato, polpette sbriciolate, melanzane, uova e pan grattato; lempi e trori (lampi e tuoni), preparato con fagioli, cicerchia, granoturco, lenticchie e grano bolliti e conditi.

Cefalù

La Sicilia di un tempo

Il borgo di Cefalù è situato nella costa settentrionale siciliana in Provincia di Palermo, è un altro di quei luoghi che occorre raggiungere per scoprire la vecchia e immutata Sicilia. Costruito su un promontorio dominato da una rupe a strapiombo la città ha conservato il suo aspetto antico.

Vi sono tracce di epoca preistorica in particolar modo per le due grotte situate sulla punta su cui la città fu costruita oltre ad un insediamento pre-ellenico per la cinta muraria megalitica cui restano solide vestigia lungo la scogliera della Giudecca (Postierla) e presso l’antica Porta Terra (oggi Piazza Garibaldi), oltre al tempio di Diana quale santuario edificato su un edificio megalitico con lastroni di pietra. La Rocca che sovrasta la città, che i Fenici chiamarono “promontorio di Ercole”, è una roccia calcarea alta 270 metri.

Fu preso dai Siracusani nel 307 a.C. e dai Romani nel 254 a.C. i quali provvidero alla creazione di strade secondarie che furono collegate alla strada principale che seguiva tutto il perimetro delle mura. Durante il dominio bizantino, il centro fu dislocato dalla pianura alla rocca di cui oggi ci sono rimaste in eredità le mura merlate, chiese, caserme, cisterne per l’acqua e dei forni. Malgrado ciò, non rinunciarono del tutto alla vecchia città come evidenzia il reperto di una costruzione di culto cristiano abbellita da un pavimento in mosaico del VI secolo. Fu dominio degli Arabi nell’858 con il nome di “Gafludi” integrandola nell’emirato di Palermo e presa dai Normanni di Ruggero I nel 1063 e, nel 1131, Ruggero II, si appropriò dell’antico abitato sulla costa conservandone la struttura urbana come si evince dagli esistenti monumenti quali: la Chiesa di San Giorgio e il Lavatoio di Via Vittorio Emanuele; il Chiostro del Duomo; il Palazzo Maria in piazza Duomo e l’Osterio Magno (palazzo) sito in corso Ruggero.

La leggenda evoca che il Duomo la cui edificazione risale al 1131, sarebbe stato costruito in seguito al voto fatto al Santissimo Salvatore da parte di Ruggero II (Ruggero il normanno, figlio e successore di Ruggero I di Sicilia della dinastia degli Altavilla, Re di Sicilia, Puglia e Calabria dal 1130 al 1154), uscito illeso da una tempesta e sbarcato sulle spiagge di Cefalù.

Successivamente, e più precisamente tra la metà del XIII secolo e il 1451, fu dominio di differenti vassalli titolari del feudo diventandone come ultimo proprietà del vescovo. Nel 1752, diversi paesi europei iniziarono a stabilire i loro consolati e, nel gennaio del 1861, dopo lo sbarco di Giuseppe Garibaldi, la città fu asserita al Regno d’Italia.

Decori e buona cucina a Cefalù

Il centro storico è adornato da decori architettonici e da molteplici chiese che ne evidenziano il rilievo della sede vescovile. Il borgo marinaro è circondato dalle tipiche case che si prospettano sul mare e una splendida spiaggia di sabbia fine.

Essendo la regina del mare, non potevano mancare di certo i suoi ricchi piatti a base di pesce anche se il piatto clou è a base di carne come la pasta “a taianu” (pasta al tegame) condita con ragù, carne e melanzane fritte oltre ad essere il piatto di eccellenza per la festa del Santissimo Salvatore.

Sperlinga

Novecento abitanti

Il borgo medievale di Sperlinga ha una popolazione di appena novecento abitanti ed è situato tra i monti Nebrodi e le Madonie in provincia di Enna nel cuore dell’affascinante Sicilia.

Molteplici sono state le famiglie e i feudi che hanno conquistato la città costruita come borgo feudale ai piedi del castello medievale espandendosi dal 1957 in poi grazie e Re Filippo II e al principe Giovanni Forti Natoli che diede la concessione per la realizzazione di: “Contrada Rossa, Cicera, Perciata, Grotta Vecchia e Balzo”. L’interno del centro abitato è accavallato da vecchie ma pittoresche stradine, dove nel mese di agosto di ogni anno (il quattordici) i rioni del paese rappresentati da una dama si sfidano in vari giochi con corteo in costumi d’epoca, eventi storici, spettacoli pirotecnici, canti e balli nonché, qualche giorno più tardi (il sedici), viene celebrata la “Sagra del Tortone” (degustazione di cibi locali).

Il castello risale ai Siculi pre-greci del XII-VIII secolo a.C. con la sua famosa scritta scolpita sull’arco a sesto acuto nell’androne “QUOD SICULIS PLACUIT SOLA SPERLINGA NEGAVIT”,  legata alle vicende dei Vespri Siciliani del 1282, è arroccato sulla rupe e parzialmente scavato nella roccia intorno al 1000. Fu sede della baronia dei Ventimiglia (famiglia siculo-normanna di origine ligure potente e influente nella storia culturale, politica ed economica della Sicilia) fino al 1957, successivamente dei principi Sperlinga Forti Natoli dal 1597 al 1658, del Duca Oneto dal 1658 al 1861, per poi essere concesso in enfiteusi (diritto di un godimento su proprietà altrui) al Barone Nunzio Nicosia i quali eredi lo regalarono al Comune di Sperlinga nel 1973.

Il fianco del castello è abbellito da una cinquantina di grotte artificiali scavate nella roccia arenaria dall’uomo che sono collegate a piccole strade e scalini ricavati dalla roccia le quali hanno ancora i segni tangibili delle umili abitazioni del passato.

Nel borgo vi sono numerosi palazzi di interesse storico come la Chiesa della Mercede adagiata ai piedi del castello con all’interno un crocifisso ligneo; la Chiesa Madrea del 1597 con un’unica navata e la Chiesa di S. Anna della seconda metà del ‘600 adiacente al convento degli Agostiniani che custodisce un crocifisso ligneo della scuola di Frate Umile da Petralia.

Oltre che per la sua storia e bellezza, è ben nota anche per le produzioni artigianali delle “frazzate”, colorati tappeti tessuti a mano su antichi telai in legno oltre che alla lavorazione della canna, il salice e l’olivastro utilizzato per la realizzazione di ceste, il giunco per le fiscelle (recipiente per ricotta e formaggi) e la ferula per i “furrizzi” (sgabelli rurali).

I piatti di Sperlinga

Per il palato invece, ottimi sono i formaggi come il caciocavallo, il piacentino e la ricotta fresca quale componente essenziale per il tipico dolce natalizio “la cassata”. La frasca tela è a base di polenta di farina di grano duro o di cicerchia con lardo e broccoletti. Il tortone è un dolce realizzato con la pasta del pane fritta in olio ed una spolverata di zucchero misto a cannella.

Tour Enogastronomico Venezia

La buona cucina veneziana

Il tour enogastronomico Venezia è stato ideato appositamente per tutti coloro che vogliono conoscere la tipica e saporita cucina veneziana. Il tour, oltre a farvi scoprire il mercato della città, arteria vitale con tutte le sue bancarelle stracolme di frutta, verdura e pesce freschissimo di ogni genere appena pescato, vi farà conoscere le tipiche osterie della città dove i veneziani sono dediti all’assaggio dell’ombra (bicchiere di vino) e dei deliziosi spuntini “cicchetti”.

Il tour degustazione vini sarà eseguito con una guida esperta in vini e gastronomia. Si visiteranno delle rinomate enoteche veneziane alla scoperta dei rinomati vini locali. La degustazione inizierà dall’assaggio dei vini veneziani per proseguire poi con calici di tipico vino veneto proveniente dalle zone di Valdobbiadene, Valpolicella e Vicenza, spingendoti fino alle vigne del vicino Carso.

Vi sarà inoltre una degustazione dei famosi cicchetti di pesce e carne presso i bacari veneziani accompagnati dal tradizionale spritz al Campari o all’Aperol. La degustazione dei vini non è solo una situazione enologica ma bensì culturale durante il quale si ci immerge nella tipica atmosfera veneziana.

