Corciano

Antico complesso murario

Corciano è un borgo medievale situato su un colle a circa dodici chilometri da Perugia. Il Castrum originario è stato eretto in epoca medievale circondato da un complesso murario eretto tra il XIII ed il XIV secolo. Tuttavia, il periodo del rinascimento fu molto significativo per la città che si adornò di particolari costruzioni e opere d’arte di pregio. Il palazzo del Capitano del Popolo è una costruzione che risale al ‘400 e nel passato fungeva da residenza della magistratura per conto di Perugia. Il palazzo Municipale eretto nel ‘500, era la residenza della nobile famiglia di Perugia, ossia i duchi della Corgna; la sala consiliare è adornata da un soffitto affrescato del ‘700 quale opera della scuola degli Zuccari.

La chiesa dedicata a Santa Maria Assunta risale al XIII secolo con all’interno capolavori dell’Assunta dipinta dal Perugino nel 1513 e il Gonfalone di Benedetto Bonfigli del 1472. La facciata della chiesa di San Cristoforo del 1537 con il suo portale del rinascimento del 1545 oggi sede del Museo della Pievania che custodisce affreschi e oggetti di arte sacra, oltre agli altri musei presenti nel paese come il Museo della Casa Contadina del periodo preindustriale che testimonia il mondo dell’economia agricola raggruppando autentici oggetti domestici e di lavoro di quell’epoca. La chiesa e il convento di San Agostino del 1334, sono stati eretti su un’altura davanti alla porta di Santa Maria e i medesimi sono stati oggetto ad un minuzioso restauro durante il settecento, oltre al Centro di valorizzazione dei prodotti tipici locali e al Museo Antiquarium che custodisce reperti archeologici di età romana ed etrusca. Non lontano dal luogo dove vi era la porta di San Francesco, quale accesso settentrionale completamente distrutto verso la fine dell’800, si trova la chiesa e l’ex convento di San Francesco.

Il borgo è caratterizzato da un intreccio di vicoli e strette scalinate che con i segni evidenti della sua storia lo rende armonioso e ricco di una terra scintillante di vita e di fede.

La cucina di Corciano

I piatti tipici del borgo sono la minestra col battuto (minestra con l’aggiunta di un osso di prosciutto e il “battuto” di lardo, maggiorana e aglio, con aggiunta di quadrucci rigorosamente fatti a mano a cottura ultimata), che conferiva al piatto un sapore ricco e gustoso, o alle minestre di arte povera con patate, ceci e fagioli, oltre al pane di Corciano che nel mese di giugno di ogni anno viene organizzata una festa denominata “Pane in Piazza” quale promozione del tipico pane umbro con la dimostrazione delle tecniche della panificazione e degustazioni. La cacciagione della zona è molto ricca grazie ai fitti boschi che circondano il paese che forniscono un hatitat naturale al cinghiale.