Cascate Delle Marmore

Sali di calcio sulle rocce che sono simili al marmo

Cascate Delle Marmore sono situate a pochi chilometri da Terni, una meta fondamentale per chi decide di visitare l’Umbria. La cascata è a flusso controllato ed è tra le più alte e importanti d’Europa; il suo nome deriva dai sali di calcio presenti sulle rocce che sono simili al marmo. Le rigogliose acque sono utilizzate per la produzione di energia elettrica dalla vicina centrale di Galleto ed è possibile verificarne il funzionamento per circa un paio di ore al giorno in quanto la cascata viene portata alla massima portata tramite un segnale acustico che ne avvisa l’apertura della paratoie di regolazione.

Le origine della Cascate delle Marmore

La sua origine risale alla sistemazione idraulica per mano del Console Romano Curio Dentato che fece scavare un canale verso la rupe di Marmore per far defluire il fiume Velino, realizzando così uno scenario unico con le sue acque effervescenti che eseguono un salto di 165 metri uniti agli innumerevoli giochi di luce.

La vicina Terni è situata in una pianura e, con il suo glorioso passato, custodisce gelosamente monumenti di interesse storico come la Chiesa di San Salvatore o la Cattedrale Romanica. Uno scrigno ricco di storia ma proiettato verso i cambiamenti che il futuro ci impone con la sua torre futuristica che si leva sul Palazzo Comunale Vecchio.