La nostra guida vi incontrerà direttamente in hotel se situato nel centro storico di Venezia, oppure presso punto da stabilire che solitamente avviene in Piazza San Marco o comunque in altra zona centrale. La guida vi farà conoscere le meraviglie gastronomiche di Venezia per la durata di 2/3 ore, dandovi anche aneddoti del tempo relativi alla cucina veneta.

La cucina veneziana con il tour enogastronomico Venezia

Il tour terminerà in una tipica ma elegante trattoria al di fuori dei tradizionali circuiti turistici con un pranzo o una cena di pesce con la preparazione dei migliori piatti tradizionali della città e dell’entroterra.

Nome*:
Cognome*:
Telefono*:
E-mail*:
Numero Persone*:
Data Servizio*:
Budget Evento (Euro):
Maggiori informazioni:
Trascrivi il codice
Trascrivi il codice

Brolo

Porto della vite

Il borgo medievale di Brolo, è situato in Sicilia nella provincia di Messina ed il suo nome deriva dal latino “brolum”, ossia campo coltivato o giardino fiorito. Per gli arabi invece era conosciuto con l’epiteto “Marsa Daliah”, “porto della vite” per il carico del vino nelle stive delle navi. Da alcune evidenze storiche, si evince che la “Via Valeria”, quale strada principale dell’isola, congiungeva la Sicilia settentrionale da ovest ad est e dallo stretto di Messina fino al Capo Lilibeo o Capo Boeo (estrema punta occidentale della Sicilia) e ne costituiva un’arteria di primaria importanza per gli scambi commerciali di quel tempo. Il borgo si sviluppa attorno al castello eretto a strapiombo sul mare quale dominio della costa e la protezione delle spiagge dalle incursioni dei pirati.

Il primo nucleo del borgo marinaro si sviluppò nel 1094 vicino alle mura del castello conosciuto in epoca romana con l’appellativo arabo “Voab – rocca marina”. Il castello fu eretto  dall’Imperatore II di Svevia e Bianca Lancia (nobildonna piemontese) nel 1231, successivamente ne divenne un importante centro commerciale per gli scambi tra il suo porto e i centri abitati situati nelle colline dei monti Nebrodi. Nel 1543 il pirata Barbarossa vi edificò le prigioni di Kair-ed-din. Nel 1682 il porto fu completamente distrutto dalle innondazioni dei torrenti. Nell’XIX secolo, il borgo divenne importante destinazione di nobili e notabili che vi trascorrevano le vacanze estive.

Il centro storico è impreziosito da antiche guardiole e da vari percorsi attorno alle mura del cinquecento oltre alla presenza del primo nucleo abitativo con un percorso irregolare che rassomiglia ad una kasba. Verso il basso del nucleo, numerosi spazi verdi ricoperti da palme.

L’estensione del paese iniziò nel XVIII secolo dove numerose case furono costruite vicino alla Chiesa Madre del 1764 eretta da Vincenzo Abate, marchese di Longarino e signore di Brolo. Successivamente, ci furono delle costruzioni ottocentesche lungo la strada regia, oggi l’attuale corso come i palazzi Baratta, Maniaci, Germanà e Gembillo.

Un altro itinerario di notevole interesse è quello dell’archeologia industriale situato in contrada Iannello con evidenti tracce di miniere di argento del settecento oltre a gallerie ricavate che furono utilizzate nella seconda guerra mondiale come rifugi per gli sfollati.

L’incaciata di Brolo

Molti sono i prodotti gastronomici come il tipico e tradizionale gelato festeggiato nel mese di giugno con una grande festa e con la possibilità di assaporare oltre centro diversi gusti. La pasta “incaciata alla brolese” con salsa di salciccia, semi di finocchio, pomodori, peperoncino e broccoli. Per i secondi piatti invece, vi è il “tonno imbottonato” ed il galletto arrostito secondo la cucina tipica brolese.

Gradara

Atmosfera medievale

Il Borgo di Gradara è situato nella regione marche tra le province di Pesaro e Urbino con un popolazione di circa cinquemila abitanti. La prima impressione che si ha non appena si arriva al borgo, è quella che tutto il paese sia sospeso sul suo castello malatestiano di epoca romana realizzato con pietre originarie e con la tipica atmosfera medievale.

Qualche cenno storico del borgo: nel 1032 viene citata la pieve di Santa Sofia in terra Cretariae, nel 1162 il castello passa sotto la proprietà del Comune di Pesaro, nel 1182 vi fu la costruzione della torre dove successivamente si sviluppò la rocca, nel 1283 Papa Bonifacio VIII dette a Malatesta di Verucchio il vicariato in feudo perpetuo, nel 1311 si cominciò con la costruzione della rocca i cui manufatti più importanti restano il mastio, il “castellare” (la prima residenza signorile con le splendide stanze nell’ala della rocca considerata insieme al mastio la più antica) e un’ala porticata del cortile, nel 1363 ricevette il primo Statuto da parte di Malatesta Malatesti – aggiornati nel 1548 dalla Duchessa Vittoria Farnese e rimasti in vigore fino al 1861, nel 1433 la rocca fu data in pegno a Pandolfi Malatesti che la trasformò in sua residenza per la concubina Isotta e mai più restituita al legittimo proprietario, nel 1463 fu conquistata da Federico da Montefeltro, nel 1510 i Duchi della Rovere, signori di Pesaro e Urbino, dettero il feudo di Gradara alle loro rispettive mogli, nel 1631 passò sotto il dominio della Chiesa e ne rimase fino all’Unità d’Italia del 1861.

La Rocca oggi evidenzia tutto il suo splendore con mobili e quadri provenienti dal mercato dell’antiquariato e secondo il gusto dannunziano del tempo. All’interno importanti affreschi del bolognese Amico Aspertini (pittore rinascimentale Italiano) è la stupenda pala in terracotta invetriata di Andrea Della Robbia nel 1480 (scultore e ceramista Italiano) rappresentante la Madonna con Bambino e Santi. L’altro capolavoro custodito in una sala della rocca è la pala d’altare datata 1484 di Giovanni Santi (pittore Italiano), padre del grande Raffaello, proveniente dalla pieve di Santa Sofia, in cui appare il primo modello iconografica del borgo, con la sua grande selva di torri e mura merlate. La piccola pinacoteca comunale contiene anche opere di Bartolomeo Vivarini, Gian Giacomo Pandolfi e Benedetto Coda.

Le mura della Rocca sono di origine malatestiana. La prima cinta è a ridosso della rocca è abbellita con merli guelfi e ghibellini, mentre la seconda cerchia è più estesa e racchiude oltre la rocca anche il centro storico del bel borgo. La muraglia è costituita da quattordici torri e da una porta fortificata con insegne e stemmi delle famiglie Sforza, Della Rovere e dei Farnese. A completare la bellezza del borgo, vi sono cammini di ronda, torri di avvistamento, gallerie sotterranee e vigorose cortine dotate di ferritoie.

Frantoi e vigneti di Gradara

Il paese è ricco di ulivi con numerosi frantoi in zona e vigneti da dove viene prodotto un vino di altissima qualità, oltre all’antichissima tradizione culinaria di origine contadina come i “tagliolini con la bomba” (minestra) con pasta fatta in casa, olio, cipolla e lardo, oltre alle carni prodotte dagli allevamenti della zona. Durante l’anno, ha luogo un festa che dura alcuni giorni conosciuta come “Il Medioevo a Tavola” dove i ristoranti del borgo si trasformano in taverne quattrocentesche.

Moresco

Seicento abitanti risiedono nel Borgo

Moresco è situato nella regione Marche in provincia di Fermo con una popolazione di appena seicento abitanti. Il borgo si innalza sulla sommità di un colle che domina la valle verde dell’Aso conosciuta per la sua produzione ortofrutticola. Del paese non si hanno grande informazioni, una cosa è certa però – che in epoca romana vi furono ragguardevoli insediamenti e, successivamente in epoca longobarda, dei centri fortificati, monastici e feudali.

Il castello con la sua forma a ellisse risale al 1083 e, a seguito di documenti ritrovati risalenti al XII secolo, hanno confermato la reggenza del Conte di Tebaldo. Nel XIII secolo, il castello fu acquisito dalla città di Fermo da parte di Federico II e successivamente dai Re Manfredi. Nel 1266, fu venduto a Lorenzo Tiepolo, quarantaseiesimo Doge di Venezia e podestà di Fermo dai signori di Moresco.

