Porto Marghera

Nel passato paludi e barene a Porto Marghera

Marghera è una città del Comune di Venezia situata nella terraferma a circa cinque chilometri da Venezia facilmente raggiungibile con tutti i mezzi pubblici. Prima che a Porto Marghera fossero costruiti i quartieri residenziali e il Porto industriale, la località era in prevalenza costituita da paludi e barene. Il toponimo Marghera deriva da “mar ghe gera” ossia “c’era il mare”.

Marghera è stata costruita agli inizi del Novecento per lo sviluppo di un polo industriale e portuale capace di confrontarsi con gli altri centri del Mediterraneo e per lo sviluppo di nuovi insediamenti abitativi in quanto il centro storico di Venezia non disponeva di ulteriori spazi edificabili e per ovviare al problema della sovrappopolazione del centro storico di Venezia.

L’ideazione dei quartieri residenziali ebbe inizio nel 1919 con la produzione di un piano regolatore redatto dal tecnico Pietro Emio Emmer che si influenzò all’urbanista inglese Ebenezer Howard che traeva spunto al modello della città giardino ossia un ambiente vicino al nuovo polo industriale di Marghera con la natura circostante. In tale anno, iniziarono anche i lavori della zona industriale mentre, nel 1921, ci fu l’inaugurazione del cantiere per la realizzazione del quartiere residenziale.

Città Giardino

La città giardino prevedeva ampi spazi e molto verde con viali alberati e aiuole che delimitavano la strada dal marciapiede. Inoltre, nel centro del quartiere residenziale, dovevano esserci tutte le strutture che fornivano i servizi come: scuole, uffici del Comune, teatri, ospedali, biblioteche e mercati per favorirne l’aggregazione della cittadinanza. La massima espansione vi fu negli anni settanta sia per il comparto produttivo che per quello demografico che convogliò parecchie persone sia dal centro storico di Venezia che dai Comuni del vicino hinterland. Notevoli furono i cambiamenti negli anni successivi in particolar modo dopo i pesanti bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale che distrusse il Porto e gran parte dei quartieri residenziali.

Musica e Tradizione

Oggi Porto Marghera è molto viva con la sua piazza mercato dove vi sono innumerevoli bancarelle gremite di frutta, verdura, pesce, abbigliamento e molti altri articoli al dettaglio. Notevoli sono gli hotel della zona, ristoranti, pizzerie e bar che producono i migliori cicchetti veneziani e la migliore cucina tradizionale veneta a prezzi nettamente competitivi rispetto alla vicina Venezia. Marghera è anche un parterre musicale dove si esibiscono le migliori band locali che propongono variegati tipi di musica. In particolar modo, durante il periodo estivo (giugno-agosto), ha luogo il “Marghera Village Estate”, con musica live, eventi, mercatini dell’antiquariato e dell’oggettistica, tanto buon cibo locale, fiumi di birra e divertimento nelle focose sere d’estate.