La Torre eptagonale del XII secolo con merlatura a ghibellina (Guelfi e Ghibellini erano due fazioni opposte della politica italiana del XII secolo) ha un’altezza di venticinque metri. In origine fu costruita con funzioni di avvistamento e di difesa, ma nei secoli successivi è stata oggetto di numerose trasformazioni. L’interno della torre è dotata di una recente scala per l’ascesa al tetto per la veduta del paesaggio circostante composto da colline e valli di estrema bellezza.

La Torre dell’Orologio del XIV secolo domina la porta di accesso del borgo medievale. Il borgo ha conosciuto il suo massimo fervore durante il 500’, ed è proprio in questo periodo storico che sono nate moltissime chiese e opere d’arte come la Chiesa parrocchiale di San Lorenzo con le sue preziose tele del XVII e XVIII secolo, la Chiesa della Madonna dell’Olmo ampliata nel 1521 con l’aggregazione dell’antica edicola gotica con all’interno un importante affresco della Crocifissione del pittore Italiano Vincenzo Pagani, l’ex Chiesa sconsacrata di Santa Sofia oggi un piccolo teatro e la Chiesa della Madonna della Salute.

Il centro storico è caratterizzato da strette viuzze tipiche dei borghi medievali, da una piazza triangolare dotata di portico che funge anche da navata alla Chiesa di Santa Maria di Castro del XIX secolo. Il palazzo dove ha sede il Comune ha una sala consiliare di tutta eccellenza e dentro una stupenda pale d’altare di Vincenzo Pagani. Altri due edifici di interesse storico sono i Palazzi di Patrizio Gennari e del Cardinale Capotosti.

Le specialità culinarie di Moresco

Le prelibatezze culinarie del borgo sono la “pizza ficata” realizzato con fichi secchi, mandorle, noci, farina, zucchero e cacao e funge da dolce natalizio delle casalinghe del luogo, oltre alla pasta al forno “vinci sgrassi”, alle creme fritte e alle olive ascolane prelibatezza della regione Marche.

Grottammare

Siti di interesse storico

Grottammare è un borgo medievale situato nella regione Marche nella provincia di Ascoli Piceno.  Le mura fortificate del borgo risalgono al XVI secolo erette per far fronte alle dispute delle adiacenti comunità e dai vari attacchi dei pirati. L’espansione verso la zona costiera iniziò dal XVIII secolo su intervento del Papa Pio VI con un impianto urbanistico simile a quello romano ossia con un incrocio di due assi principali (il cardo verso nord-sud e il decumano est-ovest) con la piazza principale della città nel foro e altri insediamenti collocati su vie parallele.

Molteplici sono i siti di interesse storico a Grottammare:

La Chiesa di San Martino costruita sulle rovine di un antico tempio dedicato alla Dea Cupra (divinità degli antichi umbri e dei piceni), tra le più antiche abbazie della provincia di Ascoli Piceno, fondata dai monaci benedettini dell’Abbazia di Farla tra l’VIII e il IX secolo con all’interno un crocifisso su tavole dei seicento, un frammento di piede di una statua colossale murato sopra il portale d’ingresso e come acquasantiere, due cippi di epoca medievale scolpiti a bassorilievo.

La Chiesa di Sant’Agostino del 1517 a navata unica con tetto a capanna e un’abside merlata e un campanile mozzato, preserva il dipinto murale della Madonna della Misericordia, un affresco del pittore Italiano Vincenzo Pagani oltre a delle tavole di scuola crivellesca del XV-XVI secolo. Nella parte superiore al portone d’ingresso ci sono i resti di alcuni bacili del cinquecento in maiolica sistemati a croce.

La Chiesa Santa Maria ai Monti del 1600, oggi conosciuta con l’epiteto “Oasi di Grottammare”, in origine un convento, è adagiata sulla cima della collina. Il convento fu costruito su volontà del frate padre Nicola Da Monteprandone che si adoperò al fine di preservare l’immagine della Madonna dipinta sul muro dell’antico santuario mariano costruito contro la peste. Successivamente, a causa di un incendio, la maggior parte dell’affresco fu bruciato ad eccezione dell’immagine della Madonna con il Bambino attualmente posizionata nell’abside sopra l’altare maggiore.

La seicentesca Chiesa di Santa Lucia di Grottammare è stata costruita per volere di Papa Sisto V con posa della prima pietra il 17/04/1590. La facciata in laterizio è sormontata da un campanile a vela divisa da paraste e arricchita da elementi decorativi in travertino. L’elegante portale è sormontato da un timpano arcuato con lo stemma della famiglia Peretti e quello papale di Sisto V che raffigura un leone che tiene tra le zampe un ramo di pero e una stella con tre monti. L’interno della chiesa è a pianta quadrata con croce greca inscritta, composto da ricchi altari, opere pittoriche e da un preziosissimo organo del 1752 di Francesco Fedeli della Rocchetta di Camerino.

La settecentesca Chiesa di San Giovanni Battista si trova sulla piazza principale del Vecchio Incasato, Piazza Peretti, in cui spicca anche, sul lato destro, il Teatro dell’Arancio risalente alla fine del Settecento che ospita nella sua facciata la statua del pontefice Sisto V di Stefano Interlenghi. La chiesa ospita anche il Museo Sistino con all’interno il Calice di Sisto V e la Medaglia con effigie della sorella del pontefice Camilla Peretti oltre a due dipinti del pittore Italiano Vittore Crivelli con rappresentazioni di “San Sebastiano” e “San Rocco”.

Il Museo del Torrione dedicato alla scultore Pericle Fazzini con le sue sale espositive che ospitano nell’affascinante scenografia del Torrione della Battaglia del XVI secolo il percorso dell’artista legato al territorio attraverso le sue opere come: il Ragazzo con i gabbiani, la Metamorfosi, il Ritratto di Mario Rivosecchi e la Via Crucis visibile all’interno della chiesa di Sant’Agostino.

Molteplici sono gli eventi che hanno luogo durante l’anno come la rassegna musicale di metà agosto con l’evento di grandi pianisti provenienti da ogni parte del mondo; sempre nel mese di agosto verso i primi giorni ha luogo “Cabaret Amore Mio” concernente gare ad eliminazione tra giovani talenti comici; in gennaio “Grottammarese dell’Anno” premio conferito all’abitante che maggiormente si è distinto in qualsiasi settore sia a livello nazionale che internazionale.

La cucina di Grottammare

La cucina tipica del borgo è il pesce cucinato nei modi più svariati lasciando inalterato però il suo tipico sapore come: “le olive di pesce al brodetto” o anche piatti a base di carne come il “timballo” o le lasagne al ragù di carne, alle tipiche olive di carne, cremini fritti o il dolce natalizio “frustingo o frestinghe” con frutta secca, mandorle, noci, vino cotto aromatizzato con l’aggiunta di cacao, caffè, rhum, buccia grattugiata di arancio e limone, canditi e varie spezie.

Esanatoglia

Una popolazione con poco più di duemila persone

Esanatoglia, nato nel 1862 dalla combinazione tra Aesa e Anatolia, è un borgo medievale situato nell’entroterra marchigiano nella provincia di Macerata con una popolazione di poco più di duemila abitanti adagiato tra il Monte Gemmo e il Monte Corsegno.

La città fu governata dai Malcavalca fino al 1211, anno in cui subentrarono gli Ottoni di Matelica. Tre anni dopo, e per i successivi tre secoli, l’influente famiglia da Varano di Camerino dominò sulla città. Sotto i Varano la città di Santa Anatolia mantenne una certa autonomia: la divulgazione delle prime norme statutarie avvennero in data 1324. Esanatoglia rimase incolume da guerre e saccheggi per lungo tempo; solo nel 1443 fu conquistata con l’aiuto dei matelicesi da Francesco I Sforza. Nel1502, la fortificazione divenne di proprietà dello Stato Pontificio.

La Pieve di Santa Anatolia del 1180 abbellita dal suo campanile è situata nella parte più antica del borgo ed è adornata da un portale in pietra del trecento e da un’epigrafe latina del I secolo a.C. murata nel basamento del campanile e fa riferimento a un luogo chiamato Aesa che potrebbe essere un primitivo villaggio divenuto colonia romana in epoca augustea.

Le Fontane di San Martino, ancora oggi perfettamente funzionanti, rappresentano un singolare esempio di opera idraulica trecentesca.

Palazzo Varano conserva all’interno una tela raffigurante la cacciata dei diavoli da Arezzo e parate di cavalieri al piano nobile. All’interno della Chiesa di Santa Maria Maddalena si trova un dipinto raffigurante la Crocifissione e, sull’altare maggiore, due nature morte di origine fiamminga e una decorata Cantoria lignea. La Chiesa di Santa Maria di Montebianco ha un monumento per la processione e la devozione con la Vergine Maria con bambino e, nella Chiesa dei Cappuccini, un affresco con la Madonna del Latte.

Il Castello in passato era diviso da tre quartieri interni appartenenti alla prima cerchia di mura databile all’XI-XII secolo (la Pieve, di Mezzo e San Martino) e un esterno che facevano parte del secondo perimetro murario del XIV secolo (Sant’Andrea suddiviso nei borghi di Santa Caterina e San Rocco). La Rocca e le altre fortificazioni fungevano da difesa e l’unico accesso era mediante le quattro porte: Panicale, del Mercato, Portella e Sant’Andrea. La Porta del borgo appartenente al primo perimetro murario era incorporata nel nucleo di Sant’Andrea dove già nel XIV secolo vi era un notevole traffico commerciale.

La Torre di Sant’Andrea è impreziosita dai suoi campanili, da edifici medievali, dalla fornace del quattrocento, la Porta della Pieve con adiacente l’antica Cartiera, la prima conceria e il Teatro locale.

I prodotti tipici di Esanatoglia

Sotto il profilo culinare, tutta la vallata circostante è rigogliosa di preziosissimi funghi e tartufi da preparare e assaporare nei modi più svariati, i piatti tipici sono le cotiche o cotenna (pelle di maiale) con i fagioli da servire con del pane abbrustolito, il dolce “frostingo” a base di sangue di maiale, i dolci secchi con l’anice o con una cialda impastata con uova, farina e anice, meglio conosciuti come le “ciarle” oltre al buon Verdicchio di Matelica quale vino locale.

Offagna

Il borgo con il Castello

Offagna è un borgo medievale italiano situato sulle morbide e fertili colline dell’entroterra marchigiano in provincia di Ancona.

Il Castello è stato edificato sul monte Sentino tra il 958 e il 978 riutilizzando vecchi materiali di costruzione già esistenti. Dopo il Mille, è stato migliorato il sistema difensivo con il completamento delle mura circostanti, l’innalzamento dei torrioni, la creazione di un corpo di guardia e di un ponte levatoio. All’interno delle mura iniziarono a fiorire così varie attività commerciali e artigianali con la celebrazione delle prime funzioni religiose in considerazione del fatto che il borgo da “rurale” era diventato “castellana” – iniziando così, verso la metà del XIV secolo, grazie alla promulgazione degli “Statuti d’Offagna”, a godere di una certa libertà anche se non duratura per la lotta tra i Guelfi e i Ghibellini (due fazioni opposte nella politica italiana dal XII secolo fino alla nascita delle Signorie nel XIV secolo) che portarono alla distruzione del castello.

Nel corso del XV secolo il territorio delle Marche fu sottomesso dalle potenti famiglie Malatesta e Sforza causando così dispute ed ostilità locali tra le città di Ancona e Osimo che si contesero il borgo fino a quando il Pontefice Eugenio IV, concesse ad Ancona la giurisdizione sul territorio e gli osimani entrarono in guerra riacquisendolo nuovamente. Successivamente, nel 1454, il borgo fu concesso ad Ancona da Papa Niccolò V per un debito che la chiesa aveva contratto con il comune.

L’edificazione della Rocca di Offagna iniziò nel 1454 e fu terminata in soli due anni di lavori. Un vero scrigno di architettura militare a cavallo tra il Medioevo e il Rinascimento circondata da una massiccia cortina di mura intervallata da torri che serviva da primo bastione e destinata a ricevere gli abitanti della campagna con il loro bestiame in caso di pericolo. Probabilmente era usata come deposito di munizioni e alloggio per le truppe, in particolare per i bombardieri e gli archibugieri ai quali era affidata la difesa di parte del castello. All’interno c’era un pozzo di circa trenta metri di profondità che ne assicurava il rifornimento dell’acqua. Il suo presidio armato durò per circa dieci anni e fu integrata nei diciotto accampamenti del contado di Ancona con un nobile castellano in loco per il controllo con l’obbligo di residenza nella Rocca. Dal 1477, la Rocca cominciò un lento e inesorabile declino di abbandono fino ad essere utilizzata come magazzino. Nella Rocca vi è un museo con esposizione di antiche armi, ritrovamenti di valore e una sezione dedicata a cacciatori e guerrieri dalla pietra all’acciaio.

Il piano primo del Mastio è adibito a cella che comunica tramite una botola al secondo piano, il castellano abitava al terzo e l’ingresso al quarto. Sul tetto vi era una grande campana in bronzo con affissa la data del 1477, un’invocazione alla Madonna ed il nome di Iacobus de Istria quale fonditore.

La Torre dell’Orologio viene citata in un documento del 1654. Nel 1663, il comune assegnò la manutenzione dell’orologio a Giovanni Gentilone. Nel 1776, fu oggetto di un minuzioso restauro dovuto all’usura del tempo.

Il vino DOC di Offagna

Il territorio è ben conosciuto e rinomato per la produzione di vino DOC, olio extra vergine di oliva, miele, oli essenziali, prodotti cosmetici naturali, oltre a varie tipologie di insaccati e piatti tipici locali in grado di soddisfare anche le forchette più esigenti.

Cena Gala Venezia

Per aziende e privati

Venice Sunset con la sua collaudata esperienza nell’organizzazione di eventi aziendali, sfilate di moda, congressi ed eventi promozionali, propone l’organizzazione di una cena gala Venezia in un Palazzo storico situato sul Canal Grande oppure in una delle meravigliose Ville Venete della Repubblica della Serenissima situate nelle immediate vicinanze di Venezia e dotate di parchi di eccellenza.

La cena di gala Venezia può essere preparata da chef di fama internazionale oppure da un suntuoso servizio catering con il supporto di personale altamente qualificato. Tutti i menu saranno creati e selezionati appositamente per una cena di gala indimenticabile e in grado di esaudire anche le richieste più particolari, oltre al logo dell’azienda e/o apposita stampa del menu al tavolo, alla selezionata mise en place con tovagliato di lino e/o cotone di colore bianco o beige chiaro, argenteria e ai decori essenziali per dare quel tocco di chiccheria e rendere la serata ineguagliabile.

Per le richieste più particolari, possiamo organizzare un evento appropriato di qualunque genere (musicale, tematico ecc.) a supporto di tutti gli ospiti presenti. Anche l’animazione sarà pensata e proposta a seconda del mood dell’evento.

Transfer di classe per la cena gala Venezia

Su richiesta è possibile attivare anche un servizio di sicurezza e di hostess per l’accoglienza degli ospiti, nonchè transfer da/per l’Aeroporto di Venezia o Treviso o da qualsiasi altra destinazione oltre ai transfer acquei.

Ci prendiamo cura di organizzare il vostro evento proponendovi soluzioni mirate alle vostre singole esigenze e ovviamente tenendo in considerazione anche il budget fissato per tale evento.

Nome*:
Cognome*:
Telefono*:
E-mail*:
Numero Persone*:
Data Servizio*:
Budget Evento (Euro):
Maggiori informazioni:
Trascrivi il codice
Trascrivi il codice

Visso

Borgo abitato da poche persone

Visso è un affascinante borgo medievale con una popolazione di poco più di mille abitanti situato nella Regione Marche in Provincia di Macerata al confine con l’Umbria. E’ circondato da imponenti mura, balconi medievali, case, torri, palazzi gentilizi rinascimentali, portali in pietra abbelliti da aforismi latini e stemmi di nobili famiglie che si sono intervallate nei secoli.

Nella prima decade del 1200 le popolazioni che abitavano sulle montagne scesero a valle per intraprendere attività di commercio. In seguito il paese venne affidata ai Da Varano, duchi di Camerino,  che la tennero ad intermittenza fin quando i papi non la dettero definitivamente a dei cardinali. Fu saccheggiata nel 1400 e passata alla storia come “la ruina di Visso”, anche grazie al ripetersi del doloroso fenomeno della peste. Nel 1860, venne staccata dall’Umbria e accorpata alla provincia di Macerata e, nel 1985, passò dall’arcidiocesi di Spoleto a quella di Camerino.

La Chiesa Collegiata di Santa Maria del XII secolo è in stile romano-gotico con campanile a bifore e trifore e con un portale del trecento con a fianco due leoni; oltre all’affresco del quattrocento con l’Annunciazione nella lunetta. La sconsacrata Chiesa di Sant’Agostino del XIV secolo con la sua facciata a tre cuspidi e portale con rosone, è sede di un Museo con opere del Comune e della Chiesa oltre ai sei idilli (opere) del poeta Italiano Giacomo Leopardi.

Il centro storico e le mura di Visso

Il centro storico è arricchito dalle torri, dalle porte che racchiudono le mura del borgo, dai palazzi rinascimentali realizzati con pietra chiara scolpita dagli abili scultori locali della pietra “Petraioli Vissani”, alla cui Scuola prende parte anche il Battistero del trecento dell’antica pieve oltre ai maestosi palazzi dei Priori, dei Governatori e del Divino Amore (ex-convento francescano del XIII secolo adibito a Parco Nazionale dei Monti Sibillini).

Il Santuario di Macereto circondato da mura costruito tra il 1528 e il 1538, è situato sull’altopiano Monte Bove a mille metri di altezza vicino ad una cappella del XIV secolo. Il Santuario si presenta con tre portali scolpiti e decorati da bassorilievi e colonnine con capitelli corinzi con cornice a timpano triangolare. Non lontano si trova il Palazzo delle Guaite del 1571-1583, anch’esso protetto da mura medievali.

La campagna circostante è terreno fertile per l’allevamento di ovini da cui ricavano il formaggio pecorino e altri tipi di formaggi, oltre agli insaccati come il “ciauscolo” con carne di maiale macinata e aromatizzata, la lenticchia, il farro, piatti a base di castrato di montagna, tartufo nero e la trota locale del fiume Nera.

Alberona

Mille abitanti

Alberona è un borgo medievale situato in Puglia nella provincia di Foggia con una popolazione di appena mille abitanti che aumenta in modo esponenziale nel periodo estivo con l’arrivo di molteplici turisti.

Le origini del borgo risalgono all’anno 1000 con l’arrivo dei primi calabresi scappati dalle incursioni dei pirati saraceni che saccheggiavano le coste calabresi. Successivamente, fu conquistata da Federico II nel 1220 che si alleò con i Saraceni. Nel 1312, il Concilio di Vienna stabilì la soppressione dell’Ordine dei TemplariAlberona divenne proprietà dei Cavalieri Gerosolimitani, altrimenti detti Cavalieri di Malta, che le concesero privilegi e autonomia giurisdizionale. Tra il XVI e il XVII secolo fu afflitta da calamità. Nel 1656 la peste debellò il borgo e le 384 vittime tra cui il vicario generale don Pietro de Nigris furono seppelliti nelle fosse delle quattro chiese esistenti all’epoca. A causa della cessazione della benefica presenza dei Cavalieri di Malta del 1808, ci fu un esponenziale aumento di criminalità che provocò sessantasei vittime. Tra il XIX e il XX secolo, la località fu oggetto ad un intenso fenomeno migratorio vero le Americhe e il nord Italia.

L’abitato è costituito prevalentemente da caratteristiche case contadine in sassi, pietra bianca o in muratura e molteplici sono i monumenti e i luoghi di interesse come la Chiesa di San Rocco in stile neogotico, la Chiesa Madre edificata dai Cavalieri Templari, il campanile in passato adibito a torre militare che evidenzia la presenza templare grazie alle due lastre di pietra con lo stemma dei Cavalieri di Malta, il Palazzo e la Torre del Gran Priore del XII secolo, la Fontanella con le sue vigorose acque, i portali e gli stipiti con le loro artistiche incisione che si possono ammirare lungo le strette viuzze del borgo, l’intatto Arco Calabrese del XIV secolo, la Chiesa di San Giuseppe del XVI secolo con il suo bel portale gotico e l’altare in pietra, l’Arco dei Mille del XV secolo, la Fontana Muta del XIX secolo le cui acque terminano nelle vasche in pietra e il Muraglione da dove si possono ammirare le meravigliose isole Tremiti.

La buona cucina di Alberona

Molti sono i prodotti culinari del borgo come l’eccezionale olio extravergine di oliva, i salumi, le conserve, i formaggi, la rigogliosa pasta fatta in casa e il pane tradizionale pugliese, oltre allo spezzatino di agnello, i bolliti e altri innumerevoli piatti di estrema bontà che ogni miglior cuoco della zona vi saprà consigliare.

Otranto

Ottocento persone all’interno delle mure

Otranto è un borgo medievale  con una popolazione di cinquemila di cui ottocento persone residenti all’interno delle mura, ed è situato sulla costa adriatica della penisola salentina in provincia di Lecce.

Il borgo fu un centro messapico, romano, bizantino e aragonese sviluppandosi principalmente nei pressi del Castello e alla Cattedrale Romana. Notevoli sono i reperti archeologici ritrovati a testimonianza dei floridi scambi commerciali con la Grecia. Nel IV secolo fu separato dall’Impero Romano, nel VI secolo fu creato il Ducato di Otranto da parte di Giustino e, nel IX secolo, con la riconquista bizantina d’Italia, per la città iniziò un periodo di massimo splendore divenendone un centro primario per i commerci con l’Oriente.

La fortificazione del borgo fu realizzata dagli aragonesi dopo la devastazione turca del 1480 che provvederono a migliorare il sistema difensivo delle torri della cinta muraria nonchè della Porta Alfonsina quale unico accesso al borgo.

La Basilica bizantina di San Pietro costruita con tre absidi e un incantevole cripta ad intervallo tra il X e XI secolo con rosone in stile gotico-arabo e portale del 1674. All’interno vi è custodita una croce greca e diversi dipinti bizantini nonché abbellita da tre navate con quattordici colonne in granito e capitelli romanici e un eccezionale pavimento mosaico del 1166 che risalta l’albero della vita che va dalla navata centrale alle due laterali sostenuto da due elefanti e Adamo ed Eva; il pavimento musivo, dal transetto fin sotto l’altare, con forma di un tappeto orientale e con i segni zodiacali. Le figure disposte intorno all’antico altare circolare evoca una un’ambientazione tratta dalla Bibbia di Giona con: la distruzione di Ninive, un serpente piumato e alato che stritola un cervo, Sansone che uccide il leone e  una scimmia e un babbuino che mangiano una mela mentre un cervo li guarda.

Il Castello Aragonese eretto tra il 1485 ed il 1489 con pianta pentagonale e tre torrioni cilindrici e una fortezza con stemmi (di Antonio de Mendoza e Don Pedro da Toledo) a lancia nel versante che guarda il mare, oltre ad un ulteriore stemma di Carlo V. sul portale d’accesso.

Le rovine dell’Abbazia di San Nicola di Casole, sono situate fuori dal centro abitato del borgo con l’antica comunità di Monaci basiliani del XII secolo distrutta dai Turchi nel 1480, quale centro culturale di altissimo livello i cui manoscritti di inestimabile valore sono oggigiorno custoditi nei più autorevoli musei mondiali. Infine, le catacombe sotterranee messapi (antica popolazione italica residente nella Messapia, in un territorio corrispondente alla Murgia meridionale e al Salento tra le province di Lecce, Brindisi e parte della provincia di Taranto) sono situate nella Valle delle Memorie.

Vino e olio di oliva DOC ad Otranto

Anche la zona del Salento è riconosciuta a livello mondiale per l’ottima produzione dell’olio extravergine di oliva, questo grazie anche all’importante coltivazione di ulivi. Notevoli e dal carattere deciso sono i vini Doc come l’Alezio, il Copertino e il Salice Salentino. La cucina pugliese ha un intreccio di trazioni contadine e marinare capaci di soddisfare anche i palati più esigenti con la preparazione di succulenti piatti a base di carne o di pesce.

Nardò

Antiche origini del borgo

Nardò è situato nella provincia di Lecce nella bella Puglia che include un tratto della costa Ionica del Salento con origini molto antiche che risalgono all’antica preistoria grazie a testimonianze archeologiche repertate sul territorio.

L’origine del borgo risale al VII secolo a.C. Successivamente, con la caduta dell’Impero Romano del 476, e alla battaglie tra Bizantini e Goti del 544, Nardò passò sotto la dominazione bizantina tra il 552 e il 554 e per un periodo temporale molto limitato sotto la dominazione dei Longobardi tra il 662 ed il 690. Nel 761 ebbe un’influenza dei monaci basiliani i quali diffusero il rito e il culto orientale con lo sviluppo di un diritto privato ed agrario che discendeva dai loro paesi di origine e costruirono l’Abbazia di Santa Maria di Nerito e la lingua greca divenne lingua predominante del luogo.

Le mura della città e il castello (quest’ultimo non più visibile) furono edificate nel 1058 da Goffredo normanno, nipote di Roberto il Guiscardo che conquistò Nardò e Lecce e i monaci benedettini si insediarono al posto dei basiliani nell’Abbazia di Santa Maria di Nerito.

La Basilica Cattedrale Maria Santissima Assunta è stata fondata  da monaci orientali sui resti dell’antica Chiesa di Santa Maria de Neritorio con cenobio dedicato alla Madonna Assunta del 1088.  La struttura a tre navate con due ordini di archi a tutto sesto e a sesto acuto sostenute da pilastri rettangolari, le pareti impreziosite da affreschi del trecento di San Nicola, Sant’Agostino, Cristo Pantocratore, Madonna con Bambini, Madonna della Sanità ed altri ancora. Il presbiterio con l’altare maggiore dell’ottocento e la zona riservata ai cantori del 1590, un Crocifisso ligneo del XIII secolo meglio conosciuto come il “Cristo Nero” per la colorazione molto scura del legno, oltre alla presenza di altari laterali del periodo barocco e il Cappellone del 1680 di San Gregorio Armeno di Placido Buffelli.

Il Seminario Vescovile del 1674 edificato su volontà del Vescovo Tommaso Brancaccio con facciata in stile neoclassico e divisa orizzontalmente da due lesene (elemento architettonico verticale) con la parte inferiore da un bugnato (lavorazione muraria usata nell’antichità) levigato e, nella parte superiore, la parete liscia è interrotta dall’allineamento ritmico delle finestre architravate e dalla presenza del bugnato agli angoli. Il portale d’ingresso è sormontato da un balcone con una porta finestra circoscritta da cornici e coronata da un architrave con timpano.

La Chiesa di San Domenico costruita tra il 1580 e il 1594 con impianto basicale a tre navate trasformato più tardi ad aula unica per una migliore rispondenza alla predicazione. Fu parzialmente distrutta con il terremoto del 1743 ad eccezione della facciata, del muro laterale sinistro e parte della sacrestia. La facciata in carparo (pietra calcarenitica) con parte inferiore ricoperta di figure umane e cariatidi addossate e, la parte superiore, con forme più sottile. L’interno con navata  con pianta a croce latina e tre cappelle per parte con tela della Madonna del Rosario. Vicino alla Chiesa dei Domenicani con a settentrione la fontana del Toro del 1930 dello scultore neretino Michele Gaballo.

La Chiesa dell’Immacolata del 1580 costruita sui resti di una costruzione medievale con raffinato prospetto in carparo diviso in due ordini da un cornicione distinto da coppie di lesene con festoni che includono nicchie timpanate. Il portale d’ingresso con nicchia con statua in pietra leccese dell’Immacolata posto in asse con rosone. L’interno della Chiesa ha una sola navata che termina nel presbiterio con tre altari laterali in stile barocco.

La Chiesa e Convento di Santa Chiara del XIII secolo è una delle più antiche dei complessi monastici della Puglia. Nel XVII secolo fu incorporata l’adiacente Chiesa di San Giovanni Battista. L’interno ad unica navata con tre cappelle con altari barocchi e presbiterio decorato con paraste (pilastri) dipinte a marmi policromi.

La Chiesa della Madonna del Carmine del 1460 con facciata in stile romanico e adiacente convento. La parte inferiore è contrassegnata da un protiro (parte del portale) che domina il portale d’ingresso con due leoni. Le statue dell’Angelo nunziante e della Madonna Annunziata del cinquecento sono collocate nelle nicchie, oltre ai motivi ad archetti pensili con peduccio decorato sul prospetto principale e laterale. L’interno della Chiesa è abbellito da pregiati stucchi barocchi, sei arcate su pilastri e vano presbiteriale quadrangolare con il coro. Le navate laterali con altari intitolati alla Trinità, Madonna del Carmine, Sant’Eligio, al Crocifisso, Santa Caterina d’Alessandria, al Sacro Cuore e all’Annunciazione.

La Chiesa di Santa Maria della Purità costruita tra il 1710 e il 1724 con facciata dell’architetto Svizzero-Italiano Francesco Borromini con superfici concave e convesse accentuate da modanature e lucrosa di elementi decorativi del repertorio napoletano dell’epoca. L’interno a pianta a croce greca, con bracci molto corti enfatizzati da quattro paraste che incorniciano tre cappelloni voltati a botte (copertura non piana) con decori a stucco. L’altare maggiore in marmo policromo con tela della Madonna tra Santi e lateralmente le tele di san Nicola tra Santi e del Martirio di San Gennaro.

La Chiesa di Sant’Antonio di Padova del 1499 edificata sui resti di una Sinagoga in un quartiere ebraico conosciuto come “la Giudecca” con prospetto in pietra leccese con decorazioni barocche all’interno. La struttura ha una sola navata con soffitto ligneo a cassettoni e altari con tele e statue del cinque-seicento come la raffigurazione di Sant’Antonio da Padova del 1514, la Crocifissione del XVII secolo  di scuola veneziana. Nella parte posteriore l’altare maggiore un monumento sepolcrale del 1545.

La Chiesa di San Giuseppe Patriarca del 1758 eretta sul luogo di una precedente chiesa del XVI-XVII secolo. L’interno con pianta ottagonale e bassorilievo con la Fuga in Egitto oltre a tre altari barocchi con tele di San Giuseppe, Sant’Apollonio e Sant’Oronzo. Altri quadri a tela sulle colonne raffiguranti il Beato Transito e lo Sposalizio di San Giuseppe. Vicino alla chiesa si trova l’Oratorio e la sala riunioni della Confraternita con altare intitolato al SS. Crocifisso con croce in legno e simulacro di Gesù Crocifisso, San Giovanni Evangelista e la Maddalena ai piedi.

La Chiesa di San Trifone del XVIII secolo con facciata arricchita da lesene corinzie (ordine architettonici di architettura greca e romana) e da nicchie. La navata interna con quattro pilastri a sezione rettangolare per ogni lato sormontati da archi a tutto sesto al centro dove si aprono tre finestre per parte. Il presbiterio con altare dedicato a San Trifone Martire, ritratto nella pala del pittore Nicola Russo.

La Chiesa di Santa Teresa del 1699 con convento la quale realizzazione fu in due differenti periodi. La navata interna e su ogni parete si aprono le cappelle incorniciate, entro le estremità concave da paraste. La volta a crociera (tipo di copertura realizzata dall’unione longitudinale di due volte a botte “copertura non piana”) è impreziosita di altorilievi a stucco così pure i decori interni. La Chiesa ha tre altari con quello maggiore con pala che ritrae l’Estasi di Santa Teresa, mentre i laterali, con le tele di Santa Teresa con San Giuseppe e San Giovanni della Croce.

La Cripta di Sant’Antonio Abate del XII secolo con navata rettangolare anticipata da un nartece (tipica struttura delle basiliche dei primi secoli del Cristianesimo) scoperto. Le pareti interni sono abbellite da pitture bizantine del XIII secolo raffiguranti San Francesco d’Assisi, l’Annunciazione, Sant’Antonio Abate, Madonna con Bambino, la Crocifissione, Cristo Pantocratore, San Pietro, San Nicola, San Gregorio, San Demetrio e San Giovanni Battista.

I palazzi di interesse storico sono molteplici come il Palazzo del Tribunale la quale costruzione è collegata alla fondazione dell’Università neretina. Il palazzo è ad arcate a tutto sesto e arredamenti rococò risalenti alla fine del XVII secolo, all’interno la Statua di San Gregorio Armeno, San Michele Arcangelo e Sant’Antonio di Padova e dipinti su tela di alcuni Santi. Il Teatro Comunale  del XIX secolo con ornamenti tessili realizzati da un noto artigiano. Il Palazzo dell’Università del XVI secolo in stile tardo barocco.

La zona è altresì ricca di Masserie fortificate e non che sono sparpagliate su tutto il territorio comunale, Ville antiche e architetture militari come il Castello Acquaviva risalente alla seconda metà del XV secolo, aree naturali come il Parco di Porto Selvaggio e Palude del Capitano e musei che raccolgono testimonianze di varie epoche.

Le specialità di Nardò

La cucina del borgo è povera per gli ingredienti usati come farina, orzo, grano, ma ricca in sostanza e tradizione con un connubio che spazia tra diversi tipi di carne e il pesce per sfornare e assaporare i  migliore piatti tipici locali, oltre all’olio di oliva extravergine e ai corposi vini come il Nardò Rosso, Nardò Rosso Riserva e Nardò Rosato.

Il Turismo del Salento è riconosciuto e apprezzato a livello mondiale per le sue zone marine d’eccellenza che da Santa Maria al Bagno, passando per Santa Caterina, Porto Selvaggio e Palude del Capitano (quest’ultimo con il Parco Naturale Regionale) e Torre dell’Inserraglio, arrivano fino a Sant’Isidoro con spiagge con bassi fondali, sabbia bianca e sottile, oltre alle insenature e le pinete mediterranee ricche di biodiversità.

Cisternino

Il borgo dell’età del bronzo

Il borgo medievale di Cisternino situato in Puglia nella provincia di Brindisi, si affaccia nella Valle d’Istria, meglio conosciuta come Murgia dei Trulli, con una popolazione appena superiore ai diecimila abitanti di cui neanche cinquecento residenti nel borgo.

Le origini del borgo risalgono all’Età del Bronzo con il ritrovamento di ruderi di villaggi e capanne oltre alla scoperta di utensili in metallo. Il casale di Cisturninum fu menzionato per la prima volta da Papa Alessandro III che con una bolla pontificia del 26/02/1180 (comunicazione ufficiale scritta diffusa dalla Curia Romana con il sigillo del Papa) ne conferiva la spettanza al Vescovo di Monopoli. Nel 1330, il Vescovo la vendette a un nobile locale e per oltre un secolo appartenne a dei baroni civili, ritornandone successivamente di proprietà della Chiesa. La Repubblica di Venezia la conquistò nel 1495 e la tenne fino al 1528 quanto fu passata di mano agli Spagnoli. Nel 1647, ci fu una parziale rivolta del popolo che non ebbe successo contro il Vescovo per la cattiva amministrazione. Nel 1738, con l’inizio del Regno dei Borboni, vi furono dei nuovi tumulti popolari. Nel 1799, la popolazione aderisce alla Repubblica Partenopea contro il Re. Nicola Semeraro.

La visita dell’antico borgo di Cisternino si sviluppa fra vicoli tortuosi, sui quali si affacciano casette dipinte a calce di bianco con le caratteristiche scale esterne di pietra, sottopassi, balconi fioriti ed archi che ravvivano le passeggiate serali sotto un cielo stellato dove echeggia solamente il rollio dei propri passi sulla tipica pavimentazione in pietra dei borghi medievali conosciuta come “chianche”.

La Torre normanno-sveva costruita nell’XI secolo dai Normanni con una piccola statua sulla sommità di San Nicola, era l’ingresso principale della città. La Chiesa di San Nicola, con facciata di gusto neoclassico, è stata costruita nel XIV secolo sui resti dell’antecedente Chiesa Basiliana dell’VIII secolo di cui purtroppo oggi ne rimangono solamente le fondazioni. All’interno vi sono presenti delle decorazioni scultoree che risalgono al XIII-XIV secolo oltre a due sculture in pietra viva di “Stephanus Abulie Poteniani” Stefano da Putignano relative al tabernacolo intitolato alla Madonna del Cardellino del 1517. Una primitiva Chiesa dell’anno 1000, è stata scoperta nella parte bassa della vicina Chiesa del Purgatorio del XVII secolo.

Il Santuario della Madonna d’Ibernia (Madonna de Bernis) del 1100 con resti di un precedente cenobio basiliano dedicato alla Dea della fertilità Cibele. A Pasquetta, in occasione della Processione, viene portato in dono alla Dea il dolce “chïrrùchele” che i maschietti pagani offrivano per propiziarsi la fecondità. Il terreno circostante è ricco di reperti di epoca romana e medievale.

Altri palazzi di interesse storico situati nel centro come il Palazzo Vescovile del 1560 con facciata in stile del tardo rinascimento con evidenziati gli stemmi del vescovo-barone, il Palazzo del Governatore del XVI secolo con triplice balconata e decori appartenenti al rinascimento, i Palazzi nobiliari delle famiglie Pepe e Cenci, la Chiesa di Santa Lucia del XII secolo, Palazzo Amati, Palazzo Lagravinese, Palazzo Devitofranceschi, la Torre Capece, la Chiesa barocca di San Cataldo del 1783 e la Chiesa di San Quirico costruita a cavallo tra il sei-settecento.

Nell’agro del paese ci sono diverse masserie pugliesi quale vera rappresentazione dell’abitazione rurale di un tempo come: Masseria Montereale, Villa Cenci, Masseria Devitofranceschi, Masseria Costa e Masseria Montanaro.

Nel borgo non mancano di certo la rievocazione di manifestazioni popolari come San Quirico e Giulietta quale santo patrono di Cisternino, dove tutto il paese si abbellisce e gioisce a festa abbellendo il borgo con delle decorazioni luminose, processioni, concerti bandistici e fuochi pirotecnici che hanno luogo nella prima settimana di Agosto, oppure con le edizioni del “Festival Pietre che Cantano” o delle sagre come quella delle orecchiette e del coniglio in Agosto e dell’uva in Settembre.

Artigiani e prodotti DOC a Cisternino

La zona è ricca di abili artigiani che con le loro sapienti mani sono in grado di produrre meravigliosi oggetti in legno, pietra, ceste e rosari oltre alla cucina del luogo capace di riprodurre piatti tipici come le friselle, il formaggio cacio ricotta, l’olio extra vergine di oliva, i vini Doc, il salume capocollo, e come primi piatti le tipiche orecchiette al sugo con pecorino e formaggio ricotta o con cine di rape e acciughe salate.

Ostuni

La città bianca

Il suggestivo borgo medievale di Ostuni, asserragliato su un colle, è situato in Puglia nella Provincia di Brindisi. E’ conosciuto anche con l’appellativo di “Città Bianca” per le sue case interamente imbiancate di calce bianca.

Numerose grotte sono state ritrovate quali naturali rifugi per le comunità appartenenti all’era paleolitica tra cui lo scheletro della “donna di Ostuni” di circa venti anni incinta, oltre a ritrovamenti dell’era neolitica e reperti risalenti all’età del bronzo.

L’antica popolazione italica dei Messapi fondarono il primo nucleo cittadino nel VII secolo a.C. in una cima del colle protetto da pareti molto ripide che fungevano anche da riparo ad eventuali attacchi, oltre alla costruzione di opere stradali. Successivamente nel III secolo a.C., i Romani lo conquistarono di cui ne rimangono tracce in alcune masserie edificate sulle fondazioni delle ville romane. Con la caduta dell’Impero Romano d’Occidente, Ostrogoti, Longobardi, Saraceni e Bizantini si insediarono a loro volta lasciando evidenti tracce dei loro passaggi.

Nuove fortificazioni furono edificate nel borgo per mano degli Angioini che contestualmente iniziarono i primi traffici commerciali con la creazione del Porto di Villanova (parte costiera del paese).

Gli Aragonesi crearono quattro porte per l’accesso al borgo di cui oggi solo Porta Nova del XII secolo è ancora in essere rifatta nel XV secolo e Porta San Domenico del XIII secolo, nonché tredici torri.

Con il dominio spagnolo del 1506, Ostuni cominciò a vivere un periodo di fastosità tramite la concessione da parte dei Duchi di particolari favori. Le mura furono ulteriormente rafforzate ed edificate la Torre Pozzella (oggi non più esistente) e la Torre San Leonardo.

Il declino per Ostuni iniziò nel XVII secolo quando per i debiti contratti per la guerra dei trent’anni (conflitti europei dal al 1618 al 1648), Filippo IV d’Asburgo la vendette alla famiglia Zevallos, dei mercanti che la impoverirono. Oltretutto, la peste cominciò ad imperversare anche se non colpì il direttamente il borgo in quanto la calce bianca usata per dipingere le case risultò un ottimo ed efficace disinfettante naturale. Con l’avvento dei Borboni, la città cominciò lentamente a rifiorire.

I monumenti storici di Ostuni

Molteplici sono i monumenti sacri come la Concattedrale di Ostuni del 1435 con facciata di tarde forme gotiche e un interno ricco di storia con un Archivio capitolare con oltre duecento pergamene dal 1137. Il Monastero settecentesco delle Carmelitane con altari barocchi e preziose tele. La Chiesa di San Giacomo di Compostela o dei Santi Cosma e Damiano del 1423. La Chiesa di San Francesco d’Assisi con fondazione risalente al medioevo e facciata del 1882 con all’interno un dipinto di Mosè che spezza le tavole della legge oltre a delle belle statue lignee. La Chiesa dello Spirito Santo del 1637 con portale del rinascimento, bassorilievi del XV secolo e con significativi dipinti all’interno. La Chiesa dei Cappuccini o Santa Maria degli Angeli del 1585 con all’interno una tela napoletana del ‘600. La Chiesa dell’Annunziata del 1196 in stile barocco. La Chiesa di Santa Maria la Nova del 1561 con portale ogivale, un occhio e coronamento ad archetti creata all’entrata di una grotta naturale ed importanti affreschi all’interno. Il Santuario di Sant’Oronzo della seconda metà del ‘600. La Chiesa di san Biagio in Rialbo del XII secolo con tracce di affreschi bizantini.

La bellezza dei palazzi barocchi che impreziosiscono le strette viuzze del paese, rendono Ostuni ancora più affascinante come il Palazzo Ducale Zevallos; il Palazzo Siccoda del 1575; il Palazzo Vescovile e del Vecchio Seminario collegati dall’arco Scoppa; i palazzi delle famiglia Aurisicchio, degli Ayroldi, dei Bisantizzi, dei Falghieri, dei Ghionda, dei Giovine, degli Jurleo, dei Palmieri, dei Petrarolo, dei Siccoda, degli Urselli e degli Zaccaria.

Il monumento per eccellenza del borgo è la Guglia di Sant’Oronzo del 1771 con un’altezza di oltre venti metri e le statue a mezz’altezza dei Santi Biagio, Irene, Gaetano e Lucia che esaltano la decorazione in stile barocco.

La zona è cosparsa di Masserie più o meno importanti come: la Masseria Santa Caterina con torre ottagonale risalente al XVI-XIX secolo, la Masseria Lo Spagnulo del 1680 anch’essa fortificata e con all’interno una preziosa scalinata del settecento e torre di avvistamento medievale, la Masseria Carestia risalente tra il 1754 e il 1777 con apprezzabili decorazioni e la Masseria Ottava con torre fortificata del XVI secolo e annessa chiesa medievale del XIV secolo e prestigioso portale con decorazioni.

Parecchi sono i festeggiamenti che hanno luogo in agosto: la Cavalcata di Sant’Oronzo dedicata all’omonimo protettore con una sfilata di cavalli e cavalieri agghindati con costumi medievali; la Sagra dei Vecchi Tempi che propone degustazioni tipiche locali e artigiani che presentano mestieri del passato; il Festival di Marinando con rassegna di teatro e video che ha come oggetto il mare e la pesca e la Settimana dei Bambini del Mediterraneo quale evento educativo.

Buonissimi vini e una succulenta cucina

La zona è di rilevante importanza anche per il comparto agricolo con importanti vitigni che producono i celeberrimi vini Malavasia nera di Brindisi, il Sangiovese, Il Negroamaro e l’Ottavianello oltre agli ulivi secolari per la produzione dell’olio extra vergine di oliva, coltivazioni di ortaggi, ciliegio e mandorlo e alla succulenta cucina con piatti tipici come le orecchiette, il purè di fave, i cavatelli ai frutti di mare, gli involtini al sugo e fegatini d’agnello.

Allestimenti per Eventi

I nostri allestimenti per eventi a Venezia sono il successo garantito affinchè la location sia caratterizzata da uno stile inconfondibile e la serata sia memorabile. Un fiore, anche quello più semplice, è in grado di trasformare e ravvivare completamente una location. I fiori rappresentano la vita e la gioia di vivere. Ogni tipologia ha il suo significato e custodisce la memoria di antiche leggende che si sono tramandate di generazione in generazione fino ai nostri giorni.

Per noi, gli addobbi floreali sono uno dei punti focali per lo studio dei nostri eventi, cene di gala, convegni, congressi, meeting aziendali, seminari, workshop, tavole rotonde, cocktail aziendali, manifestazioni e ricevimenti. Realizziamo allestimenti, con fiori freschi, fiori secchi, con frutta o altri elementi decorativi che daranno un singolare tocco di unicità e classe al vostro evento.

Soluzioni innovative allestimenti per eventi

Oltre agli addobbi floreali, siamo in grado di organizzare e prenderci cura del vostro evento a 360° con la proposta di soluzioni innovative. Possiamo provvedere a tutti i transfer terrestri ed acquei, fornitura di personale per l’accoglienza degli ospiti e di molteplici proposte per l’ intrattenimento degli stessi.

Il nostro ufficio eventi è a disposizione con personale qualificato che ogni giorno si dedica alla ricerca di nuove tipologie di prodotto da sottoporre alla clientela a seconda del tipo di evento che si deve realizzare. Pertanto, le proposte variano di volta in volta tenendo in considerazione anche il mood dell’evento.

Nome*:
Cognome*:
Telefono*:
E-mail*:
Numero Persone*:
Data Servizio*:
Budget Evento (Euro):
Maggiori informazioni:
Trascrivi il codice
Trascrivi il codice

Caccia Tesoro Venezia

Alla ricerca dell’indizio

Caccia tesoro Venezia tra le calli, campielli e sottoportici alla ricerca di indizi utili per trovare la giusta traccia non tanto per decretare la squadra vincente, ma quanto per permettere al gruppo di persone di interagire e conoscersi meglio unendo la suspense con il gioco e il divertimento – oltre che a scoprire dei percorsi alternativi di Venezia spesso poco noti nella loro origine e trasformazione storico-architettonica che altrimenti non sareste in grado di vedere. La caccia tesoro Venezia che proponiamo può essere anche fatta con i nostri attori professionisti in maschera provenienti dal teatro veneziano, questo per rendere lo scenario ancora più inebriante con un crescendo di emozioni.

Divertimento e coesione di squadra con la nostra caccia tesoro Venezia

Le avvincenti storie sono tutte scritte da Veneziani con un’ottima conoscenza della città sotto il profilo storico-culturale ed esemplari padronanze psicologiche di interazione con le molteplici personalità, unendo così divertimento e coesione di squadra che potrà poi essere utilizzato in azienda.

Il punto di ritrovo con i nostri attori sarà antistante la Stazione Ferroviaria di Santa Lucia, verrà spiegata la modalità della caccia al tesoro, suddivisione del gruppo in mini gruppi, consegnate le mappe del percorso da fare e inizio del gioco che si concluderà nei pressi di Campo della Maddalena o a San Marco se in periodi di meno affluenza turistica. Il percorso scelto, oltre che particolare e poco frequentato dalla massa turistica, permetterà ai partecipanti di conoscere una Venezia inedita. Alla fine della caccia al tesoro Venezia sarà decretato il gruppo vincente che avrà trovato più indizi e avrà concluso il gioco nel minor tempo.

Nome*:
Cognome*:
Telefono*:
E-mail*:
Numero Persone*:
Data Servizio*:
Budget Evento (Euro):
Maggiori informazioni:
Trascrivi il codice
Trascrivi il codice